Difficile scelta del rimorchio

Rimorchi Porta barca TATS, e accessori per trailer e carrelli , normativa sui rimorchi , patente BE.
Avatar utente
Paolo62
Abituale
Messaggi: 4792
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Gommone: Mar-co 64 Altura
Motore: Yamaha 150 CV 4T
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Paolo62 » 16/06/2018, 9:22

E' da un po' che sto guardandomi attorno per risolvere il problema del sovrappeso sul carrello.
La mia attuale configurazione prevede un Ellebi 1220 attrezzato con verricello manuale ed elettrico, batteria per verricello (peso circa 45 Kg), ruota di scorta più la rulleria di serie. In pesa ho registrato un 1670 Kg con i serbatoi vuoti.

Considero che, all'atto pratico, è difficile avere i serbatoi vuoti o quasi, in qualsiasi momento dell'anno. Forse a fine stagione si può pensare di vuotare l'acqua e magari anche la benzina, ma quando si viaggia in stagione diventa, di fatto, impraticabile farlo sempre con pochi liquidi. Io ritengo che un calcolo corretto da fare sia di considerare una 30 di litri di acqua e 70-100 di carburante che in termini di peso assommano a 100-110 kg.
In questa condizione il peso del mio assieme giunge a 1770-1780 Kg

Qui nasce il dubbio. Prendere un 1800 kg monoasse (avrei puntato Cresci ma potrebbe essere anche Ellebi) oppure un 2000 che però fanno solo biasse? A causa del maggior peso del carrello, il biasse, pur incrementando la massa complessiva di 200 kg mi fa guadagnare solo 100 kg in portata. Il mio limite di traino è 2000 Kg. Oltre non posso andare in quanto traino con il camper, ma se traino con l'auto ancora meno (1600). Se l'auto costituirebbe un limite superabile (la cambio con una certa frequenza) il camper l'ho appena acquistato e, praticamente tutti, hanno limite a 2000 Kg.

La gestione del Biasse è decisamente più complicata, nel senso che la movimentazione a mano diventa di fatto impossibile. Io invece spesso muovo a mano il mio carrello, anche con il moover, se avessi un biasse tutto questo sarebbe impossibile complicandomi non poco le tematiche di rimessaggio sia in stagione che a fine stagione. Dove lascio il gommone, infatti, movimento a mano praticamente ogni volta.

Mi sono recato da un potenziale fornitore che considero ben preparato ed abbiamo ragionato lungamente sulle opzioni. Lui esclude il Biasse per i problemi di movimentazione, ed anche perchè l'aumento di soli 100 Kg di portata, secondo lui non lo rende così vantaggioso, inoltre, pur vendendo sia Cresci che Ellebi, mi spinge verso Ellebi i cui punti di forza sono:

1 - telaio più basso e più rigido (bitrave)
2 - telaio in 3 lunghezze diverse e quindi più adattabile alla lunghezza del mio battello
3 - sistema mozzi con dispositivo di retromarcia più stabile nel tempo (non necessita di regolazioni e quando sono da fare sono molto semplici)
4 - fanaleria quasi stagna ed impiantistica elettrica completamente interna
5 - maggiore larghezza della carreggiata (10 cm)

L'unico punto di forza di Cresci, che lui considera un buon carrello, assolutamente in grado di svolgere le sue funzioni, è il sistema di varo ed alaggio simil Satellitè che è indubbiamente, a mio avviso, impagabile.

Resta il fatto che se prendo un 1800 di massa complessiva sono già fuori peso anche se di molto poco.
Mi ha fornito un'interpretazione che non avevo mai sentito prima: Secondo lui, se si viene accompagnati in pesa per un controllo, l'ente accertatore (polizia o altri) effettua la pesata dell'asse e poi sottrae il peso caricato sul gancio (da libretto) questo peso, infatti, non grava sull'asse, ma sull'occhione e quindi si scarica sul trattore. Entrambi i rimorchi (Ellebi e Cresci) indicano la massa complessiva e la portata dell'asse. Mi ha mostrato il libretto di circolazione di un carrello nuovo che aveva appena venduto, nel quale questi 2 valori sono equivalenti a conferma di quanto affermato. Dice anche di essere stato pesato più volte e che gli agenti hanno sempre agito così. In pratica: se si viene accompagnati in pesa si lascia gravare sulla bilancia il solo asse del carrello con carrello agganciato, se la pattuglia ha le pese mobili le mette sotto le ruote e quindi il peso scaricato sul gancio non viene considerato. Se per mancanza di spazio il carrello viene sganciato e poggiato interamente sulla pesa, dal peso rilevato si sottraggono gli 80-100 kg indicati come peso sul gancio.

Ora, entro qualche mese dovrò prendere questa decisione e mi interessa raccogliere quante più opinioni possibili per avere più spunti di riflessione.
Vi ringrazio tutti in anticipo per i vostri contributi...
:d:





Condividi



1967 Immagine'86 Immagine '88Immagine'05Immagine'07Immagine'10Immagine'13 Immagine

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Saxthemax
Il Gommonauta tirolese
Il Gommonauta tirolese
Messaggi: 13776
Iscritto il: 02/05/2005, 7:11
Gommone: Mar.Co Altura 53
Motore: Mercury F40 EFI Orion
Località: Bolzano
Contatta:

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Saxthemax » 16/06/2018, 10:35

Ciao Paolo.
Visto come utilizzi il rimorchio anche per me il biasse ti risulterebbe molto scomodo...
Sia Cresci che Ellebi sono due ottimi marchi ma quest'ultimo da quando è stato acquisito da Thule è un pò calato...
Da poco si è affacciata sul mercato una nuova azienda la Trailer Group (che potrebbe essere la ex Simacar di Perugia) che produce rimorchi in alluminio con componenti in acciaio.
Anche loro il 2000 lo fanno solo biasse ma il 1800 minoasse in alluminio ha una portata utile pari ai tuoi pesi attuali ed anche la rulleria sembrerebbe molto simile al sistema Satellite...
Premetto che dalle voci son molto cari ma per via del materiale anche molto durevoli.
i miei gommoni....
Immagine

Avatar utente
Vincenzo
Abituale
Messaggi: 2558
Iscritto il: 05/05/2005, 22:42
Gommone: MAR.CO Twentytree
Motore: Honda 225cv 4t
Località: Perugia

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Vincenzo » 16/06/2018, 13:21

Ciao Paolo, per parte mia ti consiglierei di prendere in considerazione anche il Silar Spoleto Rimorchi gemellato da 2000 kg.
Nessun problema di movimentazione da fermo (io movimento il mio 2500 con sopra il Twentythree sia a mano che con muover, senza alcun problema); ottima tenuta di strada con telaio ribassato, ottima rulleria che consente il varo e alaggio del mio gommone, non peso piuma, su scivolo, possibilitá di slitta varo/alaggio aggiuntiva, portatarga in alluminio con luci led ( basta i falsi contatti), molti componenti in acciaio inox (supporti rulli, parafanghi, asta tirante freni, piastra verricello elettrico ecc.), ottima disponibilitá del titolare Giorgio... unica pecca, un po’ piú costoso dei concorrenti... ma a mio avviso la differenza giustifica il maggior costo. Ho avuto sia Cresci (mono e beasse) che Ellebi (mono e biasse), quindi mi sento ti poter parlare con cognizione di causa ;-)

zikiki
Abituale
Messaggi: 625
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda zikiki » 16/06/2018, 13:52

Vincenzo ha scritto:Ciao Paolo, per parte mia ti consiglierei di prendere in considerazione anche il Silar Spoleto Rimorchi gemellato da 2000 kg.


Ciao Paolo
Il discorso sulla sconvenienza del biasse non la condivido...... Avrai anche solo 100 kg in più di portata ma a livello di sicurezza, argomento sul quale mi sembra tu sei molto sensibile,non c'è proprio paragone.anche fossero 200 kg sottodimensionato avrai sempre due assi che sono impareggiabili.
Ora se hai problemi di movimentazione quoto il messaggio sopra perché anche a mio avviso sono il top dei carrelli,quelli col telaio ribassato.
A meno di casi particolari su gommoni come i nostri i mono asse non sono proprio il massimo...... Ma purtroppo molto spesso ci sono diversi fattori che ne giustificano l'acquisto.

Ciao

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Paolo62
Abituale
Messaggi: 4792
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Gommone: Mar-co 64 Altura
Motore: Yamaha 150 CV 4T
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Paolo62 » 16/06/2018, 14:25

Lo so che Vincenzo è, a ragione, un "fan" di Spoleto. Come Sansacs lo è di Balbi, parimenti a ragione. Sono entrambi costruiti molto bene. Il problema è il costo, entrambi superano abbondantemente i 5.000 Euro. Onestamente è un eccesso che, anche per me, è difficile da accettare. Cioè, rientrando il mio ad un valore stimato di 1500 euro, con Spoleto e Balbi spenderei esattamente il doppio di Ellebi e Cresci.

@ zikiki, se non ci fosse il problema della movimentazione a mano prenderei "subito" il Biasse.

@sax, il tecnico da me consultato, un vero esperto in carrelli, dice che Ellebi oggi è "nettamente" migliore di Ellebi di 10 anni fa. Io faccio fatica a esprimere un parere, però secondo lui Knott ha i cuscinetti più stagni di Al-ko (Cresci e Spoleto) il sistema di retromarcia molto più facilmente regolabile e stabile, il sistema di lavaggio mozzi efficace mentre quello di Al-ko, "fa finta" di lavare. Il baricentro è più basso di 10 cm, la carreggiata più larga di 6 e la coesistenza a catalogo di 3 lunghezze diverse permette di avere un carrello lungo 7,4/7.5 metri fuori tutto, cosa che con Cresci non è possibile.

Ci fosse almeno il prezzo a spostare la preferenza da una parte..... :rofl: invece no, costano la stessa cifra.

Il telaio a doppia trave flette meno e questo è intuibile e comunque anche il mio attuale Ellebi, da quel punto di vista è notevole. Devo dire che il mio attuale carrello mi soddisfa, ho dovuto lavorarci un po' per renderlo efficace, ma ora si comporta benissimo sia come tenuta di strada, frenata ed anche il varo/alaggio è sempre preciso. L'unico problema è che è sovraccarico e quindi in sanzione pur se, a mio avviso, assolutamente in grado di sostenere il peso che gli ho caricato. Il sistema molla/ammortizzatore, cambiato da me lo scorso anno, è comunque "a tampone" e così non va bene, ha troppa poca escursione per essere efficace. Insomma è un carrello che viaggia sempre in condizioni limite, alle quali sopperisco con velocità basse (che poi sono quelle del C.D.S.) e la motrice molto pesante.
1967 Immagine'86 Immagine '88Immagine'05Immagine'07Immagine'10Immagine'13 Immagine

Avatar utente
spargiotto
Abituale
Messaggi: 486
Iscritto il: 10/07/2008, 22:25
Gommone: Nautica Led GS 680 XL
Motore: Mercury Verado 200
Località: Vercelli

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda spargiotto » 16/06/2018, 14:43

Ciao Paolo , intervengo solo per scrivere che io sono stato portato in pesa dalla Polizia Stradale nel 2014 ( avevo ancora il Solemar sul monoasse ) , ma il carrello avevano voluto sganciarlo per pesarlo , senza poi detrarre niente dalla pesata .
Il sole che brucia il viso , il maestrale che mi spettina , rotta su Bonifacio , si naviga a vista ...

Avatar utente
ale70
Abituale
Messaggi: 1854
Iscritto il: 23/03/2010, 20:19
Gommone: coaster 650
Motore: Yamaha f150
Località: padova

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda ale70 » 16/06/2018, 14:58

ciao, sto utilizzando il terzo ellebi e anche secondo me la qualitò pregettuale di quest'ultimo marchiato tulle/ellebi è nettamente superiore ai precedenti.
ottimo per stabilità il comportamento in strada, sistema freno repulsore che non da mai problemi in retromarcia, telaio a travi paralleli, larghezza della culla che permette un adeguato sostegno in termini trasversali.
non mi piace invece la rulleria che è stata realizzata utilizzando del tondino di acciaio pieno e quindi peso inutile.
se dovessi ricomprarlo adesso lo farei chiedendo di utilizzare sostegni dei rulli più leggeri.
"sembrerà paradossale ma la condizione per discutere è essere d’accordo"

Avatar utente
albertgazza
Abituale
Messaggi: 645
Iscritto il: 15/04/2013, 17:35
Barca: marsea sp90
Motore: mercury orion 40cv
Località: varese

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda albertgazza » 16/06/2018, 16:10

spargiotto ha scritto:Ciao Paolo , intervengo solo per scrivere che io sono stato portato in pesa dalla Polizia Stradale nel 2014 ( avevo ancora il Solemar sul monoasse ) , ma il carrello avevano voluto sganciarlo per pesarlo , senza poi detrarre niente dalla pesata .

Idem come per Massimo, in pesa, sgancio carrello e pesatura senza detrazione
ciao

zikiki
Abituale
Messaggi: 625
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda zikiki » 16/06/2018, 17:08

Paolo62 ha scritto:Lo so che Vincenzo è, a ragione, un "fan" di Spoleto. Come Sansacs lo è di Balbi, parimenti a ragione. Sono entrambi costruiti molto bene. Il problema è il costo, entrambi superano abbondantemente i 5.000 Euro. Onestamente è un eccesso che, anche per me, è difficile da accettare. Cioè, rientrando il mio ad un valore stimato di 1500 euro, con Spoleto e Balbi spenderei esattamente il doppio di Ellebi e Cresci.

@ zikiki, se non ci fosse il problema della movimentazione a mano prenderei "subito" il Biasse.

@sax, il tecnico da me consultato, un vero esperto in carrelli, dice che Ellebi oggi è "nettamente" migliore di Ellebi di 10 anni fa. Io faccio fatica a esprimere un parere, però secondo lui Knott ha i cuscinetti più stagni di Al-ko (Cresci e Spoleto) il sistema di retromarcia molto più facilmente regolabile e stabile, il sistema di lavaggio mozzi efficace mentre quello di Al-ko, "fa finta" di lavare. Il baricentro è più basso di 10 cm, la carreggiata più larga di 6 e la coesistenza a catalogo di 3 lunghezze diverse permette di avere un carrello lungo 7,4/7.5 metri fuori tutto, cosa che con Cresci non è possibile.

Ci fosse almeno il prezzo a spostare la preferenza da una parte..... :rofl: invece no, costano la stessa cifra.


Ok per i 5000 ...... Magari ci sono anche gli usati.
Per gli ellebi thule sono buoni ma hanno avuto gravi problemi con gli assali..... Se cerchi in rete e pure qui te ne renderai conto . sicuramente avranno risolto.
Per i cresci so che si sono fusi con satellite (forse sbaglio)e spero vivamente che da questi ultimi abbiano ereditato solo la filosofia dei rulli in quanto i telai erano veramente ridicoli.

Buona scelta e occhio anche alle lunghezze e se hanno gli assali regolabili.

Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9508
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Blackfin » 16/06/2018, 17:22

Ognuno ha ben presenti le proprie esigenze/possibilità ma anche la propria personale "visione" dei problemi, per cui il mio parere può essere poco utile.
In ogni caso io procederei predisponendo una organizzazione "flessibile" dei pesi non indispensabili. Parlo della batteria per il verricello elettrico e persino di quest'ultimo, studiando una soluzione che li veda posizionabili sul carrello (o, per la batteria, nelle immediate vicinanze) e collocandole, per il trasporto, sul trattore, con miglioramento del rapporto tra le due masse e minori rischi di furti sul carrello.
Disporresti così di almeno 50 kg. di ulteriore margine che allontanerebbero con certezza il peso complessivo dal limite dei 18 quintali. Potresti così scegliere un carrello più leggero sia come tara che come costo.
La mia personale preferenza va agli Ellebi, sia per disponibilità di ricambi quasi ovunque, sia per la possibilità, spostando l'assale, di trovare il miglior equilibrio complessivo.
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2262
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Uauaton V » 16/06/2018, 18:15

Blackfin ha scritto:Ognuno ha ben presenti le proprie esigenze/possibilità ma anche la propria personale "visione" dei problemi, per cui il mio parere può essere poco utile.
In ogni caso io procederei predisponendo una organizzazione "flessibile" dei pesi non indispensabili. Parlo della batteria per il verricello elettrico e persino di quest'ultimo, studiando una soluzione che li veda posizionabili sul carrello (o, per la batteria, nelle immediate vicinanze) e collocandole, per il trasporto, sul trattore, con miglioramento del rapporto tra le due masse e minori rischi di furti sul carrello.
Disporresti così di almeno 50 kg. di ulteriore margine che allontanerebbero con certezza il peso complessivo dal limite dei 18 quintali. Potresti così scegliere un carrello più leggero sia come tara che come costo.
La mia personale preferenza va agli Ellebi, sia per disponibilità di ricambi quasi ovunque, sia per la possibilità, spostando l'assale, di trovare il miglior equilibrio complessivo.


Per quanto espone Blackfin concordo,
io per esempio sia con l'auto che con il camper il verricello lo montato al momento e il cavo di corrente Positivo dalla batteria motore veniva portato al verricello con un cavo sovradimensionato e con un magnetotermico alla partenza vicino alla batteria come la foto ( batteria avviamento motore ) senza aggiungere altre batterie unica accortezza era che durante l'uso del verricello lasciavo in moto anche il motore dell'auto o del camper, il polo negativo lo prelevavo direttamente dalla massa delaio dei due veicoli risparmiando un cavo molto lungo come da foto.

La gestione del Biasse è decisamente più complicata, nel senso che la movimentazione a mano diventa di fatto impossibile. Io invece spesso muovo a mano il mio carrello, anche con il moover, se avessi un biasse tutto questo sarebbe impossibile complicandomi non poco le tematiche di rimessaggio sia in stagione che a fine stagione. Dove lascio il gommone, infatti, movimento a mano praticamente ogni volta.
su questa ultima frase che ho letto non sono d'accordo, in quanto da solo riesco far girare un biasse ( ovviamente senza il peso sopra ) semplicemente alzando al massimo il martinetto del ruotino sul timone fin quando le due ruote verso il timone si quasi scaricano e non fanno molto atrito ( attualmente ho un Ellebi 3500 Kg. e prima un Tecnicar 2000 stessa operazione, in tre persone posso farlo anche con il peso sopra, ma non è roba da settantenni come io ormai ho, perciò uso sempre più spesso l'auto con una corta cima ( anche perchè non ho il gancio sul muso dell'auto, che è una bella comodità ) che aggancio dove è meglio per farlo ruotare e comunque ci vuole sempre un'altra persona giù per usare il freno quando necessita.
Nel tuo caso non avrei dubbi meglio il mono asse che risparmi sui pesi ma verricello sganciabile e non un'altra batteria che poi comunque bisogna anche gestire, intendo dire per la gestione che deve essere sempre ben carica nella movimentazione con il verricello ( mentre l'alternatore con il motore acceso ti da sempre il massimo alla batteria nel frangente dell'utilizzo, quindi altro vantaggio con minor peso ) e mo tuca a ti laurà :ok: :wink:
Allegati
IMG_0081.JPG
IMG_1801.JPG
IMG_3475.JPG
IMG_3475.JPG (97.96 KiB) Visto 648 volte
IMG_3476.JPG
IMG_3476.JPG (96.06 KiB) Visto 648 volte

Avatar utente
Paolo62
Abituale
Messaggi: 4792
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Gommone: Mar-co 64 Altura
Motore: Yamaha 150 CV 4T
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Paolo62 » 16/06/2018, 18:59

Grazie a tutti per gli interventi.

@Albertgazza, @Spargiotto...... quella del peso sul gancio è un'interpretazione che mi lascia perplesso, diciamo che se volessero elevarmi una sanzione cercherei di usarla come "ultima spiaggia", ma la considero realmente tirata per i capelli.... Io non sono mai stato pesato e magari mai lo sarò, però cerchiamo di metterci a posto. Devo anche dire che c'è un minimo di tolleranza per cui se dovessi essere a 1900 di complessiva comunque 100 kg di sovraccarico comportano sanzioni realmente basse. (mi pare 35 euro)

@Nicola Blackfin, io non posso eliminare la batteria sul carrello, o almeno non lo posso fare nella maggior parte delle situazioni:
1 - traino con il camper che, ora dovrò accertarlo con il nuovo, è comunque sempre al limite o fuori limite. Trasferirei il problema del sovrappeso dal carrello al camper
2 - In darsena dove vado io i carrelli li movimentano con il trattore e quindi il collegamento con la mia motrice non è mantenibile. Vero è che loro mettono a disposizione delle batterie a bordo scivolo, ma dovrei allungare i cavi in maniera importante, poi attaccarmi con i "pinzoni".... insomma mi sembra un po' un una cosa poco sicura. L'assale si può spostare sia su Ellebi che su Cresci, solo che non si dovrebbe fare in quanto si va a modificare la distanza occhione/assale che è un dato di omologazione. Che poi si faccia lo stesso è altrettanto vero. Tecnicamente, comunque, si può spostare su entrambi.

@Uauaton.... muovere il carrello vuoto è una cosa che non faccio, il mio problema è muoverlo con il gommone su e 3 persone che mi aiutano non le ho quasi mai. Inoltre spesso devo incastrare il carrello in mezzo ai camper o in mezzo agli altri gommoni con margini di 10-15 cm e "l'uomo sul freno" o i movimenti "a scatti" non me li posso permettere. Se avessi un peso decisamente superiore come il tuo troverei un altro rimessaggio, ma è così comodo quello dove sono ora...... Poi come dici tu io sono un po' sul confine, il monoasse, considerata la qualità odierna degli pneumatici, è comunque un carrello sicuro e resta ancora la scelta più sensata anche in considerazione del traino con motrice prevalente.

@zikiki, i carrelli usati possono essere un'opzione, ma ogni tanto guardo e Balbi o Spoleto adatti e decenti non ne ho mai visti. Non dico "visti pochi", dico proprio mai !! Del resto sono carrelli molto validi e magari chi li ha li tiene o li vende assieme all'imbarcazione. Circa le problematiche degli assali Ellebi, è vero, anche Ale70 ha dovuto sostituirlo. Però quella sostituzione a lui è costata pochissimo nonostante fosse fuori garanzia da un po'. Questo secondo me è comunque sinonimo di serietà. Ormai sono passati diversi anni (almeno 7) e sui recenti non mi risulta ci siano stati altri episodi. Continuo a monitorare gli usati, anche perchè il cambio lo farò verso fine anno, ma ho poca fiducia !
1967 Immagine'86 Immagine '88Immagine'05Immagine'07Immagine'10Immagine'13 Immagine

Avatar utente
Leo F
Abituale
Messaggi: 742
Iscritto il: 10/10/2011, 17:24
Gommone: Akes 22' walkaround by AQA
Motore: Yamaha F200FETX
Località: firenze

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Leo F » 16/06/2018, 22:29

Paolo...se lo Spoleto costa troppo(vero...ma lo rivendi in un pomeriggio all'occorrenza)c'è un gemellare ottimo che fanno mi pare in Romagna...Forlì mi sembra.....cavolo mi sfugge il nome..forse ne parlava mabbond?costo sui 3000..il 2000kg.
Ora cerco un po e te lo dico...

Avatar utente
Leo F
Abituale
Messaggi: 742
Iscritto il: 10/10/2011, 17:24
Gommone: Akes 22' walkaround by AQA
Motore: Yamaha F200FETX
Località: firenze

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Leo F » 16/06/2018, 22:58


Avatar utente
Paolo62
Abituale
Messaggi: 4792
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Gommone: Mar-co 64 Altura
Motore: Yamaha 150 CV 4T
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Paolo62 » 17/06/2018, 14:31

I Pima, li conosco marginalmente. Li ho visti da un rivenditore della mia zona e sotto qualche gommone in giro per le marine. Non sono mai riuscito a recuperare informazioni sul comportamento ne’ in varo/alaggio, ne’ in strada. Quello che noto e’ che sono costruiti in maniera molto tradizionale, senza particolare attenzione ai rulli ( duri) e all’abbassamento del baricentro. Mi piacerebbe sentire un parere di chi lo usa, magari da qualche anno.
1967 Immagine'86 Immagine '88Immagine'05Immagine'07Immagine'10Immagine'13 Immagine

Avatar utente
Leo F
Abituale
Messaggi: 742
Iscritto il: 10/10/2011, 17:24
Gommone: Akes 22' walkaround by AQA
Motore: Yamaha F200FETX
Località: firenze

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Leo F » 17/06/2018, 22:29

Nel caso del pima puoi prenderlo senza rulli e mettere i rulli che preferisci...(anche in questo caso consiglio almeno per i centrali gli Spoleto...)
Non so se hanno le traverse inarcate...comunque sarebbe più basso di 8/10 cm... :roll: ecchissene...
Dalle foto qualcosa si capisce,vedo a cercarle per approfondire..

Avatar utente
Leo F
Abituale
Messaggi: 742
Iscritto il: 10/10/2011, 17:24
Gommone: Akes 22' walkaround by AQA
Motore: Yamaha F200FETX
Località: firenze

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Leo F » 17/06/2018, 22:36

http://www.pimarimorchi.com/i-rimorchi/ ... -tbg2.html
Ecco la foto : Lo vedo robusto dove serve...con rulli però inguardabili...

miglio78
Abituale
Messaggi: 564
Iscritto il: 09/11/2016, 14:09
Gommone: novamarine hd seven
Motore: mercury verado 200
Località: latina lido

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda miglio78 » 18/06/2018, 7:25

ho avuto questo carrello pima per diversi anni posso solo che parlare bene di questo prodotto in tutte le sue parti soprattutto la robustezza e la zincatura fatte per resistere e durare anni e anni
avevo il modello in foto gemellare lo trovai usato ma come nuovo non sapevo nemmeno l esistenza di un altro cantiere oltre Spoleto che produceva il gemellare ....
ci trasportavo un fisherman americano di 7metri dal peso di quasi 3 ton.il carrello non ha mai accennato un minimo problema di cedimento nelle sue parti ...non ho mai visto nulla del genere
l unica cosa i rulli li cambiai tutti perché quelli di serie erano ridicoli
a malincuore ho venduto questo carrello perché avendo la b96 non ci rientravo con la legge della somma totale arrivavo a 43.50 anzi che 42.50
posso solo che parlare bene di questo cantiere Pima e sono molto disponibili anche i proprietari
oggi ho un cresci 1800 e idem posso solo che consigliare l acquisto di entrambi
novamarine hd seven verado 200

Avatar utente
Calù
Abituale
Messaggi: 639
Iscritto il: 21/07/2014, 20:23
Gommone: Nuova Jolly Prince 21
Motore: Yamaha F200
Località: Prov. MI

Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Calù » 18/06/2018, 12:34

Ciao Paolo, sul mio cresci puoi spostare gli assale senza alcun problema, sul libretto non sono riportate le misure tra occhione e assale.
L’unico “problema” del cresci è la lunghezza, di solito sono un po’ più lunghi ( circa 30/50 cm a seconda del modello) degli altri di pari portata.
Però si può risolvere il problema spostando l’ultima traversa basculante in avanti quanto necessario.
Poi posso confermare che non ho mai avuto problemi ne con la retromarcia, lavaggio mozzi e reperibilità dei ricambi.
Due anni fa ho rotto un fanalino al Garda durante le manovre, nel giro di qualche giorno è arrivato nuovo al mio concessionario senza alcun problema...
Quest’anno ho voluto aumentare due rulli per parte, l’ho ordinati e nel giro di pochi giorni sono arrivati....
L’unica cosa che mi sento di consigliarti indipendentemente dal carrello che acquisti, stai attento all’argano manuale che ti montano, a mio avviso sono tutti sottodimensionati.
Ciao


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Paolo62
Abituale
Messaggi: 4792
Iscritto il: 19/11/2007, 19:04
Gommone: Mar-co 64 Altura
Motore: Yamaha 150 CV 4T
Località: Ponte San Nicolò (Pd)

Re: Difficile scelta del rimorchio

Messaggioda Paolo62 » 18/06/2018, 13:50

Grazie ancora a tutti delle informazioni che mi state dando.

Lo spostamento assale è un tema molto dibattuto, anche nel libretto del mio carrello non c'è riferimento alle distanze occhione - assale ecc. Però c'è un riferimento al numero di omologazione che, mi dicono, fa riferimento alla scheda tecnica depositata presso la motorizzazione. In quella scheda tecnica c'è sicuramente determinata la posizione dell'asse. Quindi, ovvio che qui si va a fare ipotesi molto remote, se sposti l'asse e provochi un incidente importante, possono andare a vedere e risalire alla modifica. Di questo passo non si va da nessuna parte....... quella situazione sarà sicuramente meno critica della mia attuale, ne sono conscio e certo. Voglio solo approfondire.
@miglio, con il Pima varavi/alavi da scivolo ?
1967 Immagine'86 Immagine '88Immagine'05Immagine'07Immagine'10Immagine'13 Immagine

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Rimorchi Tats”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti