Ripartitore di carica

Tutorial: come realizzare un impianto elettrico, come eseguire collegamenti e riparazioni elettriche ed elettroniche in generale su gommoni e barche.
Regole del forum
In questo Forum si inseriscono solo Topic che descrivono passo passo i nostri lavori "Fai da te" con lo scopo di fungere da apprendimento ed essere utili a tutti.
Non aprite Topic per porre domande.
I tutorial si possono aprire a puntate . Non si possono porre domande prima che l'autore non abbia completato il tutorial.
Specificare qualndo il tutorial viene suddiviso in più parti.
Un tutorial è un metodo di trasferimento delle conoscenze e può essere utilizzato come una parte di apprendimento .
Più interattivo e specifico di un libro o una lezione , un tutorial cerca di insegnare con l'esempio e fornire le informazioni per completare un determinato compito.
Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9999
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Blackfin » 02/06/2012, 17:15

Roccia:
Io avrei portato alla cessata attività la vecchia.
a meno che la batteria, avesse una Ri troppo alta (bravo l'elettrauto a misurarla, o una densità dell'acido differente tra un elemento e l'altro, non si può definire quanto una batteria possa durare, ne nuova ne vecchia.


Infatti l'elettrauto (ha fama di essere in gamba) con uno strumento ha misurato ambedue le batterie dai poli (sono sigillate), da qui il verdetto. In seguito a questo ho sbarcato la vecchia (quella agonizzante) e la sostituirò con la AGM.
:bene: Hai risposto alla mia domanda: utilizzerò le due batterie a giorni alterni in modo da tenerle cariche senza utilizzare la posizione Both dello staccabatterie (giorni pari la 2 giorni dispari la 1). :d:





Condividi



Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 02/06/2012, 17:24

:wink: :bene:
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

boss
Abituale
Messaggi: 1904
Iscritto il: 02/02/2008, 22:43
Gommone: Solemar 28 Oceanic
Motore: Suzuky 2x200
Località: San Miniato

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda boss » 12/06/2012, 19:05

L'honda ha una sola uscita diciamo di corrente e anche il 250 ultimo nato segue questo sistema.
Io ho due batterie che si ricaricano con il motore acceso solo quando lo stacca e' attivo.
Avrei la possibilita' di dividere in due cavi la unica uscita dal motore per avere le due batterie attaccate e per poterle ricaricare sempre con il motore acceso.
Pero' chiedo, se avessi le due batterie nuove e quindi non ci fosse diversita' di potenza fra loro e se tenessi attivi i due stacca e quindi metterei in parallelo le due batterie e ricarico in contemporanea le due batterie e quando mi fermo ne stacco una, sarebbe come avere un sistema simile al ripartitore? O simile a come avere due uscite dal motore?
Quali sarebbero i fattori negativi di questo sistema?

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 12/06/2012, 19:40

mettere in parallelo le batterie ...
per tenerle fisse in parallelo devono essere uguali, significa poco o nulla, il problema del metterle in parallelo quando il motore è in moto per ricaricarle entrambe significa riversare di botto la carica della batteria più carica a quella più scarica, come se prendessimo un secchio di acqua pieno e lo versassimo dentro uno semivuoto, mentre ci sono delle correnti massime da considerare.
per mettere in parallelo fisso delle batterie occorre soltanto che le stesse siano dello stesso tipo, poi la capacità lascia il tempo che trova, anche se uguali è meglio...ma poco cambia parallelare 80-80 oppure 100-60 in maniera fissa.
ma anche avendo due da 100, entrambe di tipo X e marca X , costruite il giorno X dalla stessa macchina X e lo stesso fusto di acido X,ma poi si utilizza la batteria 1 fino al suo 40% e la 2 è al 100%, al momento del parallelo la due cede alla 1 tanta di quella corrente, fino a diventare come lei nel minor tempo, bene non fa.
Il motore Honda ha la sua uscita dell'alternatore, anzi dal regolatore che alimenta ogni cosa del motore e con un cavetto alimenta anche il cavo che arriva alla batteria collegato al morsetto + dell'elettromagnete del motorino di avviamento, si stacca da lì, si porta un cavetto da 10-16mm fino al partitore e da li si ricaricano le batterie, così si hanno sempre le batterie cariche ma indipendenti ...la migliore delle soluzioni.
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Gio196666
Abituale
Messaggi: 393
Iscritto il: 03/10/2011, 20:44
Barca: Quicksilver 460 cabin
Motore: Selva Dorado xsr 40
Località: Parabiago

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Gio196666 » 12/06/2012, 19:45

Nessun problema!nei camper funziona proprio così,un relè sotto chiave mette assieme i due positivi in modo da caricarle entrambi in moto. :D

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 12/06/2012, 19:56

Gio196666 ha scritto:Nessun problema!nei camper funziona proprio così,un relè sotto chiave mette assieme i due positivi in modo da caricarle entrambi in moto. :D

non è proprio la stessa cosa, i nostri alternatori, diodi e regolatori sono un pochino diversi ed anche i motori, Diesel, hanno meno problemi di alimentazione (elettrica) confronto ai benzina complessi, che abbiamo a poppa.
Il relè che dici tu, va proprio messo all'uscita alternatore, quella che fa spegnere la spia cruscotto, e mette in collegamento i due positivi, si utilizzano i relè di potenza (70A) ...
Ma ricordiamoci che una centralina elettronica di un fuoribordo da 200Hp sono oltre 1000 eurozzi
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Avatar utente
Gio196666
Abituale
Messaggi: 393
Iscritto il: 03/10/2011, 20:44
Barca: Quicksilver 460 cabin
Motore: Selva Dorado xsr 40
Località: Parabiago

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Gio196666 » 12/06/2012, 20:11

Roccia ha scritto:mettere in parallelo le batterie ...
per tenerle fisse in parallelo devono essere uguali, significa poco o nulla, il problema del metterle in parallelo quando il motore è in moto per ricaricarle entrambe significa riversare di botto la carica della batteria più carica a quella più scarica, come se prendessimo un secchio di acqua pieno e lo versassimo dentro uno semivuoto, mentre ci sono delle correnti massime da considerare.
per mettere in parallelo fisso delle batterie occorre soltanto che le stesse siano dello stesso tipo, poi la capacità lascia il tempo che trova, anche se uguali è meglio...ma poco cambia parallelare 80-80 oppure 100-60 in maniera fissa.
ma anche avendo due da 100, entrambe di tipo X e marca X , costruite il giorno X dalla stessa macchina X e lo stesso fusto di acido X,ma poi si utilizza la batteria 1 fino al suo 40% e la 2 è al 100%, al momento del parallelo la due cede alla 1 tanta di quella corrente, fino a diventare come lei nel minor tempo, bene non fa.
Il motore Honda ha la sua uscita dell'alternatore, anzi dal regolatore che alimenta ogni cosa del motore e con un cavetto alimenta anche il cavo che arriva alla batteria collegato al morsetto + dell'elettromagnete del motorino di avviamento, si stacca da lì, si porta un cavetto da 10-16mm fino al partitore e da li si ricaricano le batterie, così si hanno sempre le batterie cariche ma indipendenti ...la migliore delle soluzioni.

Il tutto non fa una piega,ma volevo chiedere se con il mio semplice relè ho il problema del riversamento di carica da una all'altra non posso semplicemente mettere in serie un diodo sulla linea di ricarica di 1 batteria? :D

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 12/06/2012, 20:38

Si fa, anche su camper di livello, che hanno 200A di servizi, un partitore limitatore automatico ed elettronico, ma si utilizza se hai una batteria fissa per il motore e non si scambiano sempre, anche se credo che si può fare anche nell'utilizzo mio e di Boss, ora la 1 ora la 2 ...si complica un tantino ma si fa
mettere il diodo?
allora metto il partitore, in pratica sono due diodi, soltanto che sono , quasi tutti, realizzati con tecnologia MOS a bassa caduta di tensione.
passare un cavo, nel tuo caso basta da 6mm, per Boss almeno del 10mm, si stacca il cavo in uscita dal regolatore, si manda al partitore, e si ricollega sul cavo grande della batteria et voilà giochi fatti
è il miglior sistema, gli altri sono ......
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

boss
Abituale
Messaggi: 1904
Iscritto il: 02/02/2008, 22:43
Gommone: Solemar 28 Oceanic
Motore: Suzuky 2x200
Località: San Miniato

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda boss » 12/06/2012, 21:00

Ho capito che tu consigli il ripartitore ma se ho la possibilita' di avere due cavi che vengono dal motore e attacco qyesti due ognuno ad una batteria e' come avere un "ripartitore"? Oppure e' gia' meglio perche' non metto in parallelo ma il ripartitore e' ancora la mejo soluzione?

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 12/06/2012, 21:30

boss ha scritto:Ho capito che tu consigli il ripartitore ma se ho la possibilita' di avere due cavi che vengono dal motore e attacco qyesti due ognuno ad una batteria e' come avere un "ripartitore"? Oppure e' gia' meglio perche' non metto in parallelo ma il ripartitore e' ancora la mejo soluzione?

due cavi che escono dal motore e non hanno un ripartitore, fanno solo un parallelo, i motori che dispongono di due uscite . le hanno gia separate elettricamente.
il modo migliore per non far danni, mantenere entrambe le batterie cariche sempre è il ripartitore istallato bene
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Avatar utente
Gio196666
Abituale
Messaggi: 393
Iscritto il: 03/10/2011, 20:44
Barca: Quicksilver 460 cabin
Motore: Selva Dorado xsr 40
Località: Parabiago

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Gio196666 » 12/06/2012, 21:37

Roccia ha scritto:Si fa, anche su camper di livello, che hanno 200A di servizi, un partitore limitatore automatico ed elettronico, ma si utilizza se hai una batteria fissa per il motore e non si scambiano sempre, anche se credo che si può fare anche nell'utilizzo mio e di Boss, ora la 1 ora la 2 ...si complica un tantino ma si fa
mettere il diodo?
allora metto il partitore, in pratica sono due diodi, soltanto che sono , quasi tutti, realizzati con tecnologia MOS a bassa caduta di tensione.
passare un cavo, nel tuo caso basta da 6mm, per Boss almeno del 10mm, si stacca il cavo in uscita dal regolatore, si manda al partitore, e si ricollega sul cavo grande della batteria et voilà giochi fatti
è il miglior sistema, gli altri sono ......

A domanda stupida,risposta intelligente!Avevo dimenticato la caduta di tensione dei diodi!ed era x questo che avevo sempre preferito il relè.Riflettendo trà le cianfrusaglie dovrei avere un partitore smontato da un camper che era collegato dopo il regolatore di uscita del pannello solare il quale caricava prima 1 batteria e una volta carica passava alla seconda(se non ricordo male),mi sa che proverò a riesumarlo.Se funziona se interessa il suo prezzo di mercato è sui 20euro e se non sbaglio è della "GBE"(roba da camper). :D

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 12/06/2012, 21:54

sono andato a vedere e ...sono utilizzati per i camper con batteria fissa motore e fissa dei servizi
un bel regolatore da barca, marino, per utilizzo come va usato, quello regola a 4 Amper, a noi ne servono 40 e più, il camper fa ore di marcia, il gommone ore di sole e frigo, doccie, bagni...
è altra filosofia di utilizzo e di realizzazione ...
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Avatar utente
Gio196666
Abituale
Messaggi: 393
Iscritto il: 03/10/2011, 20:44
Barca: Quicksilver 460 cabin
Motore: Selva Dorado xsr 40
Località: Parabiago

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Gio196666 » 12/06/2012, 22:15

Roccia ha scritto:sono andato a vedere e ...sono utilizzati per i camper con batteria fissa motore e fissa dei servizi
un bel regolatore da barca, marino, per utilizzo come va usato, quello regola a 4 Amper, a noi ne servono 40 e più, il camper fa ore di marcia, il gommone ore di sole e frigo, doccie, bagni...
è altra filosofia di utilizzo e di realizzazione ...
Vero! frusta ha un ingresso max 4 A :( infatti sono x pannelli solari che difficilmente superano quella soglia.Allora sul mercato qualche consiglio?...... :roll:

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 9999
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Blackfin » 13/06/2012, 18:54

Inserisco qui l'intervento di Passione nel suo post: Nuovi arrivi: Mar.Co TWENTYTHREE + VERADO 300

Pensa che ho dovuto modificare lo switch/staccabatterie originale perchè andava a detrimento del ripartitore di carica attivo assommando i positivi e quindi vanificando le due differenti curve di carica preimpostate.


Mi piacerebbe capire qualcosa in più: In che modo uno staccabatterie può interferire con l'azione di un ripartitore di carica (che vor dì "attivo"?) e come si rimedia a questo problema (se effettivamente esiste)?
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 13/06/2012, 22:10

Blackfin ha scritto:Inserisco qui l'intervento di Passione nel suo post: Nuovi arrivi: Mar.Co TWENTYTHREE + VERADO 300

Pensa che ho dovuto modificare lo switch/staccabatterie originale perchè andava a detrimento del ripartitore di carica attivo assommando i positivi e quindi vanificando le due differenti curve di carica preimpostate.


Mi piacerebbe capire qualcosa in più: In che modo uno staccabatterie può interferire con l'azione di un ripartitore di carica (che vor dì "attivo"?) e come si rimedia a questo problema (se effettivamente esiste)?

vuol dire tutto e nulla se non spiega come era istallato, che schema utilizza ecc
i partitori attivi sono quelli che versano sulla batteria servizi, in maniera automatica, la corrente che a quella motore non serve, caricandola sempre mantenendo quella motori in priorità
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Avatar utente
massacci
Abituale
Messaggi: 454
Iscritto il: 06/09/2007, 14:29
Gommone: Joker Boat Clubman 24 bracket
Motore: Suzuki DF 250 cv
Località: Roma

Ripartitore di carica

Messaggioda massacci » 19/06/2012, 22:14

Sul mio gommone ho detto al meccanico di dividere le batterie ( 2 da 100 ha) una per i servizi ed una per il motore e di montare il ripartitore di carica. Quando navigo e quando sono alla fonda sono sempre su ALL, é giusto?
Come faccio a verificare se effettivamente ha diviso le due batterie?
Teoricamente potrei verificare mettendo lo staccabatterie su 1 (motore) e non dovrebbero funzionare i servizi, poi spostare su 2 (servizi) e non dovrebbe accendersi il motore, è giusto ?
Cone dovrebbe trovarsi lo staccabatterie in navigazione ed alla fonda ?
Grazie a chi volesse rendermi edotto
JB Coaster 650 + Yamaha 150 cv ; Nuova Jolly King 720 extreme + Mercury Verado 300 cv; Joker Boat Clubman 24 bracket + Suzuki 250 cv.

boss
Abituale
Messaggi: 1904
Iscritto il: 02/02/2008, 22:43
Gommone: Solemar 28 Oceanic
Motore: Suzuky 2x200
Località: San Miniato

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda boss » 19/06/2012, 23:38

Come Roccia mi ha detto non devi avere le due batterie dedicate ad un tipo di servizio ma tutte e due devono essere attaccate sia ai servuzi che al motore e poi in parallelo fra di loro.
Ti indico il percorso esatto del positivo di un'impianto che dispone di ripartitore.
Da alternatore al ripartitore poi alle due batterie separate poi alle due chiavette separate poi esce un solo cavo che va sia ai servizi e al motorino di avviamento

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 20/06/2012, 21:53

un minimo di confusione c'è....
allora, se metto insieme le due battrerie, ALL non sono separate, ma ho una grande batteria, la somma delle due, ma non sono separate e non serve il ripartitore.
Se le tengo separate, con i dovuti schemi, ho la certezza che mi funziona tutto sempre
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

boss
Abituale
Messaggi: 1904
Iscritto il: 02/02/2008, 22:43
Gommone: Solemar 28 Oceanic
Motore: Suzuky 2x200
Località: San Miniato

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda boss » 20/06/2012, 23:03

Per:
"in parallelo fra di loro"
intendo dire che per completezza dell'impianto ci deve essere anche questa possibilita' da usare solo ed esclusivamente per un'emergenza e stop poi sempre rigirosamente separare

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Ripartitore di carica

Messaggioda Roccia » 21/06/2012, 5:01

boss ha scritto:Per:
"in parallelo fra di loro"
intendo dire che per completezza dell'impianto ci deve essere anche questa possibilita' da usare solo ed esclusivamente per un'emergenza e stop poi sempre rigirosamente separare


:bene:
:ok:
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Schemi elettrici e guide fai da te”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti

 

 

cron