Turbo-water-jet quali i vantaggi?

Parliamo di eliche e motori fuoribordo. Tuning e manutenzione meccanica del fuoribordo
Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9555
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Turbo-water-jet quali i vantaggi?

Messaggioda Blackfin » 22/02/2018, 4:06

La preponderante diffusione dei fuoribordo nella piccola nautica da diporto (diciamo entro i 10 mt. f.t.) e le crescenti performance in termini di potenza/peso non devono far dimenticare le altre forme di propulsione che interessano gli scafi plananti. In queste dimensioni gli entrofuoribordo sono abbastanza poco diffusi per i maggiori costi di manutenzione, controbilanciati in parte dalla minore appetibilità da parte dei malviventi rispetto a quella dei motori amovibili. Esiste però una 3^ via, ad ora poco percorsa se non per fun boat come questa:



https://youtu.be/APhquYMfXJ0

si tratta della propulsione water jet. Le case più importanti ad aver messo a disposizione questo tipo di propulsione sono Castoldi Jet , che rappresenta un pò il top di gamma con materiali sofisticati e costosi e che copre anche yacht e mezzi da competizione, mentre nel mercato della piccola nautica la torta è divisa tra Yamaha e Rotax (del megagruppo BRP di cui fa parte anche Evinrude). Entrambe per ottenere elevate prestazioni di potenza/peso hanno fatto ricorso a motori a benzina turbocompressi (da cui il titolo del post), la prima con un 4 cilindri 1,8 lt. con potenza fino a 230 hp, la seconda con un 3 cilindri 1,5 lt che esprime un max di 250 hp. Parliamo quindi di rapporti potenza/peso eccellenti con la particolarità per Rotax di avere il raffreddamento del motore a circuito chiuso con scambiatore di calore che, credo, che abbia il suo peso nel raggiungimento di una maggiore potenza specifica. Yamaha presso i diportisti USA gode della fama di maggiore affidabilità. Da questa prova è possibile avere una idea del rapporto prestazioni consumi (gradito sarebbe l'intervento del nostro Akes per un confronto a parità di pesi e potenze in gioco con i fb) :



https://youtu.be/XozZ0Qb7FLo

Oltre al minor rischio di furti è importante evidenziare la maggiore sicurezza connessa con questo tipo di propulsione, essenzialmente per 2 motivi:
- negli impieghi in aree balneari l'assenza dell'elica elimina i rischi di incidenti;
- la potenziale vulnerabilità dell'elica agli oggetti galleggianti ma duri (pensate ad una bombola di gas alla deriva, come capitato ad un nostro Forumista), che in una traversata in solitaria è un rischio incombente.
Cosa verrebbe fuori combinando uno scafo in lega come quelli Akesdesign con uno di questi propulsori?





Condividi



Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Torna a “Eliche & Motori”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 59 ospiti