Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Maxi Rib di lusso con il comfort di una barca
Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 20/11/2009, 15:35

Akeswins ha scritto:Giacomo, quelle barche pesano 10 tonnellate almeno, e sono larghe 4 metri... ciò nonostante, sopra ci si sta in pochi.

Riguardo al bracket, non intendevo il dimensionamento dello stesso, in quanto tubi inox da 10mm di spessore sono sufficienti, quanto la robustezza del povero specchio di poppa dove andrebbe imbullonata la struttura!

Naturalmente prenderò le dovute precauzioni.
Forerò lo specchio di poppa nei quattro punti come se dovessi montare il motore direttamente lì (non si sa mai se mi pentissi di tutte quelle innovazioni potrò sempre tornare indietro senza traumi) e cioè al secondo foro dall'alto della piastra del 250 per avere una maggiore distanza dal bordo superiore dello specchio e quindi una maggiore presa in quei punti che sappiamo essere più sollecitati.
Poi riporterei tali posizioni sulla piastra del braket.
Terminato il montaggio, dal lato interno dello specchio, monterò una robusta contropiastra inox larga qualche cm. in più dell'intera presa dei due bulloni.
Non dovrebbero esserci problemi di robustezza sull'N-zo perché tale specchio di poppa è rapportato a sostenere 2 motori da 150hp per un totale di circa 400kg. contro i 260 del 250hp. da solo.





Condividi



A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 20/11/2009, 16:56

Reef ha scritto:
Barrotta Giacomo ha scritto:Non dovrebbero esserci problemi di robustezza sull'N-zo perché tale specchio di poppa è rapportato a sostenere 2 motori da 150hp per un totale di circa 400kg. contro i 260 del 250hp. da solo.

quello che dice Akes non è x il peso dei motori, ma per la spinta/forza esercitata da un 250hp a sbalzo di 60cm su una uperficie così "piccola". è una bella leva, e x questo dovresti chiarirti/chiedere al cantiere.

:bene: :d:
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 20/11/2009, 17:10

Mi accorgo ora di non aver considerato gli aspetti legali.
Trattandosi di un posto guida aggiunto non omologato - cioè non previsto dal R.i.n.a. in sede di approvazione della barca - non è che possa incorrere in rogne da parte delle autorità marittime?
:ask:
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Grado
Abituale
Messaggi: 5205
Iscritto il: 03/07/2007, 12:30

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Grado » 20/11/2009, 18:12

Barrotta Giacomo ha scritto:
Akeswins ha scritto:Giacomo, quelle barche pesano 10 tonnellate almeno, e sono larghe 4 metri... ciò nonostante, sopra ci si sta in pochi.

Riguardo al bracket, non intendevo il dimensionamento dello stesso, in quanto tubi inox da 10mm di spessore sono sufficienti, quanto la robustezza del povero specchio di poppa dove andrebbe imbullonata la struttura!

Naturalmente prenderò le dovute precauzioni.
Forerò lo specchio di poppa nei quattro punti come se dovessi montare il motore direttamente lì (non si sa mai se mi pentissi di tutte quelle innovazioni potrò sempre tornare indietro senza traumi) e cioè al secondo foro dall'alto della piastra del 250 per avere una maggiore distanza dal bordo superiore dello specchio e quindi una maggiore presa in quei punti che sappiamo essere più sollecitati.
Poi riporterei tali posizioni sulla piastra del braket.
Terminato il montaggio, dal lato interno dello specchio, monterò una robusta contropiastra inox larga qualche cm. in più dell'intera presa dei due bulloni.
Non dovrebbero esserci problemi di robustezza sull'N-zo perché tale specchio di poppa è rapportato a sostenere 2 motori da 150hp per un totale di circa 400kg. contro i 260 del 250hp. da solo.

Ok, ma hai calcolato il peso di quel bracket con tutte le piastre e contropiastre più bulloni?
La laguna di Grado è magnifica

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 20/11/2009, 20:58

Grado ha scritto:
Barrotta Giacomo ha scritto:Naturalmente prenderò le dovute precauzioni.
Forerò lo specchio di poppa nei quattro punti come se dovessi montare il motore direttamente lì (non si sa mai se mi pentissi di tutte quelle innovazioni potrò sempre tornare indietro senza traumi) e cioè al secondo foro dall'alto della piastra del 250 per avere una maggiore distanza dal bordo superiore dello specchio e quindi una maggiore presa in quei punti che sappiamo essere più sollecitati.
Poi riporterei tali posizioni sulla piastra del braket.
Terminato il montaggio, dal lato interno dello specchio, monterò una robusta contropiastra inox larga qualche cm. in più dell'intera presa dei due bulloni.
Non dovrebbero esserci problemi di robustezza sull'N-zo perché tale specchio di poppa è rapportato a sostenere 2 motori da 150hp per un totale di circa 400kg. contro i 260 del 250hp. da solo.

Ok, ma hai calcolato il peso di quel bracket con tutte le piastre e contropiastre più bulloni?

Vi riferisco delle mie conoscenze sulle sollecitazioni prodotte dai motori fuoribordo montati sullo specchio di poppa invitandovi a riscontrarle ed eventualmente a correggermi.
Quando esso viene montato sullo specchio di poppa, a barca ferma, il motore determina essenzialmente una tensione verso il basso pari al suo peso.
Tale peso è ben sopportato sia dal cavalletto sullo specchio di poppa che dai quattro bulloni d'acciaio, di diametro 12-14mm., che fissano la piastra laterale del motore attraversando la robusta poppa da parte a parte.
In navigazione la spinta dell'elica posta all'estremità inferiore del corpo del motore trasforma lo stesso in un braccio di leva che agisce sulla piastra in appoggio allo specchio di poppa con due pressioni contrapposte: verso prora per l'appoggio inferiore e contemporaneamente in senso contrario per la parte superiore.
Dunque è l'appoggio superiore che viene maggiormente sollecitato con i due bulloni che tendono a "strappare" la parte superiore dello specchio di poppa verso il motore.
Solo in minima parte i bulloni inferiori aiutano quelli superiori data la loro distanza dal limite inferiore della piastra che rappresenta il punto di rotazione sul quale le tensioni tendono a distaccare il motore a partire dalla sua parte superiore.

In effetti l'adozione di un braket che allontana il motore di 60cm. esaspera ulteriormente le tensioni descritte in quanto sempre nella parte superiore dello specchio di poppa, in aggiunta a quelle della spinta dell'elica, si aggiunge anche quella prodotta dal peso stesso del motore.

Ciò detto, a mio parere, per migliorare l'ancoraggio del motore occorrerebbe allungare in altezza il braket di una decina di cm. oltre i bulloni inferiori. In questo modo essi dovrebbero aiutare molto meglio quelli superiori a trattenere il motore nelle paurose sollecitazioni che ricevono con mare formato.

Concludo affermando che, a mio parere, le tensioni prodotte sullo stesso specchio di poppa con un 250hp di 260kg. sul braket dovrebbero essere più o meno equivalenti a quelle prodotte da due motori da 150x2hp di 200+200kg.).

Mentre attendo i vostri commenti mi riservo di consultare l'ufficio tecnico della Zodiac per informazioni più sicure.
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 15576
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 200 Optimax
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Akeswins » 23/11/2009, 11:04

Barrotta Giacomo ha scritto:Mi accorgo ora di non aver considerato gli aspetti legali.
Trattandosi di un posto guida aggiunto non omologato - cioè non previsto dal R.i.n.a. in sede di approvazione della barca - non è che possa incorrere in rogne da parte delle autorità marittime?
:ask:



Per quanto riguarda le sollecitazioni, vorrei solo aggiungere che il caso peggiore è non tanto la spinta sullo specchio quanto la ricaduta sull' onda, che spinge verso il basso il motore e tende a sradicare il supporto bracket e flettere lo specchio di poppa.
Questo momento flettente è minimo con i motori montati direttamente sullo specchio, quindi la condizione di 260 kg e braccio di 0.5m causa un momento flettente maggiore di 400 kg con braccio di 0.1 o meno.
E' cmq sufficiente rinforzare o verificare che lo specchio sia già ben dimensionato.

Hai toccato il tasto dolente... omologazione!
C'è un pò di libertà di azione, però a essere rigorosi, il manuale del proprietario sconsiglierà ogni modifica che non sia stata concordata col cantiere. Quindi, nel caso di bracket e top "aftermarket" , sono sicuro che per ogni problema connesso il costruttore declinerà gentilmente la garanzia.
L' autorità non ti può contestare un t-top gigante, però ti potrebbe contestare la posizione di guida sopraelevata che NON rientra tra i parametri di omologazione.
E' però un caso piuttosto improbabile che l'autorità ti spulci il manuale o faccia indagini presso il costruttore per vedere se gli accessori fanno parte dell' omologazione o no...
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 200 Optimax + Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 23/11/2009, 18:39

Ho già in mente di inserire all'estremità del braket due sostegni diagonali fissati al fondo della poppa ed integrati alla struttura dei flap fissi e della plancia ampliata.

Mi preme ora fare alcune riflessioni sul rollìo di un rib ed in particolare di un N-zo gravato da una struttura come quella da me ipotizzata.
Rispetto ad una barca rigida di pari lunghezza un Rib si distingue essenzialmente per due caratteristiche peculiari grazie alle quali è nata una folta schiera di appassionati che hanno guadagnato un loro preciso spazio tra i diportisti utenti del mare e cioè:

1) il peso complessivo della barca è sensibilmente inferiore (—25-35%) avendo una parte della carena da ambo i lati e le due murate laterali sostituite da un assai più leggero tessuto gommato.
Tale maggiore leggerezza conferisce al battello una maggiore "agilità" nell'affrontare un mare formato e la sua capacità di "adattarsi" più velocemente alle continue correzioni di assetto imposte dal moto ondoso,
2) in particolare si osserva una ben maggiore stabilità in senso laterale (rollìo) nel momento in cui i grossi tubolari vengono a contatto con l'acqua. In quel momento si avverte in modo deciso l'arresto del moto oscillatorio ed il battello che risponde pressoché immediatamente a tornare in assetto.
Questo è dovuto proprio all'estrema leggerezza dei settori laterali della barca i quali, non avendo praticamente peso, sono privi di inerzia.
Il contrasto al rollìo è dunque dato dalla forma circolare dei tubolari i quali possono affondare solo di pochi cm. e non potendo sollevare la pesante massa del settore centrale che si trova "sbracciata" oltre il diametro del tubolare stesso.

In particolare sull'N-zo disponiamo di una larghezza generosa di 3,25m. con tubolari di diametro 65cm proprio nel primo settore parallelo all'acqua per circa 2,5m. prima che gli stessi si inclinano in alto verso prora.
Il contrasto al rollìo, per le ragioni sopra esposte, dovrebbe essere particolarmente efficace anche dopo le modifiche apportate sia per quanto riguarda il baricentro più alto che per l'azione del vento laterale.
Dal lato estetico concludo dicendo che, in presenza della cabina piuttosto alta, la sagoma superiore si raccorda meglio col tender sia pure sollevato a 1,85m. di altezza.

Scusate il mio campanilismo ma, almeno per il momento, non regredisco dalla "pazzia" esposta anche se, prima di eseguire effettivamente tali modifiche tanto impegnative e costose, mi piacerebbe fare delle prove simulate installando in modo fittizio pesi ed ingombri simili al progetto.

Ringrazio tutti in particolare Akes e Reef.
Alla prossima.
Ultima modifica di Barrotta Giacomo il 23/11/2009, 19:54, modificato 1 volta in totale.
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
Federico C.
Abituale
Messaggi: 3838
Iscritto il: 26/10/2005, 8:26
Gommone: nuovaJolly King 600 MY99
Motore: Mercury OptiMax 150 ID
Località: Marino - Roma

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Federico C. » 23/11/2009, 19:14

Ciao Giacomo, anni fa' avevo pensato ad una struttura simile alla tua ma per un tendalino scorrevole arrotolato come le tende da sole, per capirci.
La struttura la realizzerei in alluminio per contenere il peso e garantire la massima resistenza. Rispetto all'acciaio , considerando le maggiori dimensioni dell'alluminio necessarie a garantire la robustezza necessaria, hai un risparmio di peso di circa il 66% rispetto alla stessa struttura in acciaio.

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 23/11/2009, 20:20

Forza Federico!
Akes prevede un peso oltre il quintale per una struttura in alluminio.
Dimmi, a parità di spessore e di diametro, è resistente quanto l'acciaio inox?
Naturalmente tu sai che il mio progetto deve sostenere pesi ben più importanti di un tendalino!
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
Turbopompa
Abituale
Messaggi: 1495
Iscritto il: 12/03/2009, 20:27
Gommone: mar-sea cl35
Motore: Johnson 15cv 2t
Località: roma

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Turbopompa » 23/11/2009, 21:28

Barrotta Giacomo ha scritto:Forza Federico!
Akes prevede un peso oltre il quintale per una struttura in alluminio.
Dimmi, a parità di spessore e di diametro, è resistente quanto l'acciaio inox?
Naturalmente tu sai che il mio progetto deve sostenere pesi ben più importanti di un tendalino!


per la resistenza non so darti dati precisi ma sicuramente puoi lavorare anche sul fattore forma(anche un foglio di cartone può sorreggere molto peso se opportunamente sagomato) per rendere il tutto più robusto senza eccedere con spessore e diametro :bene:
:d:
Immagine

Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 15576
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 200 Optimax
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Akeswins » 23/11/2009, 22:26

Barrotta Giacomo ha scritto:Forza Federico!
Akes prevede un peso oltre il quintale per una struttura in alluminio.
Dimmi, a parità di spessore e di diametro, è resistente quanto l'acciaio inox?
Naturalmente tu sai che il mio progetto deve sostenere pesi ben più importanti di un tendalino!


A parità di diametro e spessore è meno resistente.
A parità di peso di più.

Come ha giustamente detto Federico, puoi risparmiare a parità di robustezza anche un 60% in peso
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 200 Optimax + Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Avatar utente
Federico C.
Abituale
Messaggi: 3838
Iscritto il: 26/10/2005, 8:26
Gommone: nuovaJolly King 600 MY99
Motore: Mercury OptiMax 150 ID
Località: Marino - Roma

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Federico C. » 24/11/2009, 8:53

Allora, io utilizzerei un tubolare da 35mm x 4mm di spessore creando una sorta di struttura a reticolo ogni 70cm. Io credo che restiamo ben sotto i 100Kg. Come punti di appoggio fisserei a poppa sulla sommità dello specchio e a prua dove sono previsti gli attacchi della sospendite.
Se mi dai 2 misure possiamo buttare giu uno schizzo.

Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 15576
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 200 Optimax
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Akeswins » 24/11/2009, 9:56

@Reef
A parità di robustezza, costa più l' inox. Non ricordo a parità di peso..


@Fede
IMHO non sufficit
Io andrei sui 60mm con cartella 5 mm, anche perchè puoi allargare il "reticolo" ed evitare l' effetto gabbia..
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 200 Optimax + Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 24/11/2009, 11:39

Anch'io pensavo ad un 60mm duralluminio sulla struttura base e 40mm gli elementi intermedi (vedi disegni).
I quattro ancoraggi a prora inclinati li ho ricavati dal t-top proposto in originale da Zodiac. Ci sono poi gli ultimi 2 verticali a poppa.
Sempre da 60mm sono i traversi a poppa e a prora oltre a quello dove ci sono i volanti sul fly. Questa sezione è anche più comoda per far passare all'interno tutti i cavi delle teleguide.
Il traverso di prora fa anche da appoggio ai piedi in caso di guida senza tender.
La parte superiore non si può reticolare perché il tubolare del tender deve sporgere per metà sotto la linea della struttura la quale corre all'altezza del suo bottaccio laterale.
Date queste esigenze come immaginate il reticolo di irrobustimento e dove posizionarlo?
Allegati
Pagina 1.png
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 25/11/2009, 17:53

Ma come mi vengono! Come mi vengono...!

La deformazione mentale continua a mandare in circolo per tutto il corpo adrenalina purissima mentre la stessa materia grigia (o rossa?) cavalca sul fly bridge come in un mare forza 8.

Per attenuare i dannosi effetti del baricentro verso l'alto si potrebbe mantenere il serbatoio del carburante (che è sul fondo della carena e il cui pieno è di 400l.) costantemente pieno per 250/350l.

In questo modo quella "zavorra" dovrebbe riportare il baricentro più in basso tanto da contrastare il peso sulla struttura.
Naturalmente è come avere a bordo 2-3 persone in più e dunque i consumi saranno un po' penalizzati.

Akes, ti prego... autorizzami a portare sul fly almeno 2 persone: pilota e co-pilota!

Grazie.
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
U - Boot 47
Utente Onorario
Messaggi: 8383
Iscritto il: 20/12/2007, 15:09
Località: Rocca di Papa +Circeo

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda U - Boot 47 » 25/11/2009, 18:21

NO COMMENT sulle diverse elucubrazioni (è inverno e quindi ...giustificate), rileggendomi il servizio su questo gommone (riportato dalla rivista il gommone) mi sembra che il tutto viaggiasse già sui 2L/mn. Avete pensato a quanto salirà il consumo ?
Mapa Hutchinson+Selva 6,Alcione A+Mercury 20,Nibbio+Mercury 20,ASSO 54+Volvo P.55 poi Evinrude75,ASSO 57+Yamaha90 poi Johnson115, JB Coaster 650+Yamaha150-2t; ora 150-4t

Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 15576
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 200 Optimax
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Akeswins » 25/11/2009, 18:29

Giacomo, il disegno della struttura è piccolissimo e non riesco a capire bene se ci sono dei tubi posti come struttura trasversale.
Devi considerare anche (e soprattutto) non solo il carico verticale,ma anche le notevoli sollecitazioni laterali della struttura, evitare che i tubi si sradichino dai punti di fissaggio a causa del notevole momento flettente che ha come peso la persona sopra e come braccio la quota verticale tra quest' ultima e i punti di fissaggio.

per ora continuo a sconsigliarti di salirci sopra...
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 200 Optimax + Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 25/11/2009, 19:37

U - Boot 47 ha scritto:NO COMMENT sulle diverse elucubrazioni (è inverno e quindi ...giustificate), rileggendomi il servizio su questo gommone (riportato dalla rivista il gommone) mi sembra che il tutto viaggiasse già sui 2L/mn. Avete pensato a quanto salirà il consumo ?

Caro U-Boot,
ti voglio bene ma per solidarietà... mi aspetto che tu non mi abbandoni al mio destino essendo entrambi accomunati dalla stessa passione.
Di certo saprai che, con l'avanzare dell'età, i trigliceridi vanno fuori controllo coinvolgendo anche l'equilibrio mentale.
Non è forse meglio prendermi per mano ed accompagnarmi dallo psicologo o in un centro neurologico?
Oppure in alternativa potresti, come fa l'amico Akes, seguirmi passo passo e con somma pazienza riportarmi sulla via della ragione e della razionalità...

Purtroppo mi sono perso il numero di luglio de "Il gommone" che riporta una prova sull'N-zo. Dalla Spagna ho difficoltà a reperirla e pertanto oso chiederti - se hai tempo e voglia - di scannerizzare ed inviarmi le relative pagine all'indirizzo:
barrotta.giacomo@hotmail.it
Contribuiresti cosi' ad aiutarmi a ritrovare "la retta via" che temo di avere perduta :eek: .

Grazie.
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 25/11/2009, 20:33

Akeswins ha scritto:Giacomo, il disegno della struttura è piccolissimo e non riesco a capire bene se ci sono dei tubi posti come struttura trasversale.
Devi considerare anche (e soprattutto) non solo il carico verticale,ma anche le notevoli sollecitazioni laterali della struttura, evitare che i tubi si sradichino dai punti di fissaggio a causa del notevole momento flettente che ha come peso la persona sopra e come braccio la quota verticale tra quest' ultima e i punti di fissaggio.

per ora continuo a sconsigliarti di salirci sopra...

Akes,
La struttura base è composta dai due montanti più due traversi di spessore 6cm. di duralluminio.
Disponiamo di ben 6 punti di ancoraggio sullo scafo con ampie piastre d'appoggio ed altrettante contropiastre all'interno con bulloni inox passanti da 10-12mm.
Ogni piastra, sia esterna che interna, poggia su tamponi in gomma di 1cm. di spessore.
Ad ogni angolo della struttura sono saldati rinforzi circolari da 4cm. vedi disegno.

A lavoro ultimato spero di poterti avere mio ospite in Costa Blanca (i voli Ryanair per Alicante costano 10-20 euro) assieme a Reef per uscire in mare col "mostro" che allestirò a meno che non venga prima... ricoverato (!?!?).

Grazie
Allegati
Pagina 1.png
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Avatar utente
Barrotta Giacomo
Abituale
Messaggi: 1630
Iscritto il: 01/02/2009, 11:13
Gommone: JABAR • Zodiac N-Zo cabin
Motore: Suzuki 300
Località: Torrevieja (Alicante) Spagna

Re: Allestimento del mio Zodiac N-zo? Lo voglio col fly bridge!

Messaggioda Barrotta Giacomo » 25/11/2009, 20:55

Consentitemi ora di spezzare un po' la tensione "pazzo-idea" sottoponendovi una specie di rompicapo - intonato a noi acquanauti - che ha visto soccombere miseramente molti interlocutori anche molto qualificati:

"""In una piscina galleggia un gommone sul cui pagliolo giace un grosso masso roccioso.
Dal bordo della piscina una gru agguanta il masso togliendolo dal gommone e lo lascia cadere sul fondo della piscina stessa.
Si vuol sapere se il livello dell'acqua aumenta, diminuisce o resta uguale""".

Attenzione a concentrare bene la mente per produrre giusti ragionamenti: pena cadere in un grossolano imbroglio!
A bordo del JABAR volo sull'acqua verso l'isola che sfuma all'orizzonte dove mare e cielo si abbracciano.
Mi accompagnano il sussurro del motore e un gruppo di delfini festosi. Ora faccio parte di quell'ambiente meraviglioso. Ora sono felice.

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Gommo Yacht”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti