Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Consigli utili sul "fai da te" : Manutenzione del fuoribordo delle eliche , degli accessori nautici e dei rimorchi

Moderatore: nicola_m60

Regole del forum
In questo Forum si inseriscono solo Topic che descrivono passo passo i nostri lavori "Fai da te" con lo scopo di fungere da apprendimento ed essere utili a tutti.
Non aprite Topic per porre domande.
I tutorial si possono aprire a puntate . Non si possono porre domande prima che l'autore non abbia completato il tutorial.
Specificare quando il tutorial viene suddiviso in più parti.
Un tutorial è un metodo di trasferimento delle conoscenze e può essere utilizzato come una parte di apprendimento .
Più interattivo e specifico di un libro o una lezione , un tutorial cerca di insegnare con l'esempio e fornire le informazioni per completare un determinato compito.
Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9511
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda Blackfin » 21/10/2010, 21:04

Quest’anno il mio fuoribordo ha totalizzato 162 ore di funzionamento. Ho fatto, oltre ai normali cambio olio e filtro, olio piede, sostituire tutti gli anodi e la girante della pompa acqua. Dopo la galoppata al Giglio ho deciso di fare un lavaggio motore “speciale”.
Questi sono i materiali che ho predisposto:

Mater1.jpg
Mater1.jpg (122.49 KiB) Visto 286 volte


20 litri di acqua demineralizzata, 1 litro circa di anticalcare, un contenitore idoneo a tenere “sott’acqua” le prese del raffreddamento, ma di volume non eccessivo (dovrebbero essere circa 35-40 lt.), un secchio per il recupero della soluzione disincrostante.

Ecco la sequenza che ho seguito:
Posizionamento del contenitore con riempimento con acqua dall’acquedotto per “ammorbidire” il salino nel circuito e per far scaldare il motore,

lavag A.jpg
lavag A.jpg (95.71 KiB) Visto 286 volte


quindi funzionamento del motore (15-20 minuti) fino a percepire dallo zampillo una temperatura dell’acqua pari a quella a “regime”;
A questo punto, svuotamento completo del contenitore e riempimento dello stesso con i 20 lt di acqua demineralizzata+1 litro circa di disincrostante anticalcare+ acqua di rubinetto (circa 7-8 litri) pari a quella necessaria per coprire abbondantemente le prese di raffreddamento senza tracimare dal recipiente.
Messa in funzione del FB

lavag B.jpg
lavag B.jpg (129.08 KiB) Visto 286 volte


con posizionamento del secchio per recuperare la soluzione disincrostante che esce dallo zampillo-spia. Dopo cica 15-20 minuti:

lavag 2.jpg
lavag 2.jpg (91.28 KiB) Visto 286 volte


fermo del motore collegamento del tubo alla presa esterna di lavaggio del motore per sciaquare via tutta la soluzione disincrostante.
La soluzione disincrostante diluita recuperata dai due contenitori è stata utilizzata poi per togliere dall’esterno motore, dal gommone e dal carrello le macchie di salino residuo dell’ultima uscita. Nello scaricare i contenitori occorre avere l’accorgimento di irrorare contemporaneamente con acqua corrente la superficie dell’asfalto per evitarne il deterioramento.





Condividi



Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9511
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Blackfin » 21/10/2010, 22:36

Un utente del Forum mi ha chiesto in MP :

-l'elica si smonta per un motivo ben preciso o tu l'hai fatto per tua necessità ?
-durante il normale lavaggio nel mio caso con elica montata e cuffie o secchio a volte innesto la marcia avan. o retro, si può fare ? o rischio?
io penso di si,però mi sembra di aver sentito o letto(non ricordo la fonte forse anche il forum) qualche cosa di negativo..


Pur essendo disponibile a comunicazioni peer to peer riserverei queste ad argomenti che per qualche motivo non si vogliono rendere pubblici. Non essendoci palesemente motivi di riservatezza, pensando di fare cosa utile a tutti gli interessati, rispondo qui:
- dato che lasciare l'elica montata mi avrebbe costretto ad utilizzare per il lavaggio un recipiente molto grande, per mantenere la stessa concentrazione di disincrostante avrei dovuto consumarne molto di più;
- ho avuto in passato la riprova che il lavaggio con le cuffie, non assicura in genere una sufficiente pressione al circuito di raffreddamento (sul Suzu 70 suonava il cicalino del surriscaldamento, mai verificatosi in vasca);
- non vedo l'utilità di lavare il motore innestando la marcia, in più se hai l'elica montata può essere anche pericoloso (come minimo ti becchi una lavata). Ovviamente sono opinioni (come dice Cerri) di un "pensionato".
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
Turbopompa
Abituale
Messaggi: 1494
Iscritto il: 12/03/2009, 20:27
Gommone: mar-sea cl35
Motore: Johnson 15cv 2t
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Turbopompa » 21/10/2010, 23:01

Blackfin ha scritto:Un utente del Forum mi ha chiesto in MP :

-l'elica si smonta per un motivo ben preciso o tu l'hai fatto per tua necessità ?
-durante il normale lavaggio nel mio caso con elica montata e cuffie o secchio a volte innesto la marcia avan. o retro, si può fare ? o rischio?
io penso di si,però mi sembra di aver sentito o letto(non ricordo la fonte forse anche il forum) qualche cosa di negativo..


Pur essendo disponibile a comunicazioni peer to peer riserverei queste ad argomenti che per qualche motivo non si vogliono rendere pubblici. Non essendoci palesemente motivi di riservatezza, pensando di fare cosa utile a tutti gli interessati, rispondo qui:


:bene:.
ero convinto di aver sentito che andava rimossa per evitare danni al parastrappo.. e di chiedere quindi qualcosa di ovvio :oops: ma i conti non mi tornavano e ho chiesto in MP

Blackfin ha scritto: - dato che lasciare l'elica montata mi avrebbe costretto ad utilizzare per il lavaggio un recipiente molto grande, per mantenere la stessa concentrazione di disincrostante avrei dovuto consumarne molto di più;
- ho avuto in passato la riprova che il lavaggio con le cuffie, non assicura in genere una sufficiente pressione al circuito di raffreddamento (sul Suzu 70 suonava il cicalino del surriscaldamento, mai verificatosi in vasca);
- non vedo l'utilità di lavare il motore innestando la marcia, in più se hai l'elica montata può essere anche pericoloso (come minimo ti becchi una lavata). Ovviamente sono opinioni (come dice Cerri) di un "pensionato".


io sto avanti...hai presente i ventilatori con acqua nebulizzata per rinfrescare all'esterno :mrgreen: il mio motoretto è rumoroso ma rinfresca da morire :rofl:
e una volta allontanato il cane è un piacere vedere l'elichetta frullare :eek:
Immagine

Avatar utente
sansacs
Fire Fighter
Messaggi: 9173
Iscritto il: 24/09/2007, 14:01
Gommone: SACS 530 IT
Motore: EVINRUDE E-TEC 90
Località: UDINE

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda sansacs » 21/10/2010, 23:27

Bel lavoro Black :bene: ben spiegato ,e ottimo per mettere ananna il tutto :d:

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Panzabianca
Abituale
Messaggi: 668
Iscritto il: 02/09/2007, 22:24
Gommone: EV Blitz 330
Motore: Evinrude 9.9
Località: Pomigliano D'Arco

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Panzabianca » 22/10/2010, 6:41

Meticoloso e preciso come sempre, due domande:
1) l'anticalcare diluito 1/20 (..o più ancora) resta cmq aggressivo?
2) se la risposta è SI ..verso le gomme la girante in primis come si comporta ..ininfluente?

Un caro saluto Black
Ultima modifica di Panzabianca il 22/10/2010, 6:44, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9511
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Blackfin » 22/10/2010, 7:09

Panzabianca:
1) l'anticalcare diluito 1/20 (..o più ancora) resta cmq aggressivo?
2) se la risposta è SI ..verso le gomme la girante in primis come si comporta ..ininfluente?

L'anticalcare è a base acida (fosforico) e attacca prioritariamente il calcio, il fosforo (come i sali disciolti nell'acqua), viene stoccato e venduto in contenitori di plastica sui quali non ha alcun effetto quindi sulla girante non dovrebbe avere alcun effetto, probabilmente alla lunga potrebbe attaccare le leghe leggere che contengono calcio, ma in concentrazioni elevate e per tempi prolungati. Quello venduto commercialmente è già diluito di suo e quindi maneggiabile senza grossi problemi. L'aver fatto scaldare il motore con acqua dolce prima, imho in qualche modo prepara le pareti delle canalizzazioni calde a ricevere il trattamento (che come tutti i processi chimici viene accelerato dall'aumento di temperatura). La presenza di schiuma nella soluzione in uscita dallo zampillo spia indica che sta lavorando, man mano che si combina con i sali perde la sua "aggressività". L'aver lavato poi con acqua corrente serve proprio ad interrompere definitivamente l'azione corrosiva. Ovviamente solo imho, ognuno è libero di adottare o no questa soluzione che ho tenuto a spiegare perchè le modalità di effettuazione sono importanti.
:d:
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
U - Boot 47
Utente Onorario
Messaggi: 8408
Iscritto il: 20/12/2007, 15:09
Località: Rocca di Papa +Circeo

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda U - Boot 47 » 22/10/2010, 7:43

Blackfin ha scritto:Panzabianca:
1) l'anticalcare diluito 1/20 (..o più ancora) resta cmq aggressivo?
2) se la risposta è SI ..verso le gomme la girante in primis come si comporta ..ininfluente?

L'anticalcare è a base acida (fosforico) e attacca prioritariamente il calcio, il fosforo (come i sali disciolti nell'acqua), viene stoccato e venduto in contenitori di plastica sui quali non ha alcun effetto quindi sulla girante non dovrebbe avere alcun effetto, probabilmente alla lunga potrebbe attaccare le leghe leggere che contengono calcio, ma in concentrazioni elevate e per tempi prolungati. Quello venduto commercialmente è già diluito di suo e quindi maneggiabile senza grossi problemi. L'aver fatto scaldare il motore con acqua dolce prima, imho in qualche modo prepara le pareti delle canalizzazioni calde a ricevere il trattamento (che come tutti i processi chimici viene accelerato dall'aumento di temperatura). La presenza di schiuma nella soluzione in uscita dallo zampillo spia indica che sta lavorando, man mano che si combina con i sali perde la sua "aggressività". L'aver lavato poi con acqua corrente serve proprio ad interrompere definitivamente l'azione corrosiva. Ovviamente solo imho, ognuno è libero di adottare o no questa soluzione che ho tenuto a spiegare perchè le modalità di effettuazione sono importanti.
:d:



Da "incorniciare" , ci sono aspetti cruciali che fanno di un'operazione semplice un'operazione PERFETTA . Acqua demineralizzata, portare prima in temperatura, recuperare l'acqua dello zampillo, risciacquare con acqua corrente etc. :clap:

p.s. hai cambiato anche gli anodi del monoblocco ? In che stato erano ? Io ne ho (mi sembra) 3, ca. 20 €/cadauno. Li smontai a 100 h ed erano perfetti. Sostituiti e tenuti di scorta per la prox. volta (se non dovessi avere i soldi :ah: ).
Mapa Hutchinson+Selva 6,Alcione A+Mercury 20,Nibbio+Mercury 20,ASSO 54+Volvo P.55 poi Evinrude75,ASSO 57+Yamaha90 poi Johnson115, JB Coaster 650+Yamaha150-2t; ora 150-4t

Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9511
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Blackfin » 22/10/2010, 8:40

U-boot47:
p.s. hai cambiato anche gli anodi del monoblocco ? In che stato erano ? Io ne ho (mi sembra) 3, ca. 20 €/cadauno. Li smontai a 100 h ed erano perfetti. Sostituiti e tenuti di scorta per la prox. volta (se non dovessi avere i soldi ).

- Sì, ho fatto la stessa cosa perchè erano perfetti. Prima di rimontarli gli dò una ripulita con l'anticalcare. :bene:
:d:
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Avatar utente
Turbopompa
Abituale
Messaggi: 1494
Iscritto il: 12/03/2009, 20:27
Gommone: mar-sea cl35
Motore: Johnson 15cv 2t
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Turbopompa » 22/10/2010, 11:39

:bene: credo che ha breve eseguirò anch'io un lavoretto del genere ho la fissa che deve essere tutto perfetto e pronto all'uso..ma la perfezione non sempre è possibile..
la cosa che apprezzo molto di Blackfin è che riesce sempre ad eseguire ottimi lavori anche con materiali o prodotti alla portata di tutti. Mi spiego, prodotti specifici marini (per pulizia tubolari,carene,e in questo caso motore) acquistati in negozi di nautica hanno un costo spesso elevato mentre le soluzioni da Black adottate hanno lo stesso risultato (se non migliore) ma con risparmio notevole :bene:


JEBO ha scritto:Ottimo lavoro Nicola!
Per i dubbi posti da Turbopompa penso anch'io che, con tutte le giuste precauzioni che ai adottato non ci saranno sorprese alla girante, poi se uno , vuole essere super pignolo , questa pulizia ai condotti la farà l'anno in cui cambierà anche la girante
Piccolo ,OT.
La raccolta dello zampillo inquinante è un perla che,sarebbe bello se lo vedessero anche in certi ........ambienti e/o posti


:ask: non ho parlato di girante ma di parastrappi. :bene:
:d:
ripeto (mi sembrava di aver sentito...) nonostante il dubbio ho sempre lavato il motore senza smontare nulla, a volte inserendo la marcia, questo perche secondo me non succedeva nulla di compromettente per il fb basta che la capienza del secchio mi garantiva la giusta quantità d'acqua anche con elica in movimento,in caso di lavaggio con cuffie nel mio caso regolando la giusta pressione del rubinetto non ho avuto problemi di surriscaldamento"testato a mano sotto lo zampillo"
Immagine

Avatar utente
Turbopompa
Abituale
Messaggi: 1494
Iscritto il: 12/03/2009, 20:27
Gommone: mar-sea cl35
Motore: Johnson 15cv 2t
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Turbopompa » 22/10/2010, 12:12

Blackfin ha scritto: Panzabianca:
1) l'anticalcare diluito 1/20 (..o più ancora) resta cmq aggressivo?
2) se la risposta è SI ..verso le gomme la girante in primis come si comporta ..ininfluente?

L'anticalcare è a base acida (fosforico) e attacca prioritariamente il calcio, il fosforo (come i sali disciolti nell'acqua), viene stoccato e venduto in contenitori di plastica sui quali non ha alcun effetto quindi sulla girante non dovrebbe avere alcun effetto,


non vorrei sembrare pignolo :halo: ma tra plastica e gomma c'è una bella differenza, e la girantina a lungo potrebbe pietrificarsi perdendo la sua elasticità..

Blackfin ha scritto: probabilmente alla lunga potrebbe attaccare le leghe leggere che contengono calcio, ma in concentrazioni elevate e per tempi prolungati. Quello venduto commercialmente è già diluito di suo e quindi maneggiabile senza grossi problemi. L'aver fatto scaldare il motore con acqua dolce prima, imho in qualche modo prepara le pareti delle canalizzazioni calde a ricevere il trattamento (che come tutti i processi chimici viene accelerato dall'aumento di temperatura). La presenza di schiuma nella soluzione in uscita dallo zampillo spia indica che sta lavorando, man mano che si combina con i sali perde la sua "aggressività". L'aver lavato poi con acqua corrente serve proprio ad interrompere definitivamente l'azione corrosiva. Ovviamente solo imho, ognuno è libero di adottare o no questa soluzione che ho tenuto a spiegare perchè le modalità di effettuazione sono importanti.

concordo con Blak, per brevi e saltuarie esposizioni e con prodotto ben diluito la girante non dovrebbe soffrire.

per eliminare tutti sti "dovrebbe-credo" CHI HA UNA GIRANTE VECCHIA smontata, potrebbe eseguire un bel test immergendola per 15-20min in soluzioni similari e poi risciaquare. Ripetendo l'operazioine a distaza di giorni. e dopo qualche tempo(non troppo) verificare se ha mantenuto la sua elasticità :bene:
Immagine

Avatar utente
TWENTY3
Abituale
Messaggi: 2980
Iscritto il: 01/10/2010, 22:06
Gommone: Mar.co twentythree XL

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda TWENTY3 » 22/10/2010, 12:18

farò altrettanto...
mo va a trovare un secchio per il mio F200

penso sia eccessivo acqua demineralizzata... o qualcosa mi sfugge??
Immagine

Avatar utente
Turbopompa
Abituale
Messaggi: 1494
Iscritto il: 12/03/2009, 20:27
Gommone: mar-sea cl35
Motore: Johnson 15cv 2t
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Turbopompa » 22/10/2010, 12:25

twentythreexl ha scritto:farò altrettanto...
mo va a trovare un secchio per il mio F200

penso sia eccessivo acqua demineralizzata... o qualcosa mi sfugge??


per te sevirebbe un fusto :D

per concentrare l'efficacia del prodotto sulle pareti incrostate senza aggiungere calcio (normalmente presente nell'acqua di casa)
:d:
Immagine

Avatar utente
Jonathan
Abituale
Messaggi: 3714
Iscritto il: 23/03/2007, 14:56
Gommone: stilnautica 560
Motore: evinrude 90CV 2T
Località: cornaredo (milano)

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Jonathan » 22/10/2010, 13:19

se eventualmente non si vuole usare un anticalcare, vi consiglio di usare del normalissimo "ACETO" costa meno,
e non causa problemi. e come disincrostante funziona molto meglio :bene: provare per credere :wink:
jonathan (1974 laros pirelli) 76 alcione 82bat5 cormoran86 bat 6 iguana 88 floating motomar 92 medimar 95 sidra swing 97 acquaviva21cabin 2004 pausa di riflessione .ritorno al gommone2005jokerboat24 braket 2 johnson 4t 115cv 2014 stilnautica 560 mot.evinrude 90 cv 2t.

Avatar utente
Turbopompa
Abituale
Messaggi: 1494
Iscritto il: 12/03/2009, 20:27
Gommone: mar-sea cl35
Motore: Johnson 15cv 2t
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Turbopompa » 22/10/2010, 14:14

Jonathan ha scritto:se eventualmente non si vuole usare un anticalcare, vi consiglio di usare del normalissimo "ACETO" costa meno,
e non causa problemi. e come disincrostante funziona molto meglio :bene: provare per credere :wink:

da provare :bene:
anni fa per esperimento :D ne ho messo una goccia assoluta sulle monetine di rame annerite e incrostate,dopo qualche minuto :shock: le ha lucidate in maniera impressionante
Immagine

Avatar utente
JEBO
Abituale
Abituale
Messaggi: 9939
Iscritto il: 08/01/2009, 21:53
Gommone: MAR SEA 100 CM.
Motore: MERCURY 115HP. 4T.
Località: BOLOGNA- 6 Settembre 1942

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda JEBO » 22/10/2010, 14:26

ai mie .........tempi :help: si usava mettere del Bicarbonato dentro al radiatore per disincrostarlo.
I tempi cambiano in fretta. :wink:
Lomac 2001- Marshall 60- Marshall 80 ( il 4,40 poi il 4,60 ) - Marshall 90 - Marsea 100. " You only live twice....one life for you, and one for your dreams "

Avatar utente
TWENTY3
Abituale
Messaggi: 2980
Iscritto il: 01/10/2010, 22:06
Gommone: Mar.co twentythree XL

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda TWENTY3 » 22/10/2010, 14:38

concordo appieno con il discorso incrostazione...
mi chiedo quanto calcare si puo formare sulle pareti con 270 ore di moto...
e perchè le case produttrici di motori non ne evidenziano il problema...
sicchè noi per coscienza facciamo circolare acqua dolce dopo ogni uscita...
e nemmeno così siamo certi di mantenetre un motore efficiente??
Immagine

Avatar utente
svago
Abituale
Messaggi: 4019
Iscritto il: 03/01/2010, 23:18
Gommone: Coaster 650
Motore: Suzuki DF 175 TGL
Località: Modena il 08/12/59

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda svago » 22/10/2010, 18:51

Jonathan ha scritto:se eventualmente non si vuole usare un anticalcare, vi consiglio di usare del normalissimo "ACETO" costa meno,
e non causa problemi. e come disincrostante funziona molto meglio :bene: provare per credere :wink:


anch'io ho sempre usato aceto, anche in casa uso aceto dove c'è calcare, eccezzionale senza rovinare nulla, ma il lavoretto eseguito alla perfezione da Nicola è più professionale.
----------------------------------------------------------------------------------------
Niente e nessuno al mondo potrà fermarmi dal ragionare (Jovanotti)

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Roccia » 22/10/2010, 20:24

ho una pompa acqua, quasi quasi, come per le caldaie, tubo inserito nel "risciacquo" bacinella di recupero, circuito chiuso, aceto a volontà, 15 minuti di gira gira sciacqua e lava , intanto fai altre cosette, poi metti acqua , e.....
mo mo ce provo
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

qwertys
Abituale
Messaggi: 640
Iscritto il: 19/07/2009, 20:26
Barca: saver 300
Motore: bimotore 5.0 260 x 2
Località: sicilia

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda qwertys » 22/10/2010, 21:34

ma io mi chiedo avendo lui utilizzato pochi litri d'acqua e comunque a circuito chiuso nn si rischia di scaldare troppo il motore e comunque di aspirare nel circuito sempre acqua sporca e salata?

Avatar utente
Roccia
Abituale
Messaggi: 14086
Iscritto il: 07/09/2008, 14:31
Gommone: evolution d 640
Motore: selva 115 4t
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Roccia » 22/10/2010, 21:44

qwertys ha scritto:ma io mi chiedo avendo lui utilizzato pochi litri d'acqua e comunque a circuito chiuso nn si rischia di scaldare troppo il motore e comunque di aspirare nel circuito sempre acqua sporca e salata?

quel maniaco?? avra guardato la temperatura del liquido, mentre quello che dici riguardo il circuito chiuso, pensa alle caldaie che si intasano col calcare, attaccano una pompa con acido a circuito chiuso e resta pulita
Popolo marinaro, popolo libero
Ci sono tre tipi di uomini : i vivi, i morti e quelli che vanno per mare

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Le Guide "fai dai te" Su fuoribordo , eliche , accessori e parti meccaniche in genere”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti