Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Consigli utili sul "fai da te" : Manutenzione del fuoribordo delle eliche , degli accessori nautici e dei rimorchi

Moderatore: nicola_m60

Regole del forum
In questo Forum si inseriscono solo Topic che descrivono passo passo i nostri lavori "Fai da te" con lo scopo di fungere da apprendimento ed essere utili a tutti.
Non aprite Topic per porre domande.
I tutorial si possono aprire a puntate . Non si possono porre domande prima che l'autore non abbia completato il tutorial.
Specificare quando il tutorial viene suddiviso in più parti.
Un tutorial è un metodo di trasferimento delle conoscenze e può essere utilizzato come una parte di apprendimento .
Più interattivo e specifico di un libro o una lezione , un tutorial cerca di insegnare con l'esempio e fornire le informazioni per completare un determinato compito.
Avatar utente
stan
Abituale
Messaggi: 557
Iscritto il: 27/07/2011, 11:01
Gommone: Selva D600
Motore: Selva Marlin 100
Località: Roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda stan » 21/10/2018, 11:46

Effettivamente la temperatura si alza un po'. Io che lo uso solo per sciacquare senza disincrostante, lascio andare fuori l'acqua della spia e rabbocco con acqua fresca





Condividi




Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9512
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Blackfin » 21/10/2018, 14:00

Per la verità (imho) il fatto di creare un mini circuito chiuso, col risultato di alzare la temperatura dell'acqua di raffredamento non è negativo, anzi. Si ottiene così l'apertura del termostato, facendo circolare prima l'acqua in tutto il motore e non (come avviene nella fase di riscaldamento) solo in parte di esso.
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

zikiki
Abituale
Messaggi: 631
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda zikiki » 21/10/2018, 15:02

Riepilogando

Acqua normale per portare in temperatura il motore,svuoti tutto e metti il necessario che hai elencato per disincrostare.

Ok ora le domande:

Parli di 15/20 minuti ma Quanto ci mette a svuotarsi il secchio con la soluzione?...... Immagino che devi costantemente aggiungere acqua e anticalcare o ci rimetti quella del secchio di recupero?

Il risultato che sta funzionando dici che lo si capisce dalla schiuma che si crea nell'altro secchio?

Ad oggi ti senti di consigliare qualche prodotto in particolare?

Prima o poi lo farò.

Avatar utente
Blackfin
Abituale
Abituale
Messaggi: 9512
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda Blackfin » 21/10/2018, 15:26

Come detto, a meno di minime perdite, è sempre la stessa soluzione che circola. Questo sia per non inquinare in giro, sia per risparmiare, sia perché man mano che la soluzione acida lavora (cioè si combina coi sali di calcio e sodio) perde.man mano di aggressività ( cioè viene tamponata). Per quanto riguarda.il mio 150 EFI, secondo la Casa ha subito internamente un trattamento con smalti specifici per evitare o ridurre la corrosione.
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2272
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Cab Silverado 8,40-8,50 cabinato ???

Messaggioda Uauaton V » 21/10/2018, 16:13

stan ha scritto:
Blackfin ha scritto:Casualmente al momento anch'io sto cercando di realizzare un recipiente ripieghevole per fare il lavaggio interno del motore

Io uso un serbatoio pieghevole di recupero acqua piovana tipo questo
si trovano di varie misure a qualche decina di euro e sono perfetti per questo ;-)


si ottimo e molto bello bell'idea, quello se rientra nelle misure dei motori quelli più bassi di potenza dovrebbero starci tranquillamente purtroppo io sono escluso ( già la pinna e l'elica sul mio 225 Yamaha che avevo prima non rientrava nei soliti bidoni da 200 litri di plastica e quindi ho dovuto costruirmelo in PVC come i teloni dei camion ) l'obbiettivo era quello di fare una sacca che non avesse necessità di molta acqua altrimenti la diluizione con il Viacal necessitava di troppo prodotto e in più costa ( la soluzione poi l'uso per svariati utilizzi del tipo, lavaggio torce di illuminazione che uso per il videosub, anche per le custodie delle cineprese, le lavo con questa soluzione anche se molte parti sono di vari materiali alluminio ottone inox plastiche diverse considera che ho più di 10 fari e 4 custodie, quindi mi basta si e no per un anno in funzione di quante volte puccio, spesso quando vedo che non lavora più aggiungo ancora un po di Viacal comunque poi quando la soluzione la vedo sporca prima la filtro poi però mi debbo arrendere e non la uso più la do a chi rigenera le varie soluzioni.
Tornando al sacco ho misurato il perimetro alla quota della pinna anticavitazione e l'ho allargato un po per contenere pure l'elica cosi lavo tutto senza toglierla, ( dovete sapere che nel motore Yamaha la cuffia che si potrebbe applicare quella che normalmente si compera ho giudicato che non fa il lavoro neccessario per alimentare bene la pompa del motore, il rapporto tra dimensione feritoie aspirazione pompa e cuffia è scarso, perciò la cuffia con le vibrazioni o anche aumentando solamente la pressione dell'acqua si sposta e la pompa aspira anche aria il che non va assolutamente bene.
Con i motori più piccoli il problema è diverso, questi più grossi ciucciano tanta acqua cosi si deve aumentare la pressione perche la pompa aspiri meglio, basta poco per far a suonare il cicalino cosi ho deciso vari anni fa di non usarle più, troppo rischioso il gioco.
Il sacco bidone l'ho costruito che ci stia pure il gruppo del 350 Suzuki che è più grosso della mio Yamaha 350, perchè non voglio più cambiare sacca questa è la terza, le misure te le darò la prima volta che vado in cantiere dato che l'ho lasciato da Vincenzo, comunque niente di speciale, ho fatto un tubo ed è termosaldato solo su due lati, senza per forza fare la forma di un cilindro con il fondo ( l'obbiettivo iniziale era quello di portarmelo anche in vacanza quindi poco ingombro e ripiegabile facilmente, poi ho preferito in vacanza fare solo il lavaggio con l'apposito attacco esterno a motore spento ma ancora caldo cosi per i primi pochi minuti circola anche nei termostati, questa operazione la faccio rapidamente con la doccetta di bordo svuotando il serbatoio che ho 150 litri, poi attacco un tubo e protraggo il lavaggio per 10 minuti ) in quanto con il precedente sacco avevo visto che non aveva importanza il fondo per appoggiarlo a terra tanto quando lo riempio si adagia a terra e l'acqua gli da la forma a bidone, importante sono le corde che passano dagli anelli superiori le lego alle bitte della poppa per dargli la quota giusta e non ha bastoncini che lo tengono in forma, è l'acqua che lo tiene li, il zampillo spia motore la raccolgo con un secchio a parte, per la temperatura della soluzione aspetto che si scaldi un pochino palpando a mano ma con i guanti cosi anche l'acido a temperaura più alta lavora meglio, comunque non interviene ancora il cialino della temperatura perchè la pompa lavora bene, quando la schiuma diminuisce da sola significa che non lavora più e quindi sono due i dubbi che ho è poco l'acido o ha finito di lavorare?, per esperienza uso il 10/15 % max e di solito accendo il motore lo faccio girare 2 minuti e lo spengo per altri 2 minuti e cosi via per circa 30 minuti, cosi negli intervalli di quando spengo il motore la soluzione dentro comunque lavora.
Finito il ciclo nel motore tolgo l'anodo posto più in alto e con una pila guardo dentro alla camera dove circola l'acqua di raffreddamento, per esperienza ho visto che i termostati aprono tutto all'aumentare della temperatura e si puliscono bene pure loro, mentre per gli anodi li tolgo tutti ( cosi nel frattempo guardo dentro ) e faccio a loro un trattamento a Viacal puro fin quando li vedo puliti ( per un mese di lavoro con l'acqua Greca se lavorano bene ci vuole una notte perchè tornino nuovi ) con gli originali Yamaha ho capito che si debbono sostituire al terzo anno come faccio con i termostati e la girante ( quindi ho preso come regola di cambiare ogni 3 anni girante anodi termostati e il materiale vecchio me lo porto in vacanza, è diventata una regola ) .
Costo del telo tipo camion più saldatura non oltre 50€ dalla Hertel teli ( qualsiasi telo che avanza va bene non guardo il colore ovviamente )

Ps. per pulire il circuito di raffreddamento del motore ci sono molte soluzioni in commercio, io mi affido ad un prodotto ( il Viacal ) che conosco bene e l'ho provato per molti anni senza causarmi danni neppure ai tubi e alle plastiche, è sicuramente molto commerciale, il suo costo lo giudico giusto, altrimenti se leggono lo aumentano, e lo trovo e ovunque, tutto sommato lo giudico poco aggressivo e conosco bene la sua reazione al variare della temperatura, è comunque tamponato quindi sono tranquillo che l'azione aggressiva si ferma che è la cosa più importante perchè non mi mangia il motore, non usatelo però per il ferro da stiro quindi per prima cosa fatevi un test con la soluzione che preferite usare, per rendervi conto di come agisce alle varie temperature, e vi raccomando sempre occhiali al viso guanti e almeno una tuta in Tyvek che ora costano poco ma cosi evitate i fori sui vostri capi :wink: :bene: )212(
scusate se sono sempre lungo nello scrivere frusta

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2272
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Uauaton V » 21/10/2018, 16:14

Blackfin ha scritto:Per la verità (imho) il fatto di creare un mini circuito chiuso, col risultato di alzare la temperatura dell'acqua di raffredamento non è negativo, anzi. Si ottiene così l'apertura del termostato, facendo circolare prima l'acqua in tutto il motore e non (come avviene nella fase di riscaldamento) solo in parte di esso.

:clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2272
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo

Messaggioda Uauaton V » 21/10/2018, 17:35

Uauaton V ha scritto:
Blackfin ha scritto:Per la verità (imho) il fatto di creare un mini circuito chiuso, col risultato di alzare la temperatura dell'acqua di raffredamento non è negativo, anzi. Si ottiene così l'apertura del termostato, facendo circolare prima l'acqua in tutto il motore e non (come avviene nella fase di riscaldamento) solo in parte di esso.

:clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:

nei motori Yamaha 225 e 350 c'è un rettificatore-regolatore tensione ( non conosco gli altri motori ) che è raffreddato ad acqua e i tubicini sono molto piccoli e in più l'apparecchio scalda molto se sottoposto a fornire molta corrente quindi sono da controllare ( basta staccarli e soffiare con un tubicino naturalmente solo con il fiato e vedere se c'è un'ostruzione ) in più dentro li c'è un anodo e altri mille sono in giro nel circuito dell'acqua ecco perchè è importante controllare l'efficienza del raffreddamento
Allegati
Immagine21.jpg
rettificatore con anodo
Immagine21.jpg (48.97 KiB) Visto 410 volte
Immagine31.jpg
dietro a questi coperchi ci sono molti anodi foto sucessiva la 32
Immagine31.jpg (74.01 KiB) Visto 410 volte
Immagine32.jpg
anodi
Immagine32.jpg (70.77 KiB) Visto 410 volte
Immagine11.jpg
anodo del termostato
Immagine11.jpg (5.33 KiB) Visto 410 volte

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2272
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda Uauaton V » 21/10/2018, 17:47

cosi prima del lavaggio e poi alla fine del lavaggio
Allegati
1.jpg
prima l'incrostazione è di tre mesi che corrisponde a 3 anni di fila ma senza il lavaggio con la diluizione acqua-viacal ( praticavo solo il lavaggio con l'acqua nell'apposito attacco laterale )
1.jpg (79.85 KiB) Visto 404 volte
2.jpg
dopo
2.jpg (77.38 KiB) Visto 404 volte
3.jpg
prima
3.jpg (85.6 KiB) Visto 404 volte
4.jpg
dopo
4.jpg (62.74 KiB) Visto 404 volte
5.jpg
prima ma non trovo la foto di dopo ma basta guardare le precedenti
5.jpg (61.97 KiB) Visto 404 volte
Ultima modifica di Uauaton V il 24/10/2018, 17:52, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
stan
Abituale
Messaggi: 557
Iscritto il: 27/07/2011, 11:01
Gommone: Selva D600
Motore: Selva Marlin 100
Località: Roma

Re: Cab Silverado 8,40-8,50 cabinato ???

Messaggioda stan » 21/10/2018, 18:01

Uauaton V ha scritto:
stan ha scritto:
Blackfin ha scritto:Casualmente al momento anch'io sto cercando di realizzare un recipiente ripieghevole per fare il lavaggio interno del motore

Io uso un serbatoio pieghevole di recupero acqua piovana tipo questo
si trovano di varie misure a qualche decina di euro e sono perfetti per questo ;-)


si ottimo e molto bello bell'idea, quello se rientra nelle misure dei motori quelli più bassi di potenza dovrebbero starci tranquillamente purtroppo io sono escluso ( già la pinna e l'elica sul mio 225 Yamaha che avevo prima non rientrava nei soliti bidoni da 200 litri di plastica e quindi ho dovuto costruirmelo in PVC come i teloni dei camion )


Considera che ci sono di diverse misure (anche da 1000 l). Secondo me si trova per qualsiasi motore ;-)

zikiki
Abituale
Messaggi: 631
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda zikiki » 21/10/2018, 20:09

:shock: :shock: :shock:

Cavolo l ha praticamente ripulito......

Uauaton ma tu usi la stessa procedura di blakfin?
Per le temperature ho capito che è bene che sia caldo il motore così da aprire il termostato ma non vorrei che andasse oltre.

Comunque ci penserò seriamente in quanto di sicuro male non farà.

Grazie

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2272
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda Uauaton V » 22/10/2018, 10:59

zikiki ha scritto::shock: :shock: :shock:

Cavolo l ha praticamente ripulito......

Uauaton ma tu usi la stessa procedura di blakfin?
Per le temperature ho capito che è bene che sia caldo il motore così da aprire il termostato ma non vorrei che andasse oltre.

Comunque ci penserò seriamente in quanto di sicuro male non farà.

Grazie

Uauaton ma tu usi la stessa procedura di blakfin? certamente si, caldo non vuol dire che deve scottare stiamo parlando che ci metto la mano protetto dal guanto di lattice trasparente e sento il calore della soluzione, (quindi correggo credo non superiore a 40C° gradi Celsius, ma non l'ho mai misurata la temperatura ) seconde me quello che conta sono i minuti di circolazione e quelli di riposo abbinati ai 40 C° , tanto se è troppo calda suona il cicalino e si deve spegnere il motore altrimenti lo mandi arrosto, sarebbe preferibile non sentirlo propio il cicalino, ma in un motore incrostato la temperatura si innalza più velocemente ( perchè i minuti di riposo, dentro al motore il liquido prende delle vie preferenziali che non fanno lavorare bene ovunque la soluzione e poi se il motore continua a funzionare la soluzione si scalda troppo velocemente e si accorcia il tempo complessivo, insomma bisogna dargli anche il tempo perchè possa lavorare ) :ok: )212(

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2272
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda Uauaton V » 22/10/2018, 16:09

le misure della sacca che uso sono 110 cm. X h 100 cm., una volta che lo riempio si abbassa un po ma sotto al supporto motore è ok, avevo previsto anche le scanelature per metterci le bacchette per sostenerlo ma non necessitano perchè ci sono gli occhielli e li ci attacco una cima che lego ai golfari e nulla di più ( rimane in piedi anche se stacco le cime una volta che è riempito ma con la soluzione acida pereferisco essere sicuro che non fuoriesca nulla ) con questo sistema la pompa aspira la sua portata peccato che la spia del flusso motore non sia dotata di un attacco per attaccare un tubo e far ritornare la soluzione nel contenitore, cosi ho sempre bisogno di un secchio per raccogliere e travasare nei momenti che il motore è fermo, forse i Jap non li lavano mai ma li buttano frusta 212(
Allegati
IMG_7927.JPG
IMG_7927.JPG (122.41 KiB) Visto 311 volte
IMG_7922.JPG
cm.100 per h 110 cm. e ci va tutto
IMG_7922.JPG (105.58 KiB) Visto 311 volte
IMG_7925.JPG
IMG_7925.JPG (68.92 KiB) Visto 311 volte
IMG_7924.JPG
Suzuki 350
IMG_7924.JPG (63.66 KiB) Visto 311 volte

Avatar utente
lupo.lesso
Abituale
Messaggi: 2127
Iscritto il: 18/03/2007, 14:55
Gommone: Northstar 195 RM
Motore: Yamaha ceto75cv + Yamaha ft 8cv

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda lupo.lesso » 22/10/2018, 18:03

ciao, uauaton, dove sei riuscito a trovare quella sacca...? molto bella..
grazie mille
luca
trainista convinto, anzi, fissato!

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2272
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda Uauaton V » 22/10/2018, 19:57

lupo.lesso ha scritto:ciao, uauaton, dove sei riuscito a trovare quella sacca...? molto bella..
grazie mille
luca

L’ho fatta fare da chi ha macchine per saldare i teloni dei camion io vado dal mio amico alla Hertel c’è la pubblicità sulla rivista il gommone ma chi fa i teloni te la può fare perché non ha un fondo quadro rettangolare o tondo ( non necessita tanto l’acqua fa lei la base che vuole e le cime la tengono in posizione) )212(

Avatar utente
ale70
Abituale
Messaggi: 1859
Iscritto il: 23/03/2010, 20:19
Gommone: coaster 650
Motore: Yamaha f150
Località: padova

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda ale70 » 23/10/2018, 11:08

Molto interessante Uaua, unica domanda: non è che si danneggiano le guarnizioni con cui il dincrostante va a contatto? È una procedura che la casa raccomanda?
"sembrerà paradossale ma la condizione per discutere è essere d’accordo"

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2272
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda Uauaton V » 23/10/2018, 12:22

ale70 ha scritto:Molto interessante Uaua, unica domanda: non è che si danneggiano le guarnizioni con cui il dincrostante va a contatto? È una procedura che la casa raccomanda?

Per te Ale :ask:
le case raccomandano tante cose ma non quelle utili all'utente e ci mancherebbe, ( anche perchè sperano che l'utente non abbia cognizioni in vari settori ) semmai studiano come fartelo durare x anni e cosi ridartene un'altro nuovo, come per gli elettrodomestici per esempio.

Visto che sono sempre io che pago con il passare degli anni osservo i guai altrui e in casa mia poi cerco di metterci una pezza se possibile ( per quanto riguarda il prodotto Viacal ricrea le condizioni, fai un test col prodotto puro e diluito a 40/50 C° gradi, poi ci pucci dentro quello che desideri e ne trai le conclusioni ) :bene: mi dimenticavo rileggi per cosa lo uso oltre al motore che sono materiali ancora più delicati pieni di oring e plastiche che non si sa cosa siano
ciao
ora :
Questo è quanto scrive Yamaha per il lavaggio solo con acqua pulita dolce. ( mica si prendono altre responsabilità, anche perchè dovrebbero allegare tanta carta che pesa quanto un motore )

Il metodo del saccone è particolarmente utile su motori con più prese
per lato, i test hanno dimostrato che anche l'attacco con la presa esterna da innestare è
un metodo che consente all'acqua di passare nei passaggi attorno al cilindro e testa, purtroppo il termostato con motore freddo non si apre completamente.
Quello che è importante in tutti i casi, è controllare regolarmente ingresso dell'acqua sull'unità inferiore
cioè le retine da dove entra che siano pulite a volte si trovano delle sorprese proprio dietro a queste retine.
Lavare il fuoribordo con
acqua dolce su base regolare può fare molto
per estendere la durata della vita del fuoribordo, in particolare
per coloro che navigano in acqua salata.

e secondo voi occorre che ce lo scriva la Yamaha! Che pensi a far VOLARE Valentino piuttosto frusta frusta frusta

vi allego una foto che ho fatto io e che per fortuna ho recuperato tramite lo storico di WhatsApp altrimenti era persa

in questo caso il propietario con il motore che pucciava un po era nella migliore condizione per ossigenare le cozze ( luce e vicinanza alla superfice sono le condizioni migliori per l'allevamento ) io il motore per un mese l'anno lo tengo come quando naviga, e i Greci i gommoni li tirano fuori dopo ogni uso, mmmmmmm che ne sappiano di più mmmmm :ask: :ok:
Allegati
c60cd1c9-d2d3-4f2c-91f0-49561212d945.JPG

Avatar utente
ale70
Abituale
Messaggi: 1859
Iscritto il: 23/03/2010, 20:19
Gommone: coaster 650
Motore: Yamaha f150
Località: padova

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda ale70 » 23/10/2018, 13:12

Generalmente lo risciacquo subito dopo ogni uscita con il tubetto raccordabile di cui è dotato, anch’io preferisco nn usare la cuffia perchè l’impressione che mi da lo yamaha è di richiedere più acqua per un corretto riempimento dell’impianto.
Il prossimo anno potrei dare una bella lavata interna con il viakal come hai mostrato...
"sembrerà paradossale ma la condizione per discutere è essere d’accordo"

Avatar utente
Cerri
Abituale
Messaggi: 8836
Iscritto il: 18/11/2007, 10:50
Gommone: BELUGA PERONDI 19"
Motore: suzuki 115
Località: Como

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda Cerri » 23/10/2018, 15:52

Faccio il bastian contrario :halo:
I prodotti chimici hanno due faccie della medaglia ,la prima arrivano subito al risultato che si vuole ,la seconda e che lasciano il segno sss_xxx-sss
Personalmente sono per prodotti naturali meno aggressivi,l'aceto il bicarbonato di sodio e il limone :wink:
Provate a prendere del bicarbonato di sodio mischiatelo con del succo di limone creando un'impasto e con una spugna mettetelo sul gambo del motore quello che presenta sempre aloni bianchi di calcare,lasciate agire e poi risciacquate ,fatemi sapere il risultato :wink:
Pulizia motore ,io prendo acqua piovana ci aggiungo aceto bianco e bicarbonato di sodio poi con una pompetta elettrica la mando in circolazione nel motore attraverso l'apposito attacco predisposto dalla suzuki per il lavaggio del motore.
Il motore torna come all'origine senza avere segni di corrosione da agenti chimici,e il prodotto che ho usato è biodegradabile al 100%. :d:

Avatar utente
clauding76
Abituale
Messaggi: 1645
Iscritto il: 06/03/2011, 8:12
Gommone: Nautica Led Gs 590
Motore: Suzuki df 140
Località: Bareggio (mi)

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda clauding76 » 23/10/2018, 16:22

Cerri ha scritto:Faccio il bastian contrario :halo:
I prodotti chimici hanno due faccie della medaglia ,la prima arrivano subito al risultato che si vuole ,la seconda e che lasciano il segno sss_xxx-sss
Personalmente sono per prodotti naturali meno aggressivi,l'aceto il bicarbonato di sodio e il limone :wink:
Provate a prendere del bicarbonato di sodio mischiatelo con del succo di limone creando un'impasto e con una spugna mettetelo sul gambo del motore quello che presenta sempre aloni bianchi di calcare,lasciate agire e poi risciacquate ,fatemi sapere il risultato :wink:
Pulizia motore ,io prendo acqua piovana ci aggiungo aceto bianco e bicarbonato di sodio poi con una pompetta elettrica la mando in circolazione nel motore attraverso l'apposito attacco predisposto dalla suzuki per il lavaggio del motore.
Il motore torna come all'origine senza avere segni di corrosione da agenti chimici,e il prodotto che ho usato è biodegradabile al 100%. :d:


:iagree: :clap:
Azz. Non ti conoscevo come chimico Paolino.
I miei complimenti .
Non è che mi diventi anche vegano ora vero :ah:
Quick silver 2,70 dal 2007 al 2012 https://ibb.co/jnjn0q
Cm boat 3,60 dal 2013 al 2014 https://ibb.co/nCMs0q
Selva 540 dal 2014 al 2017 https://ibb.co/mxt5Lq
Nautica Led 590 dal 2018 https://ibb.co/k3QkLq

Avatar utente
ale70
Abituale
Messaggi: 1859
Iscritto il: 23/03/2010, 20:19
Gommone: coaster 650
Motore: Yamaha f150
Località: padova

Re: Lavaggio "speciale" fuoribordo e manutenzione di fine stagione

Messaggioda ale70 » 23/10/2018, 21:01

clauding76 ha scritto:
Cerri ha scritto:Faccio il bastian contrario :halo:
I prodotti chimici hanno due faccie della medaglia ,la prima arrivano subito al risultato che si vuole ,la seconda e che lasciano il segno sss_xxx-sss
Personalmente sono per prodotti naturali meno aggressivi,l'aceto il bicarbonato di sodio e il limone :wink:
Provate a prendere del bicarbonato di sodio mischiatelo con del succo di limone creando un'impasto e con una spugna mettetelo sul gambo del motore quello che presenta sempre aloni bianchi di calcare,lasciate agire e poi risciacquate ,fatemi sapere il risultato :wink:
Pulizia motore ,io prendo acqua piovana ci aggiungo aceto bianco e bicarbonato di sodio poi con una pompetta elettrica la mando in circolazione nel motore attraverso l'apposito attacco predisposto dalla suzuki per il lavaggio del motore.
Il motore torna come all'origine senza avere segni di corrosione da agenti chimici,e il prodotto che ho usato è biodegradabile al 100%. :d:



Azz. Non ti conoscevo come chimico Paolino.
I miei complimenti .
Non è che mi diventi anche vegano ora vero :ah:


:ah: :ah: :rofl:
"sembrerà paradossale ma la condizione per discutere è essere d’accordo"

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Le Guide "fai dai te" Su fuoribordo , eliche , accessori e parti meccaniche in genere”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 16 ospiti