Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Informazioni dal salone nautico del momento e notizie su eventi dedicati al mondo dei gommonauti
Jachi
Abituale
Messaggi: 1751
Iscritto il: 22/08/2013, 11:20
Gommone: Cab Dorado 7.5
Motore: Verado 250

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda Jachi » 17/09/2015, 22:37

Se ne era parlato ma non l'ho mai visto





Condividi




Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda Roccia » 18/09/2015, 20:13

Gulliver ha scritto:Uno stacca motore costa al cantiere pochi euro e anche se non è obbligatorio non riesco a vedere un solo motivo per cui non fosse installato.

Volvo non li da di serie? Li installasse il cantiere. Un'elica che gira senza un comando d'emergenza potrà anche essere legale ma è un'errore enorme.

La scaletta di risalita non credo sia obbligatoria, eppure nessuno dimentica di fornirla, anche se non è vitale per la sicurezza come lo stacca motore.

Qualcuno l'ha pagata con la vita.

:iagree:
alessandro ha scritto:A mio avviso la norma era coerente con le necessità e le tecnologie disponibili sino a qualche decennio fa, oggi credo che per un motorista introdurre un bracialetto* wireless non sarebbe un grande problema, la tecnologia RFE ormai di serie su molte autovetture che si aprono senza chiave lo renderebbe possibile.
:bene:
hawk720 ha scritto:Non mi quadra. Tre persone che finiscono a ripetizione in acqua a bassa velocità...Mah. Una "giornalista" che dovrebbe essere del settore, quindi un po' pratica, che colta dal panico si butta in acqua...Mah. Credo che buttarsi in acqua sia l'ultima scelta che uno fa, salvo non ci sia fuoco a bordo. La dinamica va chiarita, ma non credo che sia quella che emerge dalle prime notizie.
Piuttosto colgo l'occasione per sottolineare come troppo spesso queste prove le si faccia con uno spirito da scampagnata. Decine di video di prove e vedere indossare un giubbino autogonfiabile di sicurezza è una chimera.
:iagree:
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2960
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda Uauaton V » 18/09/2015, 23:57

alessandro ha scritto:Le norme obbligano ai mezzi di risalita a bordo altro chè! La scaletta diventa obbligatoria se la murata è "ostile" e palesemente non affrontabile per una persona in acqua.
Il cordino credo non sia stato reso obbligatorio perchè al salire delle dimensioni delle barche a volte per governare in modo corretto (visibilità) è necessario muoversi dal posto di governo per ad esempio fare una lettura trigonometrica o verificare una murata etc.
A mio avviso la norma era coerente con le necessità e le tecnologie disponibili sino a qualche decennio fa, oggi credo che per un motorista introdurre un bracialetto* wireless non sarebbe un grande problema, la tecnologia RFE ormai di serie su molte autovetture che si aprono senza chiave lo renderebbe possibile.
Da studiare bene la logica di funzionamento e di intervento della sicurezza e delle alternative in caso di malfunzionamenti o batterie scariche.
Da questo punto di vista mi pare che i motoristi siano un po assopiti.
(*) o una clips da fissare al costume etc.


http://www.marinepanservice.com/prodott ... escrizione non mi sembra esagerato come prezzo ( è da rapportare al rischio )

Avatar utente
alessandro
Addetto settore nautico
Messaggi: 2218
Iscritto il: 07/05/2008, 9:13
Gommone: AMrib 355 ST
Motore: tohatsu 40hp
Località: Foshan China

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda alessandro » 19/09/2015, 1:21

Uauaton V ha scritto:
alessandro ha scritto:Le norme obbligano ai mezzi di risalita a bordo altro chè! La scaletta diventa obbligatoria se la murata è "ostile" e palesemente non affrontabile per una persona in acqua.
Il cordino credo non sia stato reso obbligatorio perchè al salire delle dimensioni delle barche a volte per governare in modo corretto (visibilità) è necessario muoversi dal posto di governo per ad esempio fare una lettura trigonometrica o verificare una murata etc.
A mio avviso la norma era coerente con le necessità e le tecnologie disponibili sino a qualche decennio fa, oggi credo che per un motorista introdurre un bracialetto* wireless non sarebbe un grande problema, la tecnologia RFE ormai di serie su molte autovetture che si aprono senza chiave lo renderebbe possibile.
Da studiare bene la logica di funzionamento e di intervento della sicurezza e delle alternative in caso di malfunzionamenti o batterie scariche.
Da questo punto di vista mi pare che i motoristi siano un po assopiti.
(*) o una clips da fissare al costume etc.


http://www.marinepanservice.com/prodott ... escrizione non mi sembra esagerato come prezzo ( è da rapportare al rischio )


Indubbiamente interessante l'approccio, un sensore di presenza che non necessita di dispositivi esterni da dover indossare.
Poco convincente invece:
-le dimensioni presumendo che la sua posizione in plancia debba essere specifica,
-la grafica che lo fa sembrare molto artigianale,
-la presentazione che a mio avviso lo fanno sembrare più un esperimento che un prodotto professionale, collaudato e riconosciuto.
Non voglio sminuire il prodotto anzi tutt'altro lo ritengo un ottimo primo passo concreto (addirittura sopra le aspettative) anzi la mia valutazione spero sia costruttiva e possa indicare un limite commerciale, dal punto di vista di noi cantieri (o installatori) che alla fine siamo i diretti responsabili soprattutto da un punto di vista etico, temo serva qualche garanzia in più, prima di offrire un dispositivo aggiuntivo che invoglierebbe a non usare il laccetto.
Assolutamente meglio questo che niente!
asso54(volvop 550), stil-na56(Yam75), mar-co64(mercruiser350), Free-Whale18(mer 40), FW18(Yam 115), FW21(optimax150), FW400DL (mer 40), FW 320DL (mer 20), AMrib 355ST (mer 40),AMrib 285ST (mer 40)

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


zikiki
Abituale
Messaggi: 1161
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda zikiki » 19/09/2015, 17:50

ciao a tutti

Se non sbaglio il cantiere Avila su i suoi modelli già applica un sensore che riconosce se il pilota è o non è al comando.

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2960
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda Uauaton V » 19/09/2015, 19:43

ciao Alessandro ho rintracciato quello della Raymarine

http://www.raymarine.com/view/?id=157

poi si sa ci si può giocare sulle applicazioni ma ora che purtroppo c'è stato l'evento negativo, scommetto che molti progettisti inventeranno un qualche cosa di più umano anche nei prezzi ma__gnRE
Allegati
LifeTag Group.jpg
LifeTag Group.jpg (163.44 KiB) Visto 2747 volte
MOB Left Arm Cropped.jpg
MOB Left Arm Cropped.jpg (288.47 KiB) Visto 2747 volte
HS with HS5 switch.jpg
HS with HS5 switch.jpg (112.46 KiB) Visto 2747 volte

Avatar utente
alessandro
Addetto settore nautico
Messaggi: 2218
Iscritto il: 07/05/2008, 9:13
Gommone: AMrib 355 ST
Motore: tohatsu 40hp
Località: Foshan China

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda alessandro » 20/09/2015, 2:31

da un estremo all'altro, questo non lo consiglerei mai ad un cliente quale sistema di sicurezza, troppo-troppo complesso. Anche se ci si può fidare della corretta progettazione e dunque affidabilità, nell'uso diportitstico saltuario vedo la certezza che l'utente si dimentichi come fare per accenderlo.
asso54(volvop 550), stil-na56(Yam75), mar-co64(mercruiser350), Free-Whale18(mer 40), FW18(Yam 115), FW21(optimax150), FW400DL (mer 40), FW 320DL (mer 20), AMrib 355ST (mer 40),AMrib 285ST (mer 40)

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10581
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda Blackfin » 21/09/2015, 12:48

Ci sono finito per caso ma questo filmato (tra l'altro le condimeteo sembrano tutt'altro che proibitive) fa vedere materialmente cosa l'elevata velocità può provocare in assenza di adeguate sicurezze (qui forse lo stacco sarebbe servito poco forse delle cinture per il timoniere sì)
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
KOSLINE
Abituale
Messaggi: 2284
Iscritto il: 20/04/2013, 20:29

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda KOSLINE » 21/09/2015, 14:53

Dalla pagina della rivista il Gommone...

STACCO DI SICUREZZA OBBLIGATORIO?
VOI COSA NE PENSATE? PARTECIPATE AL SONDAGGIO
Dopo i gravissimi incidenti avvenuti a fine agosto in Croazia e a settembre a Cannes, costati la vita a due persone e che – forse – si sarebbero potuti evitare se i piloti avessero indossato il braccialetto di sicurezza, abbiamo pensato di preparare un sondaggio per sapere cosa ne pensate voi. Ritenete sia giusto rendere obbligatorio l’utilizzo, in navigazione, per natanti e imbarcazioni, dello stacco di sicurezza? Nei prossimi mesi, tra l’altro, dovrebbe essere varato il nuovo Codice della Nautica e, se risponderete numerosi, potremo fornire ai legislatori uno strumento in più per inserire questa norma nella nuova legge. In alcuni Paesi europei, infatti, l’obbligo di indossare il «braccialetto» c’è già, ma solo per le unità fuoribordo. E poi ci sono ancora alcune Case di motori entrofuoribordo che lo «stacco» non lo forniscono nemmeno! Dite la vostra, dunque, cliccate qui e votate:

https://it.surveymonkey.com/r/stacco_di_sicurezza

Avatar utente
alessandro
Addetto settore nautico
Messaggi: 2218
Iscritto il: 07/05/2008, 9:13
Gommone: AMrib 355 ST
Motore: tohatsu 40hp
Località: Foshan China

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda alessandro » 22/09/2015, 1:13

Io voto per l'abolizione della patente nautica, sostituita dall'obbligo di creare una cartellonistica su porti e scivoli mirata all'informazione di norme basilari come allacciare lo stacco, navigare a bassa velocità nelle zone di manovra, prestare attenzione alle persone a bordo etc etc, limiti e pericoli della zona specifica.
Più pattugliamenti in mare con mezzi piccoli per poter prestare soccorso o vigilare sugli stolti in tempo reale e non per controlli punitivi
Mi starebbe bene una tassa sulla commercializzazione dei natanti in modo che tanti più c'è ne sono in commercio e tanto più budget avrebbero per migliorare i servizi
Lo stacco di sicurezza deve evolversi e diventare automatico, a marcia inserita se lasci la mano dalla manetta senza averlo allacciato il motore si spegne: da un 5hp ad una nave da 24metri.
asso54(volvop 550), stil-na56(Yam75), mar-co64(mercruiser350), Free-Whale18(mer 40), FW18(Yam 115), FW21(optimax150), FW400DL (mer 40), FW 320DL (mer 20), AMrib 355ST (mer 40),AMrib 285ST (mer 40)

Avatar utente
simo
Abituale
Messaggi: 1950
Iscritto il: 01/01/2012, 17:37
Gommone: ..
Barca: ..
Motore: ..
Località: sicilia

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda simo » 22/09/2015, 13:41

alessandro ha scritto:Io voto per l'abolizione della patente nautica, sostituita dall'obbligo di creare una cartellonistica su porti e scivoli mirata all'informazione di norme basilari come allacciare lo stacco, navigare a bassa velocità nelle zone di manovra, prestare attenzione alle persone a bordo etc etc, limiti e pericoli della zona specifica.
Più pattugliamenti in mare con mezzi piccoli per poter prestare soccorso o vigilare sugli stolti in tempo reale e non per controlli punitivi
Mi starebbe bene una tassa sulla commercializzazione dei natanti in modo che tanti più c'è ne sono in commercio e tanto più budget avrebbero per migliorare i servizi
Lo stacco di sicurezza deve evolversi e diventare automatico, a marcia inserita se lasci la mano dalla manetta senza averlo allacciato il motore si spegne: da un 5hp ad una nave da 24metri.


Condivido ma metterei il tutto in aggiunta alla patente nautica che renderei obbligatoria a partire dai 5 cv.. Non condividerò mai il TASSARE i natanti e in nessuna forma perché i soldi per i servizi si possono tirar fuori dalle TANTE TASSE che già in Italia paghiamo..
.................... I love Sicily .............. .................... I love Sicily ..............

Avatar utente
Francomaffio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5818
Iscritto il: 17/02/2013, 11:41
Gommone: MV620
Motore: Suzuki 140
Località: Dalmine (BG)

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda Francomaffio » 22/09/2015, 22:00

simo ha scritto:Condivido ma metterei il tutto in aggiunta alla patente nautica che renderei obbligatoria a partire dai 5 cv..


:iagree:
E' vero che non è la patente a rendere saggi ma almeno un minimo di nozioni base sono fondamentali per la conoscenza della navigazione.
Lo stacco è solo un piccolo esempio ma navigando si assiste a cose "dell'altro mondo".
Ciao Franco

Avatar utente
alessandro
Addetto settore nautico
Messaggi: 2218
Iscritto il: 07/05/2008, 9:13
Gommone: AMrib 355 ST
Motore: tohatsu 40hp
Località: Foshan China

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda alessandro » 23/09/2015, 2:16

Io parlo per dati di fatto, fino alle 6-12miglia già oggi ci puoi arrivare con un senzapatente da 5-6metri quindi che senso ha imporre la patente se usi un 8-10metri più sicuro?
Dico che la patente è un modo che la società usa per lavarsi la coscienza delegando le responsabilità con più forza, ma serve a poco in termini di aumento della sicurezza in mare.
Molto di più farebbero pagine pubblicitarie obbigatorie sulle riviste e cartellonistica presso porti e scivoli che ricordino in tempo reale quali comportamenti evitare etc
Tutti i soldi per conseguire la patente preferirei fossero reindirizzati per aumentare la presenza in mare di barche di soccorso che possano realmente evitare le tragedie in caso di incidenti.
Non dimentichiamoci poi il ritorno economico sull'economia, quanti non comperano una barca perchè non hanno la patente?
Non sono pazzo, in America funziona già così da anni, nessuna patente ma non fai 1miglio senza incontrare un gommone da 5m della capitaneria
asso54(volvop 550), stil-na56(Yam75), mar-co64(mercruiser350), Free-Whale18(mer 40), FW18(Yam 115), FW21(optimax150), FW400DL (mer 40), FW 320DL (mer 20), AMrib 355ST (mer 40),AMrib 285ST (mer 40)

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda Roccia » 23/09/2015, 17:51

alessandro ha scritto:Io parlo per dati di fatto, fino alle 6-12miglia già oggi ci puoi arrivare con un senzapatente da 5-6metri quindi che senso ha imporre la patente se usi un 8-10metri più sicuro?
Dico che la patente è un modo che la società usa per lavarsi la coscienza delegando le responsabilità con più forza, ma serve a poco in termini di aumento della sicurezza in mare.
Molto di più farebbero pagine pubblicitarie obbigatorie sulle riviste e cartellonistica presso porti e scivoli che ricordino in tempo reale quali comportamenti evitare etc
Tutti i soldi per conseguire la patente preferirei fossero reindirizzati per aumentare la presenza in mare di barche di soccorso che possano realmente evitare le tragedie in caso di incidenti.
Non dimentichiamoci poi il ritorno economico sull'economia, quanti non comperano una barca perchè non hanno la patente?
Non sono pazzo, in America funziona già così da anni, nessuna patente ma non fai 1miglio senza incontrare un gommone da 5m della capitaneria

:iagree:
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Avatar utente
simo
Abituale
Messaggi: 1950
Iscritto il: 01/01/2012, 17:37
Gommone: ..
Barca: ..
Motore: ..
Località: sicilia

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda simo » 23/09/2015, 19:55

@Alessandro
Io parlo per dati di fatto, fino alle 6-12miglia già oggi ci puoi arrivare con un senzapatente da 5-6metri quindi che senso ha imporre la patente se usi un 8-10metri più sicuro?

Il dato di fatto è una cosa giusta e corretta?

Dico che la patente è un modo che la società usa per lavarsi la coscienza delegando le responsabilità con più forza, ma serve a poco in termini di aumento della sicurezza in mare.
Molto di più farebbero pagine pubblicitarie obbigatorie sulle riviste e cartellonistica presso porti e scivoli che ricordino in tempo reale quali comportamenti evitare etc


D'accordo con cartellonistica e pubblicità ma perché non anche la patente?

Tutti i soldi per conseguire la patente preferirei fossero reindirizzati per aumentare la presenza in mare di barche di soccorso che possano realmente evitare le tragedie in caso di incidenti.


D'accordo, ma perché far fare solamente l'esame da privatista e non anche dei corsi formativi gratuiti presso le Capitanerie di porto, togliendo il monopolio alle scuola guida che chiedono un sacco di soldi che di certo non finiscono per servizi nautici? E molto spesso con dubbia preparazione..

Non dimentichiamoci poi il ritorno economico sull'economia, quanti non comperano una barca perchè non hanno la patente?


Secondo me è la cultura a far crescere i mercati..

Non sono pazzo, in America funziona già così da anni, nessuna patente ma non fai 1miglio senza incontrare un gommone da 5m della capitaneria
[/quote]

Gli Americani hanno sempre ragione? Tuttavia dalle mie parti i gommoni della capitaneria si incontrano e spesso.. Sicuramente ci sono aree che andrebbero potenziate!
.................... I love Sicily .............. .................... I love Sicily ..............

Avatar utente
alessandro
Addetto settore nautico
Messaggi: 2218
Iscritto il: 07/05/2008, 9:13
Gommone: AMrib 355 ST
Motore: tohatsu 40hp
Località: Foshan China

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda alessandro » 15/10/2015, 0:43

Simo, un dato di fatto è una realtà, corretta o no è una convenzione dettata dalle regole che non fa variare il dato sugli incidenti che è bassissimo.
La patente è un dato di fatto che sono in molti circolanti a non averla conseguita, quindi la sua inutiltà è già palese
Non ho detto che gli Americano hanno sempre ragioni, ma che il modello meno patenti e più presenza di controlli informativi già esiste e funziona (se bene o male se ne può discutere)
asso54(volvop 550), stil-na56(Yam75), mar-co64(mercruiser350), Free-Whale18(mer 40), FW18(Yam 115), FW21(optimax150), FW400DL (mer 40), FW 320DL (mer 20), AMrib 355ST (mer 40),AMrib 285ST (mer 40)

Avatar utente
simo
Abituale
Messaggi: 1950
Iscritto il: 01/01/2012, 17:37
Gommone: ..
Barca: ..
Motore: ..
Località: sicilia

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda simo » 15/10/2015, 8:21

Si Alessandro, infatti io mi riferivo al "dato di fatto no patente" che secondo me non è una cosa giusta che sia così..! Anche se, come sostieni tu che sicuramente hai dati da fonti certe, non farebbe cambierebbe il numero degli incidenti.. Per il resto: più informazione e cartellonistica mi trovi invece pienamente d'accordo.
.................... I love Sicily .............. .................... I love Sicily ..............

Avatar utente
hawk720
Abituale
Messaggi: 3348
Iscritto il: 09/09/2006, 17:40
Gommone: un tempo avevo il focchi 730/honda 225
Località: roma

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda hawk720 » 15/10/2015, 10:18

Vorrei solo aggiungere che anche in un paese marinaro come l'Inghilterra (come in moltissimi altri) non esiste patente nautica per il diporto e quando la comunità europea ha provato ad imporla gli hanno risposto che da il sistema va avanti così da sempre e va benissimo così. I dati, per loro, parlano chiaro in favore del loro sistema. Anche se va detto che c'è un dibattito in merito in corso da parte di chi è a favore.
Sulla patente, a testimonianza dell'assurdità del sistema, vi racconto proprio un recentissimo episodio personale. Quindici giorni fa l'ho rinnovata. Per farlo ho dovuto sostenere la visita medica con una prova di riflessi a lucine e pulsanti che è durata una quindicina di minuti. Pensavo di conseguire un abilitazione per andare in orbita... Ora, mi chiedo, ma che importanza ha nella nautica una prova di prontezza i riflessi se pensiamo che la patente nautica abilità in realtà al comando, tanto che se sono a bordo posso tranquillamente far timonare anche una persona senza patente? Per una patente auto da 300 kmh, una di una una moto da 180 HP non ti fanno alcuna prova di riflessi e per pilotare una barca si ? Ora, anche un bambino capisce che la prontezza di riflessi forse servirà più sull'asfalto che per mare. Ma noi siamo un paese originale...

Avatar utente
simo
Abituale
Messaggi: 1950
Iscritto il: 01/01/2012, 17:37
Gommone: ..
Barca: ..
Motore: ..
Località: sicilia

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda simo » 15/10/2015, 13:07

@hawk
Le prove di riflessi per il rinnovo io le faccio ogni 5 anni per le patenti superiori c/d, ma sono d'accordo con te che servono molto meno per la nautica, ma questo riguarda un sistema sbagliato che come sempre finisce solo per far cassa.. Come dicevo un paio di post fa io darei la "cultura gratuitamente" ovvero corsi di patente o chiamiamola semplice cultura marinara/navigazione a chiunque volesse affacciarsi a questa meravigliosa passione..
Poi è chiaro che se il tuo babbo ti portava in barca con se sin dai primi anni di vita e hai la passione per la nautica, sicuramente non avrai bisogno di nessuna iniziazione ad essa.. Ma sempre secondo me è giusto comunque prima dimostrare che è così.. Per poter essere abilitato!
.................... I love Sicily .............. .................... I love Sicily ..............

Avatar utente
Francomaffio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5818
Iscritto il: 17/02/2013, 11:41
Gommone: MV620
Motore: Suzuki 140
Località: Dalmine (BG)

Re: Tragedia al Cannes Yachting su gommone Magazzu

Messaggioda Francomaffio » 15/10/2015, 17:58

Esasperando il Vs concetto :
anche i ROM guidano da sempre senza patente e guidano molto meglio della media dei comuni mortali (soprattutto quando fuggono... sss_xxx-sss ) , ergo la patente stradale non serve!
Ovviamente il caso è estremo come rimane estrema e remota la possibilità che un infermo mentale sia appassionato di nautica e quindi decida improvvisamente di causare danni pilotando un gommone a 35 nodi con un 40/60 ... ma ad oggi la legge lo permette.
Seguendo quanto sopra dovremmo permettere ad un infermo mentale di girare con un 300 CV se ho capito bene.
Perchè non scordiamoci che NO patente = NO visita medica .
Questo è l'estremo, nel mezzo ci stanno quelli che mai son saliti su un mezzo nautico e non hanno fatto la gavetta, quelli che lo prendono a noleggio una volta ogni 3 anni....
Ovviamente è solo il mio punto di vista.

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Saloni Nautici , fiere, eventi e rassegna stampa”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti