Progetto King 600 Cabin

Con la tenda sul gommone e tanta voglia di avventura : tutto quello che volete sapere sul campeggio nautico.
Avatar utente
boar
Abituale
Messaggi: 602
Iscritto il: 17/06/2014, 23:01
Gommone: predator 570
Motore: df 90
Località: genazzano

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda boar » 27/11/2018, 15:16

linkami per favore i vecchi post magari me ne sfugge qualcuno.





Condividi




Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9734
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Blackfin » 28/11/2018, 2:26

Ciao Federico, è un piacere rileggerti. Ti faccio i miei complimenti soprattutto per il coraggio (già dimostrato peraltro in passato) di affrontare un lavoro così radicale. Da appassionato bricoleur “praticante” mi consentirai qualche piccola osservazione sull’impostazione del progetto.

Personalmente penso che l’autocostruzione ha 3 motivazioni/premesse di base:
- Realizzare in proprio qualcosa che non esiste in commercio o non è delegabile a professionisti (almeno a costi accettabili);
- Risparmiare sulla manodopera per dedicare risorse a materiali “nobili” che consentano di ottenere “prestazioni” in termini di peso/resistenza non ottenibili con costruzioni di serie di tipo convenzionale;
- Compensare la mancanza di disponibilità di attrezzature professionali complesse con puro e semplice lavoro manuale (e relativi molto maggiori tempi di realizzazione)
Aggiungo che la costruzione one-off dà libertà da forme obbligatorie per consentire l’estrazione dallo stampo, permettendo una ottimizzazione anche di superfici e volumi molto maggiore della costruzione di serie.

Leggo:
Il legno da 15mm è quasi una esigenza visto che quasi tutti i piani orizzontali saranno lasciati a legno fresato con comenti, risparmiando su peso e costo di vernice epossidica. Il peso stimato è infatti di circa 80kg ma che andranno a sostituire gli altrettanti da"togliere".

Anche senza ricorrere a materiali molto costosi come il carbonio ritengo che il compensato marino di buona qualità ma di spessore molto inferiore “armato”, cioè centinato, alleggerito e fasciato con tessuto biassiale di vetro + epox consente di non affidare la resistenza e rigidità al semplice spessore, (che a me pare francamente esagerato) ottenendo una leggerezza e rigidità molto maggiore di quella prospettata. Detto questo, buon lavoro!
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
Federico C.
Abituale
Messaggi: 3931
Iscritto il: 26/10/2005, 8:26
Gommone: nuovaJolly King 600 MY99
Motore: Mercury OptiMax 150 ID
Località: Marino - Roma

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Federico C. » 28/11/2018, 10:29

Ciao Blackfin, allora condivido appieno i tuoi punti, aggiungendo che nelle "realizzazioni di serie" non vengono certamente impiegati materiali quali Okume e resina epossidica (SP106 tra le migliori in assoluto) . Non ho volutamente utilizzato il carbonio in quanto con gli spessori in gioco non ne avrei apprezzato le caratteristiche. Le 2 selle anteriori che vedi in foto realizzate con 5 fogli di tessuti da 300x330 e 1 foglio di finitura da 100 sono spesse circa 3mm e pesano 411gr. l'una. Utilizzando il carbonio avrei potuto ridurre drasticamente tale spessore a parità di resistenza ma sarebbe stato impossibile da lavorare.
Per quanto riguarda gli spessori il legno verra trattato con la resina nelle parti interne ed esterne non lasciate a vista e armato con longheroni da 15x50mm che oltre a garantire la necessaria rigidità necessaria per realizzare il tetto completamente calpestabile e fruibile da più persone, creeranno una sorta di intercapedine per isolare l'interno della cabina stessa. Infatti è mia intenzione rivestire internamente la cabina con dei pannelli foderati di tessuto in modo da creare uno spazio di 50mm tra essi e la parete esterna. Con spessori inferiori ai 15mm diventa impossibile fresare il lato superiore per realizzare i comenti, forse posso utilizzare il 10mm per i laterali ma sono scelte che valuterò al momento. Sto letteralmente impazzendo per realizzare i piani inclinati che collegano i passavanti con la coperta. Vero che mi sono oltremodo complicato la vita scegliendo un angolo di 60 ...... per meri motivi stilistici.
Ulteriore dettaglio costruttivo. Ogni pezzo come la prima paratia di prua che sto realizzando verrà completamente finita anche nella verniciatura in quanto dopo queste operazioni sarebbero estremamente complicate. Come anche le nastrature sui tubolari per unire le selle in vtr sono state fatte prima in quanto sarebbe stato impossibile nastrare all'interno del gavone di prua con la paratia in opera. Stay tuned!

Avatar utente
Cerri
Abituale
Messaggi: 9000
Iscritto il: 18/11/2007, 10:50
Gommone: BELUGA PERONDI 19"
Motore: suzuki 115
Località: Como

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Cerri » 28/11/2018, 17:02

Federico C. ha scritto: Non ho volutamente utilizzato il carbonio in quanto con gli spessori in gioco non ne avrei apprezzato le caratteristiche


Ciao Federico ,rigurdo agli spessori in gioco e al peso ti posso dire che ho visto realizzare un T TOP in polistirene espanso estruso e lavorato al CN poi rivestito con fogli di carbonio e resina epossidica ,il risultato un T Top leggero e molto robusto .
L'unico inconveniente sono i costi sss_xxx-sss

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Federico C.
Abituale
Messaggi: 3931
Iscritto il: 26/10/2005, 8:26
Gommone: nuovaJolly King 600 MY99
Motore: Mercury OptiMax 150 ID
Località: Marino - Roma

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Federico C. » 29/11/2018, 8:21

ecco, appunto a me manca solo il Controllo numerico...... Dai siamo seri, questa è una realizzazione home made, non ho una officina, pertroppo.

Avatar utente
ale70
Abituale
Messaggi: 1937
Iscritto il: 23/03/2010, 20:19
Gommone: coaster 650
Motore: Yamaha f150
Località: padova

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda ale70 » 29/11/2018, 13:54

Federico, mi raccomando tante foto...mi piacciono un sacco i lavori di questo tipo...
"sembrerà paradossale ma la condizione per discutere è essere d’accordo"

Avatar utente
Federico C.
Abituale
Messaggi: 3931
Iscritto il: 26/10/2005, 8:26
Gommone: nuovaJolly King 600 MY99
Motore: Mercury OptiMax 150 ID
Località: Marino - Roma

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Federico C. » 29/11/2018, 14:02

Certo, domandina ho necessità di inclinare la parte produrrà del prendisole verso prua di pochi gradi. Come fareste a sapere quanti cm devo alzare le zampe posteriori affinché sia soddisfatta tale condizione? Ovviamente con il gommo sul carrello

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9734
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Blackfin » 29/11/2018, 14:41

Non ho capito la "domandina" :confus:
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
Cerri
Abituale
Messaggi: 9000
Iscritto il: 18/11/2007, 10:50
Gommone: BELUGA PERONDI 19"
Motore: suzuki 115
Località: Como

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Cerri » 29/11/2018, 15:58

Federico C. ha scritto:ecco, appunto a me manca solo il Controllo numerico...... Dai siamo seri, questa è una realizzazione home made, non ho una officina, pertroppo.


Non ho detto che per forza devi avere il controllo numerico ,come fai la struttura in legno la puoi benissimo fare in polistirolo o polistirene espanso poi la ricopri con il tessuto di carbonio o fogli di carbonio ,e avrai una struttura leggera e robusta .
Tieni presente che i fogli di carbonio sono di diverso spessore e trama cosi come il tessuto :wink:

a me hanno dato un rotolo di carbonio da 1 mm. e solo mettendo una pennellata di resina si ha già un foglio rigido per usarlo come pannello :halo:
Allegati
rotolo carbonio.jpg
rotolo carbonio.jpg (98.34 KiB) Visto 1115 volte
carbonio.jpg
carbonio.jpg (93.82 KiB) Visto 1115 volte

Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 15907
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 200 Optimax
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Akeswins » 29/11/2018, 19:04

Cerri ha scritto:
Federico C. ha scritto: Non ho volutamente utilizzato il carbonio in quanto con gli spessori in gioco non ne avrei apprezzato le caratteristiche


Ciao Federico ,rigurdo agli spessori in gioco e al peso ti posso dire che ho visto realizzare un T TOP in polistirene espanso estruso e lavorato al CN poi rivestito con fogli di carbonio e resina epossidica ,il risultato un T Top leggero e molto robusto .
L'unico inconveniente sono i costi sss_xxx-sss



uhm... ne so qualcosa... :halo: e Grado pure :P .. un top da 4 metri x 3 spesso 15 cm che pesa praticamente niente, con una robustezza tale che ci si camminò sopra in 2..
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 200 Optimax + Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1720
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Barrotta Giacomo » 29/11/2018, 19:42

...tutto ciò che "profuma" di campeggio nautico... mi manda in visibilio.

Ottimo progetto Federico, avanti così!

Scusa la mia impreparazione ma il punto di partenza ideale è solo il King 600 o ci sono altri gommoni idonei ad essere upgradati per il CN? se sì quali?

Comunque 6 mt. mi sembra la misura ideale che coniuga il miglior rapporto pesi/misura/motorizzazioni.

Alla fine ci dirai il prezzo complessivo dell'operazione.

Grazie per la tua divulgazione nel forum.
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
ale70
Abituale
Messaggi: 1937
Iscritto il: 23/03/2010, 20:19
Gommone: coaster 650
Motore: Yamaha f150
Località: padova

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda ale70 » 29/11/2018, 20:18

molto interessante il suggerimento di Cerri!!
"sembrerà paradossale ma la condizione per discutere è essere d’accordo"

Avatar utente
Federico C.
Abituale
Messaggi: 3931
Iscritto il: 26/10/2005, 8:26
Gommone: nuovaJolly King 600 MY99
Motore: Mercury OptiMax 150 ID
Località: Marino - Roma

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Federico C. » 30/11/2018, 8:13

Allora nel mio caso , ovvero realizzare delle selle e la battuta perimetrale per sigillare e nastrare la cabina ai tubi , tramite una laminazione da 1mm di spessore in carbonio avrebbe portato inutili complicazioni, come ad esempio rendere il bordo delle stesse " compatibile" (Non tagliente) con i tubolari. Questo non significa che in corso d'opera non mi avvalga della possibilità di utilizzare tale materiale.
Ritornando on topic, oggi spero di finire la paratia di prua

Y40
Attivo
Messaggi: 102
Iscritto il: 25/10/2016, 21:33

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Y40 » 30/11/2018, 9:21

Federico C. ha scritto:Allora nel mio caso , ovvero realizzare delle selle e la battuta perimetrale per sigillare e nastrare la cabina ai tubi , tramite una laminazione da 1mm di spessore in carbonio avrebbe portato inutili complicazioni, come ad esempio rendere il bordo delle stesse " compatibile" (Non tagliente) con i tubolari. Questo non significa che in corso d'opera non mi avvalga della possibilità di utilizzare tale materiale.
Ritornando on topic, oggi spero di finire la paratia di prua



Ritorniamo pure "on topic" ma le "divagazioni" sull'impiego del carbonio non mi sembravano affatto fuori luogo per chi, come nel tuo caso, si appresta a rivoluzionare un battello originariamente non pensato per sostenere dei pesi aggiuntivi che di certo saranno da considerare "importanti". Detto ciò, avrai già fatto tutte le tue considerazioni e siamo tutti certi che andrai a sviluppare i tuoi interventi nel miglor modo possibile.

Da parte mia sarei curioso di vedere un prospetto del progetto di "insieme". Hai qualche simulazione grafica di quello che dovrebbe essere il "prodotto finito"?

Grazie mille

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2442
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Uauaton V » 30/11/2018, 12:03

vi leggo e posso dirvi che il tetto del CAB mio senza i plexiglas pesa circa 40 Kg.
IMG_9891.jpg
IMG_9891.jpg (103.88 KiB) Visto 978 volte
completo di controstampata e coperchio sottostante per allocare altoparlanti luci interuttori :b:

Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 15907
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 200 Optimax
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Akeswins » 30/11/2018, 14:08

ecco, pensa ora che questa sberla di top ne pesa 90....
22218237_2199652846789073_3876490726954348362_o.jpg


comunque, capisco benissimo Federico... ok il carbonio, le fresatura, il cnc, però uno non avendo un officina deve anche fare i conti con quanto può fare; il legno è un materiale molto leggero e il biassiale con epossidica che lo ricopre dà luogo a un composito che è secondo al carbonio, ma ben più leggero rispetto alle tradizionali laminazioni in poliestere/mat+stuoia di solito usata per le cabinizzazioni.
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 200 Optimax + Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9734
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Blackfin » 30/11/2018, 15:18

Akes:
uno non avendo un officina deve anche fare i conti con quanto può fare; il legno è un materiale molto leggero e il biassiale con epossidica che lo ricopre dà luogo a un composito che è secondo al carbonio, ma ben più leggero rispetto alle tradizionali laminazioni in poliestere/mat+stuoia di solito usata per le cabinizzazioni.


Per l’esperienza fatta con la nuova cyberconsolle di Era Ora (non ce n’è bisogno in realtà ;-) ) confermo quando asserito da Akes. In mare Era Ora sembra addirittura più leggero di quando aveva su la consolle originale tutta in vtr poliestere (ben più stretta) per cui il composito Comp. Marino+Biassiale vetro+epox sicuramente è quello che, a livello amatoriale, consente di ottenere i migliori risultati. Se poi un :eek: ha tempo e voglia di fare cose del genere:

Base interno 1.jpeg


i risultati fanno rimanere :shock:
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Simone
Abituale
Messaggi: 3826
Iscritto il: 02/05/2005, 7:22
Località: Firenze

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Simone » 01/12/2018, 17:52

Federico C. ha scritto:Simone il bagno sarà e rimarrà separato in quanto si trova all'interno del gavone di poppa.


:bene: , ora ho capito, mi sembrava impossibile farlo separato dentro la cabina su un gommone di queste dimensioni.

Se non ho capito male qualcosa io, mi lascia un po' perplesso la scelta di unire la cabina alla struttura esistente con delle culle fatte a strisce.
Hai difatti parlato di "6 zampe" per cui mi immagino che siano 3 per lato e che quindi, tra una zampa e l'altra, rimanga circa un metro di struttura (o forse anche più) senza una unione rigida (in VTR) della nuova struttura a quella esistente inferiore.
"Semiculle" (se mi è concesso il termine) che dalle foto mi sembrano anche piuttosto strette ed esili.

Nel mio le culle in VTR sopra i siluri sono a tutta lunghezza ed il peso della cabina e di quello che le può stare sopra (leggi persone, anche più di una contemporaneamente), viene scaricato sulla struttura del gommone senza interruzioni o tratti vuoti di materiale relativamente lunghi.
Difatti, variazioni di pressione dei siluri, non hanno alcuna influenza sulla rigidità della struttura essendo la cabina un grande "scatolone" continuo e con pochi punti aperti (porta, oblò laterali e passo d'uomo).

Penso a qualche navigazione con mare formato, con la parte prodiera del gommone che cade pesantemente nel cavo delle onde che sembrano non finire mai; oppure a qualcuno che sale sul gommone saltando sulla cabina da una banchina un po più alta del solito e, guardacaso :? , atterra con il piede esattamente a metà tra due semiculle (tutte cose che prima o poi capitano di sicuro, vai tranquillo ...)
Simone

sergetto
Abituale
Messaggi: 980
Iscritto il: 22/07/2014, 10:45
Gommone: Novamarine RH540
Motore: Mariner 90 ELPTO

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda sergetto » 01/12/2018, 18:56

La butto li, volendo alleggerire senza complicare eccessivamente potresti usare la balsa, magari doppio strato incorciato, e poi pelli in fibra di vetro biassiale con matrice epossidica come già preventivato. È forse un po noiosa da trovare

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9734
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Progetto King 600 Cabin

Messaggioda Blackfin » 01/12/2018, 20:41

Il legno di balsa veniva utilizzato in passato ma oggigiorno è stato soppiantato, per i minori costi, dalle schiume espanse di polimero che hanno in molti casi pesi inferiori e resistenza analoga. La resistenza è un fattore in effetti marginale dato che si esplica in un minimo di resistenza alla compressione. Quella a flessione, torsione e taglio viene invece affidata essenzialmente alle pelli in tessuto di vetro, aramide o carbonio. Nel caso delle resine poliesteri, meno costose, è necessario ricorrere agli espansi in pvc non attaccabili dallo stirene che le compone. Il ricorso alla resina epox, oltre alle largamente superiori caratteristiche di resistenza meccanica e all'invecchiamento, per l'assenza di stirolo (tra l'altro molto tossico), consente il ricorso, come nucleo delle strutture (o core in inglese) al polistirolo espanso, molto meno costoso del pvc e anche più leggero.
L'utilizzo amatoriale di telai e pelli in compensato marino rende più semplice la definizione precisa di forme e volumi desiderati e trasforma questo materiale pseudo-naturale, con la sua porosità che consente di impregnarlo profondamente di epox, oltre che in un'eccellente base per i successivi rinforzi in tessuto, in un materiale composito di eccellenti caratteristiche strutturali.
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Campeggio Nautico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Faustinotnz e 11 ospiti