Una delusione da Simrad

Tutto sull'impianto elettrico del nostro natante, Radio Vhf , GPS, Ecoscandaglio, Pompe di sentina , Batterie, Luci di via, Fari e segnalazioni luminose.
Avatar utente
Paolo62
Abituale
Messaggi: 4792
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Gommone: Mar-co 64 Altura
Motore: Yamaha 150 CV 4T
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Una delusione da Simrad

Messaggioda Paolo62 » 09/07/2018, 13:31

Qualche anno fa, dopo l'acquisto del mio attuale gommone, decisi di installare un Plotter che potesse essere la base della strumentazione da installare anche perchè, la consolle del mio Gommone non è proprio "spaziosa. Individuai un Plotter denominato NSS7 della Simrad che, oltre ad essere un prodotto in quel momento "nuovo" mi sembrava anche affidabile, pratico e facilmente gestibile e riferito ad un marchio assolutamente primario. Esso poi, gestisce attraverso i propri comandi, anche altri strumenti che mi interessavano: Flussometro carburante e Radio. Devo dire che queste impressioni sono poi state confermate nei successivi anni di utilizzo.
Successivamente collegai al plotter 2 periferiche gestite attraverso la rete NMEA 2000. Quindi acquistai e costruii la rete e vi collegai il Sonic Hub ed un flussometro per il carburante. Il flussometro non è proprio preciso, ma fortunatamente si può tarare e un po' alla volta si riesce a portarlo ad una misurazione abbastanza reale. Solo che dopo 2 anni di servizio, quest'anno si è bloccato ed ho dovuto sbloccarlo, fino ad ora, 3 volte . Quando si blocca succede che non segna consumo di carburante o segna un consumo assolutamente inesatto. Quindi, ad esempio, al Garda ha segnato "0", all'uscita successiva, dopo averlo sbloccato, ha segnato bene, poi si è di nuovo bloccato all'uscita successiva segnando 1 litro per 35 miglia (magari!). Questo si è ripetuto altre 2 volte poi le ultime 2 uscite le ha segnate bene. Ora spero che alla prossima uscita non si blocchi di nuovo. L'apparecchio è tutto sigillato e quindi non si può intervenire in alcun modo se non staccando i tubi del carburante ed agendo meccanicamente per sbloccare la girante. Comunque forse si è trattato di un episodio e quindi staremo a vedere cosa succede da qui a fine stagione. Ad inizio stagione invece, ha cessato di "funzionare" il Sonic Hub. Dopo un po' di tentativi "casalinghi" ho telefonato al servizio assistenza di Navico, importatore di Simrad. Un tecnico gentile e disponibile mi ha fatto fare una serie di test per verificare la funzionalità della rete che effettivamente operava. Mi ha poi fatto controllare l'alimentazione ed, infine, mi ha detto :" tutto quello che potevamo fare da remoto lo abbiamo fatto, a questo punto le consiglio di mandarcelo in riparazione ma deve passare per il venditore che lo inoltrerà a noi." Allora vado dove ho acquistato l'apparecchio, da Gibellato di Campodarsego e ho consegnato, previo pagamento di 60 euro per il trasporto e l'emissione del preventivo, l'apparecchio per la spedizione a Navico. Dopo circa 15 giorni mi ha telefonato un commesso di Gibellato e mi ha detto che l'apparecchio non è riparabile e che mi suggerivano il cambio con uno nuovo a fronte del pagamento, da parte mia, del 50% del prezzo di vendita del Sonic Hub. Ho chiesto chiarimenti circa le motivazioni del guasto e su quanto avrei dovuto pagare per il nuovo apparecchio.
Quando ho acquistato, nel 2015 il Soni Hub, lo pagai 270 Euro compresa la periferica per il collegamento bluetooth. L'offerta di oggi invece è di 480 Euro che, scontata del 50% diventa 240. Quindi io avrei dovuto pagare 240 Euro, oltre i 60 già spesi, per avere un apparecchio praticamente identico a quello comprato 3 anni fa. Insomma, ogni 3 anni, per ascoltare la musica, 300 Euro..........
Non me la sono sentita, ho fatto tornare l'apparecchio ed ora deciderò cosa fare. Forse in inverno smonto il plotter e lo porto dove riparano schede elettroniche, magari riescono a recuperarlo. Al di là della spesa, se ne buttano tanti di soldi con questi hobby, quello che mi ha infastidito è stata quella che, a mio avviso, è una presa in giro.
Ho quindi scritto al customer care di Navico ed anche di Gibellato. Una mail dove esponevo quanto riportato sostanzialente qui sopra senza chiedere nulla, ma manifestando la mia disapprovazione per un comportamento a mio avviso non corretto.
Nessuno ha risposto né per scritto, ne per mail. Mi dispiace perchè pensavo, avendo comprato un profondo che avrebbe dovuto essere di qualità superiore, che in caso di guasto, pur fuori garanzia, le condizioni per la riparazione sarebbero state più serie.
E' ovvio che mi guarderò bene, in futuro dall'acquistare prodotti dello stesso marchio e con la stessa origine, e mi dispiace perchè Simrad è un marchio degno di nota, ma poche sono le cose che un singolo consumatore può fare, e decidere di acquistare altrove è una di queste.
Ci ho tenuto ad informare il forum perchè almeno gli utenti, che in gran parte conosco anche personalmente e con i quali si sono instaurate relazioni amichevoli da ormai molti anni, siano edotti di quanto può succedere anche con marchi così importanti.





Condividi



1967 Immagine'86 Immagine '88Immagine'05Immagine'07Immagine'10Immagine'13 Immagine

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Torna a “Elettronica, strumenti e impiantistica di bordo”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti