Addio al Diesel? E i nostri “trattori"?

Tra motrici e rimorchi chi fermerà il gommonauta ?

Moderatore: Marco4x4

Avatar utente
U - Boot 47
Utente Onorario
Messaggi: 8415
Iscritto il: 20/12/2007, 15:09
Località: Rocca di Papa +Circeo

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda U - Boot 47 » 20/12/2018, 15:21

Posso dire che sono solo puttanate per farci spostare gli acquisti su altri tipo di auto o a favore di Lobby ben precise.?
I vari sindaci e politici ( che non ci capiscono nulla e VOGLIONO rimanere ignoranti ) stanno al gioco. A parte i vari inquinanti piu' o meno veri ...sfido a saperne i valori, e cmq sono pronto a discuterne:
Vi siete posti il problema se il RISCALDAMENTO della terra dipenda o meno veramente dall'uomo oppure se invece è un qualcosa di CICLICO ???!!!

Andiamo a vedere le temperature sulla terra negli ultimi 6-700 anni e vedremo che l'andamento è piu' o meno sinusoidale :shock: . Temperature che hanno tra l'altro prodotto spostamenti dei popoli da una parte all'altra della terra incluso Europa. NON mi sembra che l'era della meccanizzazione/industrializzazione fosse già iniziata !! La verità è che le esplosioni etc. sul Sole influenzano questa temperatura.

Ci spiegassero xchè p.es. sotto i ghiacciai ad alta quota vengono ritrovati foreste di alberi…(quindi deduco temperature in passato piu' alte ??!!!)

NON ci vogliono tranquillizzare ma dai grafici si desume che al momento ci troviamo all'apice della temperatura e che stiamo per iniziare a scendere indipendentemente da quanto sta facendo l'uomo…. Naturalmente poi ci sarà chi dirà che siamo stati bravi a etc etc.

Sugli inquinanti vi ricordo alcuni dati della composizione dell'aria : Ossigeno ca. 21% // Gas nobili (Argon,Xenon,Krypton etc. ca. 1% // Azoto ca. 78%. Totale 100%

Anidride Carbonica ca. =0,038 %, di cui la Natura ne è responsabile per il 96% e l'UOMO per ca. il 4% che corrisponde grosso modo: 4% del 0,038% quindi per un 0,00152%.

Ricordiamoci anche che l'Ossigeno viene prodotto per fotosintesi dalle piante tramite Anidride carbonica (si quella prodotta dalle "malefiche " auto etc.. ) e acqua ! In linea teorica aumentando l'anidride carbonica e l'acqua si ha piu' Ossigeno. ( Ricordo un Presidente di una casa automobilistica che disse : smettiamo con queste scemenze e piantiamo invece piu' piante/ verde etc.)

Polveri sottili : Sapete quante se ne misurano in una cucina o per esempio in una stanza con camino aperto oppure nei posti di lavoro ? Decine e decine di volte superiori ai valori delle auto ma le varie autorità NON ne parlano. Strano vero ? Vi siete mai chiesti quante ne producono il fumo di una sigaretta ? Quanto avviene durante il capodanno con i vari fuochi d'artificio (valori centinaia di volte superiori ) ??? Non pensiate che le polveri sottili possano essere poi di materiali diversi xchè a quelle "grandezze " NON hanno piu' significato per i ns polmoni.

Non è mia intenzione convincervi di quanto sopra ma, quando personalmente lo vedrò sconfessato dai tanti pseudo scienziati prezzolati che sentenziano sui media e che però evitano un confronto diretto con altri scienziati e professori che affermano quanto sopra, allora cambierò idea.
Sono ignorante in materia ma per quello che mi sono documentato , vedendo dei video di incontri Internazionali mi sono convinto che siamo davanti ad una PRESA in GIRO COLOSSALE.


:d:





Condividi



Mapa Hutchinson+Selva 6,Alcione A+Mercury 20,Nibbio+Mercury 20,ASSO 54+Volvo P.55 poi Evinrude75,ASSO 57+Yamaha90 poi Johnson115, JB Coaster 650+Yamaha150-2t; ora 150-4t

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Strosek
Attivo
Messaggi: 246
Iscritto il: 14/03/2017, 15:20
Gommone: Vento 500
Motore: Yamaha F40 HETL

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda Strosek » 20/12/2018, 17:23

I dubbi da te esposti sono leciti, la comunità scientifica internazionale ha anche fornito le risposte. Buona ricerca.

Avatar utente
U - Boot 47
Utente Onorario
Messaggi: 8415
Iscritto il: 20/12/2007, 15:09
Località: Rocca di Papa +Circeo

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda U - Boot 47 » 20/12/2018, 17:53

Strosek ha scritto:I dubbi da te esposti sono leciti, la comunità scientifica internazionale ha anche fornito le risposte. Buona ricerca.




Att.ne i dubbi non sono esposti da " me " ma da esperti /scienziati internazionali . Purtroppo come sempre, dove girano tanti interessi girano anche tante tesi pilotate. Ci sono poi i cosi detti "Opinion leader" che indirizzano il "mainstream " della conoscenza su un dato argomento da parte delle masse (vedi anche in politica ) ; argomento che naturalmente non è e non può essere alla portata di chi non è competente sulla materia.

Pur essendo stati fatti passi giganti rispetto al passato le masse possono e vengono ancora molto spesso manipolate. :cry:
Mapa Hutchinson+Selva 6,Alcione A+Mercury 20,Nibbio+Mercury 20,ASSO 54+Volvo P.55 poi Evinrude75,ASSO 57+Yamaha90 poi Johnson115, JB Coaster 650+Yamaha150-2t; ora 150-4t

Avatar utente
lupo.lesso
Abituale
Messaggi: 2160
Iscritto il: 18/03/2007, 14:55
Gommone: Northstar 195 RM
Motore: Yamaha ceto75cv + Yamaha ft 8cv

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda lupo.lesso » 20/12/2018, 17:56

*** edit ***
È già la seconda volta che dobbiamo eliminare un messaggio inutile contenente unicamente un quote....
Vorremmo essere chiari e far capire che g&m non necessita di post inutili per aumentare visualizzazioni...
Se si ha qucosa da dire lo si dica senza quotare altri...
Grazie
trainista convinto, anzi, fissato!

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
U - Boot 47
Utente Onorario
Messaggi: 8415
Iscritto il: 20/12/2007, 15:09
Località: Rocca di Papa +Circeo

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda U - Boot 47 » 20/12/2018, 18:04

Ultimo aspetto e poi mi taccio : ma gli incentivi (vedi gli ultimi del ns. governo ) ma chi kakkio li paga ? Soldi non ce ne sono quindi cari amici siamo sempre noi . Penso invece che tutti quei soldi potrebbero e dovrebbero essere spesi per altri scopi piu' urgenti (ricerca etc. ).
Mapa Hutchinson+Selva 6,Alcione A+Mercury 20,Nibbio+Mercury 20,ASSO 54+Volvo P.55 poi Evinrude75,ASSO 57+Yamaha90 poi Johnson115, JB Coaster 650+Yamaha150-2t; ora 150-4t

Avatar utente
mabbond
Abituale
Messaggi: 698
Iscritto il: 22/09/2011, 22:46
Barca: Bat 745
Motore: Jonhson J 225 X4

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda mabbond » 20/12/2018, 18:15

U - Boot 47 ha scritto:Posso dire che sono solo puttanate per farci spostare gli acquisti su altri tipo di auto o a favore di Lobby ben precise.?

Ormai ne sono certo.

U - Boot 47 ha scritto:Vi siete posti il problema se il RISCALDAMENTO della terra dipenda o meno veramente dall'uomo oppure se invece è un qualcosa di CICLICO ???!!!

Si! Visto che ultimamente metto in discussione qualsiasi cosa arrivi dai canali informativi tradizionali, mi sono fatto una ricerca. Solo su questo tema è davvero incredibile come si riesca a capire che ognuno in rete da fiato alle proprie trombe solo per una visualizzazione in più.
Beh, se ne avete voglia provate ad ascoltare una persona che è sicuramente sopra le parti, Carlo Rubbia fisico italiano, vincitore del premio Nobel per la fisica nel 1984. Senatore a vita della Repubblica italiana dal 2013.
Un video di quache tempo fà, ma che nonostante sia stato giudicato "giusto" nel suo intervento....non è servito a nulla.



In caso leggiate, o abbiate letto di come quest'articolo sia stato manipolato da fenomeni umani, vi riporto il link al pdf del resoconto stenografico della commissione riunita di quel giorno.resoconto stenografico commissioni riunite

Le temperature degli ultimi anni non si sono alzate, non sono nemeno stabili...ma si sono abbassate. Questo secondo Rubbia. Ovviamente questa cosa mi fa molto pensare.
Michele -
Bat 745 Artick - Johnson J225X4

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1720
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda Barrotta Giacomo » 20/12/2018, 21:21

Forse il titolo più azzeccato di questo topic poteva essere: "Addio ai motori a combustione" (per includere un processo che si intravede inevitabile in un tempo neppure troppo lontano).
Da oltre un secolo le combustioni dei combustibili fossili, adottati nella maggior parte delle automazioni, trasporti e mobilità dell'uomo (terra-cielo-mare), hanno prodotto un duro colpo all'ambiente - unitamente alle tonnellate di plastiche - con risvolti sulla stessa salute dell'uomo e dei quali solo ultimamente si è presa coscienza.
A mio modesto parere le soluzioni elettriche sull'autotrazione rappresentano l'unico traguardo per una soluzione drastica di detti problemi i quali, unitamente alla guida autonoma, produrranno una vera svolta sulla qualità della vita (0 emissioni, 0 rumore) e la sicurezza (0 morti e feriti su tutte le strade).
Ed è l'energia nucleare (quella prodotta da impianti assolutamente sicuri) oltre a quelle rinnovabili, ad alimentare gli impianti di autotrazione e i condizionatori nelle abitazioni.
Da questo punto di vista le soluzioni "ibride" rappresentano uno stadio intermedio che verrà abbandonato.

Ho solo espresso ilmio parere.
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
KOSLINE
Abituale
Messaggi: 1875
Iscritto il: 20/04/2013, 20:29

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda KOSLINE » 21/12/2018, 14:02

U - Boot 47 affermi solo una marea di sciocchezze. sss_xxx-sss

Il 97% degli scienziati del clima è d’accordo (dato 2016 mi sa che siamo ulteriormente saliti): il riscaldamento globale è di origine antropica, ergo la comunità scientifica in todos, se poi qualche "scienziato" non è concorde be ce ne faremo una ragione visto che "oggi" non portano prove a loro sostegno, poi spesso "gli scettici" confondono le opinioni dei non addetti ai lavori con quelle degli esperti, visto la loro scarsa conoscenza del mondo e modelli scientifici.

Mi parli di lobby, sei serio? No perchè voglio ricordarti che una delle più grandi e potenti lobby sul pianeta è quella dei combustibili fossili se non te ne sei accorto.

Certo il clima in passato è cambiato tante volte (vedi glaciazioni o altro tipo di eventi) ma nulla c'entra con quanto oggi sta avvenendo, certo è una tesi che fa breccia questa nei cuori di tante persone (come la bandiera lunare che sventola quindi non siamo mai andati sulla Luna) , ma è elementare e fa comprendere quanto gli scettici conoscano (o per meglio dire non conoscano) l'argomento trattato..

Gli incentivi Italici fanno ridere sono una presa per i fondelli, far vedere che hanno mantenuto una promessa elettorale ma a nulla servono visto le scarse coperture annesse. 60 Milioni per il 2019 e 70 Milioni per le annate 2020-2021 ci facciamo il brodino.

Si certo l'inquinamento è una somma di vettori mica è colpa solo della movimentazione concordo.

Ma consiglio: evita di etichettare gente che studia e sperimenta (portando prove documentabili) per prezzolati, ed etichettare la gente che segue la comunità scientifica per "sciocca" che si fa manipolare, che risulta alquanto ridicola questa cosa.

:pro:
Ultima modifica di KOSLINE il 21/12/2018, 14:37, modificato 9 volte in totale.

Avatar utente
Strosek
Attivo
Messaggi: 246
Iscritto il: 14/03/2017, 15:20
Gommone: Vento 500
Motore: Yamaha F40 HETL

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda Strosek » 21/12/2018, 14:17

Quello che sta succedendo sfugge a molti, soprattutto in Italia a causa della nostra classe politica tutt'altro che orientata verso le nuove tecnologie.
A livello europeo è ormai iniziata una fase, abbastanza lunga e complessa, di decarbonizzazione, di cui i limiti alle emissioni di Co2 delle auto costituisce un tassello sicuramente importante ma non è il solo. La Cina sta spingendo moltissimo in questa direzione, gli USA invece hanno iniziato una forte retromarcia con l'elezione di Trump. La Russia, altro importante giocatore della partita, ovviamente è ostile a questo cambiamento.
I nuovi limiti sulle emissioni di Co2 nel settore delle auto sono sostanzialmente impossibili da raggiungere senza un ripensamento delle gamme (spariranno, si spera, molti Suvvoni a benzina) ma soprattutto senza prevedere una forte percentuale di vendita di auto elettriche. Attenzione, si parla di vendite, non semplicemente di modelli da mettere in listino ma che nessuno comprerà mai a causa del costo, come avviene ora. Se andate a vedere i piani di costruttori come Vw vedrete che a breve arriverà un'offensiva di modelli elettrici, finalmente non semplici adattamenti di power Train elettrici su vetture nate per l'alimentazione classica, ma vetture concepite per essere solo elettriche, quindi con prestazioni superiori rispetto a quelle viste finora (come fa Tesla, tanto per dirne una). L'ibridizzazione dei modelli attuali è un altro passo, necessario ma non sufficiente a soddisfare le nuove normative.
Sarà interessante vedere se e quando qualcuno porrà altrettanta attenzione al mondo della nautica, soprattutto considerando che una normale imbarcazione motorizzata con 600cv consuma in due ore quello che consumo io con la macchina in un anno.

Avatar utente
sibea
Abituale
Messaggi: 352
Iscritto il: 25/01/2013, 11:49
Gommone: LED 590 CARBON
Motore: MERCURY 115 XS PRO CT

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda sibea » 21/12/2018, 14:40

tutto bello e tutto giusto ma per me le chiacchiere stanno a zero, o mettono degli incentivi veri che consentano il passaggio a mezzi ecologici veri, o io il mio touareg 4x4 non lo mollo fino a che troverò un goccio di carburante. l'elettrico così come è concepito per ora non va, considerando che la tecnologia delle batterie al momento non è affidabile, e che la loro costruzione e l'inevitabile smaltimento andrebbero ad inquinare molto di più di una macchina disel.

Avatar utente
KOSLINE
Abituale
Messaggi: 1875
Iscritto il: 20/04/2013, 20:29

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda KOSLINE » 21/12/2018, 14:47

Errato una macchina elettrica a fine ciclo inquina meno di una Diesel, e le batterie (a cui ormai viene data una seconda vita come storage energetici per impianti di energie alternative) si smaltiscono già in buona parte figuriamoci quando arriveremo al primo picco (tra circa 30 anni) con tutte le ricerche che si stanno portando avanti. A la Tecnologia è già oggi molto affidabile sulle celle batterie (basta vedere la garanzia che ti rilasciano), ma anche qui dobbiamo (e stiamo) migliorando. ;-)

Avatar utente
Strosek
Attivo
Messaggi: 246
Iscritto il: 14/03/2017, 15:20
Gommone: Vento 500
Motore: Yamaha F40 HETL

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda Strosek » 21/12/2018, 15:03

Aggiungo anche che gli incentivi ora ci sono (da 4 a 6k€ inseriti in finanziaria, che probabilmente verrà approvata) non sono bruscolini, certo ancora non spostano l'ago della bilancia quando il Delta prezzo è il doppio. Ma le prossime vetture promettono, speriamo mantengano, costi più limitati (volenti o nolenti in qualche modo dovranno venderle).
Aggiungo anche un altro punto. Nessuno vuole far cambiare tutto il parco circolante in elettrico, anche perché talvolta sarebbe insensato (una vettura elettrica per fare 50.000km all'anno in autostrada, come a molte persone succede di fare?), più semplicemente si vuole far sì che un 30% circa delle immatricolazioni siano per veicoli elettrici. Non è impossibile, anzi, praticamente tutti in casa abbiamo due macchine di cui una percorre spesso brevi tragitti.
Sulle emissioni complessive "Dalla culla alla tomba" come vengono definite c'è sicuramente da discutere, non sempre l'impatto complessivo per le emissioni di Co2 è così favorevole all'elettrico per una serie di motivi.
Il diesel non sparirà, sarà semplicemente più costoso a causa delle nuove normative sulle emissioni inquinanti (sulla co2 è in vantaggio) ma rimarrà sulle auto più grosse.

Avatar utente
KOSLINE
Abituale
Messaggi: 1875
Iscritto il: 20/04/2013, 20:29

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda KOSLINE » 21/12/2018, 15:21

Si i costi si stanno abbassando ormai, la prossima ad arrivare sul mercato è la Neo la prima della serie ID di VW, avrà un costo stimato come quello di una Golf TDI e rivoluzionerà il mercato credo. la presentano tra un paio di mesi e va in produzione a Novembre.



Viaggi in elettrico? Anche quelli sono possibili ormai, con le tesla mi sono fatto un paio di viaggi senza problemi, ma stiamo andando oltre grazie alle nuove auto che stanno alzando l'asticella della ricarica, e grazie alle reti ad alta potenza come ad esempio in UE Ionity con caricatori a 350kW, ma ne stanno nascendo tante altre, una stazione di ricarica (con diversi stalli di ricarica) ogni 120 Km sulle maggiori arterie autostradali UE.

47576084_1072614052911185_5122212919588683776_n.jpg
47576084_1072614052911185_5122212919588683776_n.jpg (39.61 KiB) Visto 611 volte


Qui parliamo di valori già di tutto rispetto 15-20 minuti per una ricarica, il tempo di farsi uno spuntino a metà viaggio, perchè non dobbiamo scordare che le auto elettriche magari si caricano a casa mentre noi dormiamo, quindi la mattina partiamo carichi.

La Porsche Taycan la prossima auto elettrica del marchio carica a 350kW (tre volte una Tesla), e in una prova pochi giorni fa ha caricato a 400kW, e questo è solo l'inizio il comparto sta subendo notevoli miglioramenti.

I soldi finanziati in Italia sono si poca roba ma non per il bonus (quello si è buono) ma perchè la sua copertura finanziaria è bassa (massimo 60 Milioni per il 2019) e quindi ci finanzi 10k elettriche quelle che fa la piccola Norvegia in due mesi. ;)

l'amico Gennaro (fa il tassista a Modena) si è stampato in 3 anni 400k Km con una tesla, solo di carburante e manutenzione ha risparmiato una barca di soldi, lui quando prese la Tesla ci stava la convezione delle ricariche gratuite a vita, ora sono state tolte per chi compra una nuova Tesla, in Olanda e nord europa è pieno ormai di taxi elettrici.

https://www.dmove.it/news/gennaro-il-ta ... come-nuova

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9743
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda Blackfin » 21/12/2018, 15:48

Per evitare che la discussione diventi "ideologica" mi permetto di formulare qualche domanda cui io non so dare risposta (sicuramente per miei limiti):
- perchè, in attesa di avere una tecnologia matura per l'autotrazione elettrica, non è stato incentivato il metano come sorgente di energia rigenerabile, anche attraverso il trattamento dei rifiuti e l'utilizzo di quanto emesso negli allevamenti di bestiame?;
- inquina di più una piccola vettura monoconducente che tutti i giorni (per la mancanza di mezzi pubblici efficienti) fa una tratta di 20 - 30 km. o un suv utilizzato per tirare un carrello TATS solo nel tempo libero e in percorsi extraurbani (per qualche week-end e le ferie)?
- quanti percorsi cittadini o suburbani sono ottimizzati per evitare lunghe soste ai semafori (magari videocontrollati per recuperare pecunia) anzichè utilizzare sapientemente (e non a pioggia) rotatorie al posto di incroci?
- quanti comuni si sono posti il problema di creare capienti parcheggi periferici di scambio serviti da mezzi pubblici per evitare la concentrazione di traffico privato e di relativo inquinamento in aree urbane centrali?
- come mai le grandi navi mercantili (e militari) utilizzano (anche nei porti urbani) combustibili fossili di bassa qualità ben più inquinanti del tanto deprecato gasolio per autotrazione?
- qual è l'origine principale dell'energia elettrica che vorremmo utilizzare per muovere i nostri mezzi? E' meno inquinante?
- perchè la consegna delle merci acquistate on-line non avviene nelle ore serali, quando il traffico urbano è inferiore ed è più facile trovare in casa i destinatari, evitando la ripetizione delle consegne?
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
KOSLINE
Abituale
Messaggi: 1875
Iscritto il: 20/04/2013, 20:29

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda KOSLINE » 21/12/2018, 16:22

Ti dico la mia su alcuni punti.

Blackfin ha scritto:- perchè, in attesa di avere una tecnologia matura per l'autotrazione elettrica, non è stato incentivato il metano come sorgente di energia rigenerabile, anche attraverso il trattamento dei rifiuti e l'utilizzo di quanto emesso negli allevamenti di bestiame?;


Hanno provato a fare qualcosa ma i mezzi non funzionano poi cosi bene con il gas spesso danno problemi e scarso rendimento, oltre che devi cmq creare una rete capillare ed un approvvigionamento strutturato, oltre ad ostacoli magari di tipo geopolitico (ma inutile parlarne ora), cmq anche il metano tiene le sue rogne, l'errore di fondo che molti lo presentavano come un combustibile poco inquinante.

inquinanti.jpg



- come mai le grandi navi mercantili (e militari) utilizzano (anche nei porti urbani) combustibili fossili di bassa qualità ben più inquinanti del tanto deprecato gasolio per autotrazione?


Forse perchè lo pagano meno? :halo:

- qual è l'origine principale dell'energia elettrica che vorremmo utilizzare per muovere i nostri mezzi? E' meno inquinante?


l'ideale e la migliore accoppiata è quella alternativa le due cose devono crescere parallelamente nel periodo di transizione altrimenti facciamo poco.

Ma in giro ci sta molta disinformazione su questo passaggio, vengono paventati catastrofi inimmaginabili perché per andare tutti in elettrico affermano che vanno messe su tantissime nuove centrali :mrgreen: , in realtà visto i km medi che si fanno con le auto non ci vuole poi cosi tanta energia per far funzionare le nostre macchine, anzi alcuni parchi eolici in UE certe volte vengono fermati perchè producono più di quello che serve in quelle ore (con gli storage delle batterie dismesse l'accumuli e la rilasci quando serve), ti posto un esempio: l'attuale produzione eolica Americana (che non è fantasmagorica) basterebbe per ricaricare 70 milioni di auto.

Attualmente tutte le principali nazioni hanno un mix energetico alternativo, quindi le auto che oggi ricarichiamo detengono al suo interno anche questo mix, ma nella peggiore delle ipotesi e cioè ricaricare un auto con l'energia creata con i combustibili fossili, cosa succederebbe?

Dipende se sono vecchissime centrali può inquinare anche di più (o simile) un auto elettrica rispetto ad una termica, se sono nuove centrali inquinano meno le elettriche delle termiche, una ricerca che vidi fatta in US portava quasi 1/3 di inquinamento in meno.

Ma la strada è: auto elettriche-energia rinnovabile, almeno fino a quando non ci sfornano la fusione nucleare. :ceer:

Avatar utente
sibea
Abituale
Messaggi: 352
Iscritto il: 25/01/2013, 11:49
Gommone: LED 590 CARBON
Motore: MERCURY 115 XS PRO CT

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda sibea » 21/12/2018, 16:32

Blackfin ha scritto:
- qual è l'origine principale dell'energia elettrica che vorremmo utilizzare per muovere i nostri mezzi? E' meno inquinante?


qui con una domanda hai risposto alla mia affermazione del perchè la tecnologia delle batterie non mi convince per niente. :bene:

Avatar utente
KOSLINE
Abituale
Messaggi: 1875
Iscritto il: 20/04/2013, 20:29

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda KOSLINE » 21/12/2018, 16:47

No un auto elettrica già oggi inquina meno di una termica in Italia grazie anche al mix energetico rinnovabile (oltre che centrali di nuova generazione), ricordo che in Italia non stiamo messi male consumiamo (dati di Nomvebre) il 36% di energia da fonti non fossili.

:bene:

Ritornando sulla questione che l'inquinamento è una somma di vettori e non possiamo certamente implicare todos alla movimentazione terrestre, è da poco uscito uno studio ( Rapporto ISPRA ), che prende in esame un periodo che va dal 2005 al 2015, che ci da alcune indicazioni di massima su alcuni inquinanti e chi li produce, e possiamo anche notare che su alcune cose siamo per fortuna migliorati.

XIV-rapporto-ISPRA.png
XIV-rapporto-ISPRA.png (78.13 KiB) Visto 579 volte

Avatar utente
Strosek
Attivo
Messaggi: 246
Iscritto il: 14/03/2017, 15:20
Gommone: Vento 500
Motore: Yamaha F40 HETL

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda Strosek » 21/12/2018, 17:27

Blackfin ha scritto:- perchè, in attesa di avere una tecnologia matura per l'autotrazione elettrica, non è stato incentivato il metano come sorgente di energia rigenerabile, anche attraverso il trattamento dei rifiuti e l'utilizzo di quanto emesso negli allevamenti di bestiame?;
(...)
- come mai le grandi navi mercantili (e militari) utilizzano (anche nei porti urbani) combustibili fossili di bassa qualità ben più inquinanti del tanto deprecato gasolio per autotrazione?

In realtà il metano esiste da tanto tempo e non andrebbe incentivato, già ora è enormemente più conveniente rispetto al gasolio, senza parlare della benzina: almeno il 50% meno del primo, parliamo di €/km. Il problema del metano sta in altri punti: le bombole sono ingombranti, l'autonomia ridotta, i costi sensibili (fin qui difetti analoghi all'elettrico). Le prestazioni inoltre sono ridicole a meno di non usare i nuovi motori turbo. Ma il vero problema è che il metano è un potentissimo gas serra, molto più potente della co2, e che se ne perde una quantità non esattamente trascurabile nel tragitto. Inoltre è pur vero che le riserve sono abbondanti e che la combustione non produce particolato e poca co2, ma comunque produce ossidi di azoto. Inoltre dipendiamo ancora fortemente da importazioni dall'estero, problema che si sta cercando di affrontare con le navi metaniere. Ma alla fine la tecnologia sta prendendo la direzione del l'elettrico, saltando quella che doveva essere una tecnologia di bypass, appunto, quella del metano.
Però si sta pensando di iniziare a convertire il trasporto marittimo, che non andrà probabilmente mai a batterie, a metano, eliminando quelle schifezze che girano ora. Il problema è che dal punto di vista economico ancora non c'è paragone, occorrono interventi legislativi (che sono in discussione) per smuovere le acque.
La soluzione, secondo il mio modesto punto di vista, è che non esista LA soluzione ma tante soluzioni più o meno adatte a seconda dell'uso. Ad esempio, non ha senso un tir elettrico (a meno di non fare le linee aeree), non ha senso una berlina segmento E di un rappresentante di commercio elettrica, non ha nemmeno senso una spyder che fa 1000km/anno dato che probabilmente consumerebbe più corrente solo per tenere cariche le batterie rispetto a quanta benzina consumerebbe per girare....

Avatar utente
KOSLINE
Abituale
Messaggi: 1875
Iscritto il: 20/04/2013, 20:29

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda KOSLINE » 21/12/2018, 17:46

Anche l'idrogeno (accoppiato all elettrico) si sta portando avanti come sperimentazione, nel 2018 ci sono stati nel settore ingenti finanziamenti mirati anche allo studio per utilizzarlo nelle grandi navi (e tir). La vedo una via (se si risolvono due tre problemucci) molto interessante quella.

E mancano all appello le batterie solide oggi in forte sperimentazione, che daranno un ulteriore step alla crescita, più energia accumulabile e meno peso.

Avatar utente
sibea
Abituale
Messaggi: 352
Iscritto il: 25/01/2013, 11:49
Gommone: LED 590 CARBON
Motore: MERCURY 115 XS PRO CT

Re: Addio al Diesel? E i nostri “trattori?

Messaggioda sibea » 21/12/2018, 18:33

KOSLINE ha scritto:Anche l'idrogeno (accoppiato all elettrico)
questo mi convince molto di più :bene:

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “GommoCar : l'auto per il Traino”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti