Tassa in Grecia come comportarci? TEPAH

ovvero...oltre la nautica (beyond nautical )
Avatar utente
nazzareno
Abituale
Messaggi: 3364
Iscritto il: 08/06/2008, 13:20
Gommone: Zar 75 Suite by Formenti -Traino con Toyota L.Cruiser Kdj90
Motore: Pro Honda V-Tec 300 Advanced-Carrello Balbi Bd 2500 Biasse
Località: pesaro

Tassa in Grecia come comportarci? TEPAH

Messaggioda nazzareno » 18/03/2019, 13:36

Sulla rivista il gommone c'è l'avviso di una imminente tassa di stazionamento da pagare, qualcuno ne sa di più? Come dobbiamo comportarci per stare in regola con la nuova normativa, noi che andiamo solo in occasione delle ferie estive?
https://www.ilgommone.net/la-tassa-naut ... gP-272s8SY





Condividi



The Power of Dreams

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2510
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Tassa in Grecia come comportarci? TEPAH

Messaggioda Uauaton V » 18/03/2019, 19:17

ciao Nazz.
l'anno scorso appena giunto in Grecia mi sono recato in capitaneria e gentilmente l'ufficiale mi ha ritimbrato la mia pratica Depka che avevo fatto l'anno precedente cioè nel 2017 non pagando nulla, l'ufficiale mi ha chiesto semplicemente se l'imbarcazione era in acqua o a terra e quante persone avevo a bordo nel caso fossi giunto via mare, ho risposto che ero arrivato con il traghetto e l'imbarcazione era sul carrello in Marina di Lefkada in attesa del varo, non mi ha chiesto quanto tempo soggiornavo ma ha voluto vedere solamente l'assicurazione e il libretto dell'imbarcazione, poi mi ha detto buona vacanza e ha aggiunto in Italiano ciao tutto qui :bene: :clap: :clap: :clap:
IMG_8448.1.jpg
IMG_8448.1.jpg (104.71 KiB) Visto 366 volte

anche l'anno scorso avevano annunciato la tassa che poi ando a finire come c'è scritto :clap: :clap: :clap:

Avatar utente
nazzareno
Abituale
Messaggi: 3364
Iscritto il: 08/06/2008, 13:20
Gommone: Zar 75 Suite by Formenti -Traino con Toyota L.Cruiser Kdj90
Motore: Pro Honda V-Tec 300 Advanced-Carrello Balbi Bd 2500 Biasse
Località: pesaro

Re: Tassa in Grecia come comportarci? TEPAH

Messaggioda nazzareno » 19/03/2019, 10:59

Mi spieghi meglio di cosa si tratta la pratica Depka per cortesia, non ne ho mai sentito parlare, quindi io questa estate o a Pylos o Kalamata prima di prendere il mare devi necessariamente recarmi in capitaneria è dichiarare il mio arrivo?
The Power of Dreams

Avatar utente
nazzareno
Abituale
Messaggi: 3364
Iscritto il: 08/06/2008, 13:20
Gommone: Zar 75 Suite by Formenti -Traino con Toyota L.Cruiser Kdj90
Motore: Pro Honda V-Tec 300 Advanced-Carrello Balbi Bd 2500 Biasse
Località: pesaro

Re: Tassa in Grecia come comportarci? TEPAH

Messaggioda nazzareno » 19/03/2019, 11:42

Qualcosa ho trovato sul web, insomma mano al portafoglio

 Grecia - Formalitàautorizzazione

Formalità greche

La bandiera di cortesia greca deve essere volata e dovrebbe anche essere in buone condizioni, in quanto le bandiere strappate o sfilacciate sono considerate un segno di mancanza di rispetto.

Dato che la Grecia è membro dell'Unione europea, le formalità per le navi e i cittadini dell'UE dovrebbero essere semplici, anche se questo non sempre sembra essere il caso.

Polizia portuale (Guardia costiera ellenica)

La Guardia costiera ellenica, conosciuta colloquialmente come polizia portuale o PP, dovrebbe essere ufficialmente visitata soltanto quando: 
(1) entrare nel paese dall'esterno dell'area Schengen, 

(2) una volta all'anno dopo aver verificato e timbrato il tuo DEKPA o registro di transito (carte da crociera greche).

Entrando nel paese, il PP vorrà vedere il certificato di registrazione dello yacht, il certificato in lingua greca dell'assicurazione di terzi (vedi i documenti di seguito con i limiti rivisti e annotare la nuova legge riguardante gli yacht charter), e chiederanno una lista di equipaggio con numeri di passaporto e date di nascita. Molto raramente, possono essere richiesti altri certificati (competenza o radio) (vedi di nuovo i documenti di seguito).

Se hai un DEKPA da una visita precedente, registreranno la tua entrata nel Paese (vedi le informazioni di DEKPA sotto).

Con l'introduzione della legge 4256 entrata in vigore il 14 aprile 2014, l' autorizzazione del PP non è più necessaria; 
(a) quando arrivano in porto 
(b) tirare fuori 
(c) per rilanciare 
(d) lasciare il porto 
(e) per cambiare gli elenchi dell'equipaggio.

Inoltre, le barche che arrivano da fuori dell'area Schengen non devono più utilizzare un porto di entrata, ma in praticadevono comunque entrare in una porta presidiata da PP, in quanto devono essere compilati i moduli di iscrizione appropriati.

Le autorità dell'Egeo orientale raccomandano di fare scalo in Grecia attraverso un'agenzia. Per legge, questo è facoltativo, ma le tasse portuali devono essere pagate tramite un'agenzia e quindi, al fine di garantire un'omissione semplice, potrebbe essere più semplice utilizzare un'agenzia.

Nota: Whist questo è ora il ruolo ufficiale del PP, molti uffici PP in tutta la Grecia vogliono ancora vedere le imbarcazioni extra UE quando arrivano in porto per "timbrare" il giornale di transito (anche se normalmente non lo fanno in realtà) prendi un sacco di fotocopie di tutti i tuoi documenti). Diversi funzionari nello stesso ufficio avranno spesso una diversa interpretazione delle regole / requisiti. Questo può essere frustrante, ma è meglio affrontare la procedura con un grande sorriso ed essere amichevole.

Formalità per barche UE

Per le barche dell'UE oltre i 7 metri, è necessario acquistare un DEKPA dal PP (DEKPA sono le iniziali greche per un "Bollettino Cruising" o "Documento sul traffico marittimo privato per imbarcazione da diporto") .

Alla fine di settembre 2016 è entrato in circolazione un nuovo sostituto DEKPA e il prezzo è più che raddoppiato.

Il DEKPA ha una validità di 5 anni, ma deve essere timbrato annualmente, in o prima della data di scadenza, con il PP.Non vi è alcun addebito per il timbro, ma grandi multe per il ritardo o per non avere un DEKPA. 

Le barche dell'UE sotto i 7 metri non hanno bisogno di un DEKPA.

Se svernando la barca in Grecia e lasciandola vuota, la DEKPA dovrebbe essere tenuta a bordo come il resto dei documenti della barca.

Vedi Documenti per i dettagli completi su DEKPA, come presentare una domanda e le conseguenze della decadenza del DEKPA. 

Formalità per barche extra UE con skipper extra UE

Le formalità per le navi extra UE possono essere complicate come in passato e quindi l'intera procedura è descritta qui di seguito, anche se in pratica ciò potrebbe non essere rigorosamente rispettato dai funzionari locali.

All'arrivo in Grecia, chiacchierare con la polizia del porto, l'immigrazione, la dogana e poi tornare alla polizia portuale (in questo ordine).

La dogana emetterà imbarcazioni extra UE con un documento di transito (Transit Log), valido per 18 mesi.

Il Transit Log è un permesso di crociera in Grecia per 18 mesi. Costa 30 euro per i proprietari privati. È completato in greco e inglese con i dettagli dello yacht, dell'equipaggio, del carburante e altre disposizioni.

Ufficialmente il log deve essere prodotto quando richiesto e deve registrare anche eventuali modifiche dell'equipaggio.Tuttavia, un certo numero di incrociatori con registri di transito che passano il tempo in Grecia, è stato informato che in ogni porto è richiesto l'inserimento di un timbro nel proprio registro di transito dalla polizia portuale e l'inadempienza può comportare pesanti sanzioni.

Deve essere consegnato alla dogana al momento di lasciare le acque greche, o, quando sverna la barca in Grecia e lasciarla vuota.

Vedi Documenti per i dettagli completi sulle regole del registro di transito. .

Nota: il tempo consentito dalla dogana è per la barca, non per l'equipaggio (dove si applicano le regole sui visti). La barca può rimanere più a lungo in Grecia di quanto l'equipaggio sia autorizzato dalle leggi sull'immigrazione.

Formalità per barche non UE con uno skipper UE

Tali barche vengono emesse con un registro di transito per un mese solo dopo di che devono lasciare la Grecia o pagare l'IVA. Suggerimento: se si dispone di un passaporto europeo, ma si vive più di 6 mesi in un paese non UE, è importante disporre dei documenti giusti per provarlo, al fine di ottenere un registro di transito per 18 mesi anziché 1 mese.

Tassa di crociera greca per TUTTE le imbarcazioni in acque greche

La TEPAH inizierà a essere caricata dal 2 aprile 2019. L'imposta è dovuta da tutte le navi, comprese le navi da diporto, di lunghezza superiore ai 7 metri, sia che siano greche o non greche. Vedi le tasse di seguito per maggiori dettagli.

Note generali sulle regole greche

A partire dal 1 ° agosto 2014 le quote portuali non sono più dovute al PP, ma vengono invece riscosse dalle autorità locali ( Limeniko Tameo ) responsabili della gestione della banchina (spesso pagabili tramite un'agenzia). In alcuni porti più piccoli, i PP sono stati designati gestori per la banchina. Vedi Tariffe per maggiori dettagli.Le tasse applicate e le normative applicate sono incoerenti in tutta la Grecia, spesso comuni in paesi così diffusi con una moltitudine di isole e regioni. Dove segnalato, la noonsite ha fatto una nota sotto le porte che sono segnalate come costose o difficili.Al PP è stato detto di tutte le nuove procedure e regolamenti, tuttavia è possibile che in alcuni porti il ​​PP stia ancora ignorando le istruzioni e aggrappandosi alle vecchie procedure, o addebitando commissioni molto diverse a quelle pubblicate qui.Nota che la Guardia Costiera Greca non controlla o chiama VHF Ch 16. Se hai bisogno di assistenza, devi chiamarli su Ch 12. Monitorare il Canale 12 all'ingresso di una porta nel caso in cui la polizia portuale desideri chiamarti. Tuttavia, sii prudente nel chiedere assistenza tramite VHF (se possibile, utilizzare un cellulare), poiché è molto probabile che verrai coinvolto nel sistema legale greco.Nel caso di una chiamata di soccorso o di una barca rimorchiata in un porto, la barca può essere trattenuta fino a quando non è stata dichiarata in grado di navigare.Ciò potrebbe comportare una visita costosa da un ispettore autorizzato.Inoltre, la polizia portuale deve essere informata di tutte le lesioni subite a bordo di qualsiasi nave in acque greche. La polizia portuale ha l'obbligo legale di trasmettere tutti i dettagli al pubblico ministero che deciderà se il capitano è stato negligente. I processi legali in Grecia possono richiedere anni!Sii paziente e sorridi!
The Power of Dreams

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Argomenti Vari”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: boar, butanI, clauding76, delfino60, giaco, Jonathan, Philix e 41 ospiti