Zar 65. Primo contatto

Discussioni sui gommoni rigidi dedicati al normale diporto e su tematiche a carattere generico per gli appassionati del gommone.
Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9508
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Zar 65. Primo contatto

Messaggioda Blackfin » 14/08/2018, 12:00

L'occasione, presentatasi quest'anno, di navigare insieme all'amico Jaco mi ha consentito di osservare da vicino questo battello sia alla fonda che in navigazione.
Coperta: la scelta di avvalersi in modo esteso della vtr anche per le sovrastrutture ha consentito a questo Costruttore, cui bisogna riconoscere una encomiabile cura dei dettagli, di creare una miriade di vani e ripostigli utilissimi, specie in questa classe di lunghezza f.t., non solo per la navigazione ma anche per rendere facilissimo l'utilizzo in c.n.
Anche l'organizzazione delle sedute è studiata meticolosamente a livelli difficilmente raggiungibili anche da altri battelli top di gamma.
Il risvolto della medaglia è che l'esteso utilizzo della vtr e i volumi disponibili per il carico utile portano inevitabilmente su il dislocamento totale. Non credo di essere lontano dal vero ipotizzando valori (anche di capienza e comodità ) non lontani da quelli di RIB "convenzionali" di 1 m. di lunghezza f.t. maggiore. Dal punto di vista economico ciò può costituire un risparmio per spese di ormeggio e rimessaggio.
In navigazione: lo Zar di Jaco monta un Suzuki 175 4T . Considerando che l'utilizza con 2 - 3 persone al max, anche sulla risposta che gli ho visto fornire in accelerazione mi pare, per un impiego turistico come il suo, un'eccellente scelta.
L'assetto è eccellente e, cosa di cui sono sempre stato convinto, i Suzuki eccellono quando accoppiati a battelli non leggeri, per il rapporto di riduzione al piede e il tipo di eliche che possono montare (vds. ultimo articolo di Akes sulla Rivista).
Per la sua conformazione di carena, in grado di farlo planare senza troppo sforzo da parte del motore ma con una prua alta e tagliente, mi arrischio ad affermare (salvo smentita da prova diretta, assente in queste giornate di mare calmo) che il mare più adatto allo Zar 65 è proprio quello Croato, in cui, per la presenza di tante isole, raramente il fetch porta ad altezze d'onda eccessive.
Anche i consumi medi dichiarati da Jaco (circa 1,2 lt. Mg.) mi sembrano più che buoni.





Condividi



Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Torna a “Il Gommone semirigido RIB”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: albertgazza, Maverick, Mose' e 81 ospiti