pulizia scarico Mercury 225 EFI 3.o litri

Consigli utili sul "fai da te" : Manutenzione del fuoribordo delle eliche , degli accessori nautici e dei rimorchi

Moderatore: nicola_m60

Regole del forum
In questo Forum si inseriscono solo Topic che descrivono passo passo i nostri lavori "Fai da te" con lo scopo di fungere da apprendimento ed essere utili a tutti.
Non aprite Topic per porre domande.
I tutorial si possono aprire a puntate . Non si possono porre domande prima che l'autore non abbia completato il tutorial.
Specificare quando il tutorial viene suddiviso in più parti.
Un tutorial è un metodo di trasferimento delle conoscenze e può essere utilizzato come una parte di apprendimento .
Più interattivo e specifico di un libro o una lezione , un tutorial cerca di insegnare con l'esempio e fornire le informazioni per completare un determinato compito.
filoppi
New-Be
Messaggi: 11
Iscritto il: 09/07/2013, 12:02
Barca: Akes 23
Motore: 2x225 Mercury EFI

pulizia scarico Mercury 225 EFI 3.o litri

Messaggioda filoppi » 24/02/2014, 12:32

Di seguito un piccolo tutorial sulla pulitura dei fori del minimo della marmitta del mercury 3.0 EFI 225.
La marmitta è in effetti dotata di 18 fori e due finestre laterali finalizzate ad agevolare il funzionamento del motore ai bassi regimi visto che in quelle condizioni il tupo di scarico si trova immerso in acqua.
In planata invece il motore scarica anche attraverso la marmitta principale che in queste condizioni si trova sopra all'asciutto.
Ai massimi regimi, quando è necessaria avere le minori perdite di carico in scarico, il motore scarica dappertutto, ossia attraverso i 18 idle holes dametro 10/11mm, attraverso le due finestre laterali ed attraverso il “marmittone”.
Poichè accade che in questa zona della marmitta, quella degli idle holes, si deposita tutto lo “sterco” :-) prodotto dal motore, avviene che dopo qualche centinaio di ore (o decina di decine?!?) la sezione di scarico si riduce notevolmente e lo scarico non è più così libero.
Il problema è noto e c'è in giro abbastanza gente che si lamenta di non riuscire a raggiungere il massimo numero di giri previsti nonostante la regolarità di funzionamento al minimo ed ai medi regimi.
Per ripristinare lo scarico alla sua piena funzionalità è quindi necessario pulire quella zona della marmitta che si potrà presentare, come nel mio caso, in queste condizioni

IMG_1034.JPG
prima
(96.07 KiB) Scaricato 806 volte


l'operazione è relativamente semplice
Prima cosa rimuovere il monoblocco... ;-)
per questo devo dire che è necessario riferirsi al manuale d'officina ma in sintesi:
- togliere la calandra ça va sans dire
- togliere i guanciali (4 viti chiave 8)
- svitare i 10 dadi chiave 13 dei prigionieri che tengono il monoblocco (sono 10, 5 per lato, non c'è trucco non c'è inganno: nessun mistero)
- staccare i due tubi dell'H2O di raffreddamento posteriori
- togliere il carter di protezione della cinghia dell'alternatore
- sollevare il monoblocco mediante il suo anello che si avvita al volano e che costa 10 euro e per mezzo di un paranco adeguato. Nel mio caso un paranco a catena comprato al brico per meno di 60 euri.
Non è necessario togliere i cavi motore.

Togliere l'exhaust plate. Per farlo è necessario:
- rimuovere i due supporti superiori (i silent block). Non mi ricordo la chiave ma è intuitivo. Se sono bloccati dalla corrosione son dolori altrimenti è una baggianata quindi speriamo non lo siano :-D . Io ho dovuto tagliarli.
- rimuovere i 4 bulloni M8x35, due dietro (bene in vista) e due davanti (stavano nascosti sotto i bulloni dei supporti superiori che abbiamo rimosso).
Sollevare l'exhaust plate et voilà.
Oddio, voilà per modo di dire. Il piatto è “incollato” al gambo dalla guarnizione. Io ho fatto un po' leva con due cacciaviti sottili infilati posteriormente e con punta di spessore pari alla guarnizione. Per ulteriore leva ho usato anche un profilo metallico posteriormente fra un risalto di fusione quadrato sul gambo e l'exhaust plate. Comunque alla fine ho vinto io. Mi raccomando niente leve sugli spessori sottili che sono di alluminio e si spaccano di sicuro. Io non ho voluto provare il brivido.

Il marmittone è vincolato all'exhaust plate mediante 6 bulloni che dovranno essere rimossi.
Occhio che sotto il marmittone c'è una guarnizionciona gommosa , recuperatela e non perdetela che dovrà essere rimessa in sede.
Attenzione anche al tubo di mandata acqua che è di rame ed è tenuto in sede da una boccola gommosa giù nel gambo; da non perdere.

Pulire bene i 18 fori con il trapano e la punta di 10 o 10,5 stando attenti a non andare troppo in basso perché ci sono parti di fusione che potrebbero offendersi...
Andare al lavaggio (molto mal vestiti) e lavare il tutto con l'idropulitrice a caldo e tutto torna come nuovo

IMG_1037.JPG
dopo

IMG_1038.JPG
particolare





Condividi




Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 15717
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 200 Optimax
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: pulizia scarico Mercury 225 EFI 3.o litri

Messaggioda Akeswins » 24/02/2014, 13:17

Il problema è noto e c'è in giro abbastanza gente che si lamenta di non riuscire a raggiungere il massimo numero di giri previsti nonostante la regolarità di funzionamento al minimo ed ai medi regimi.


Ottima "dritta", io pure negli ultimi 2 anni ho notato che a parità di peso, pulizia carena ed elica i giri WOT non erano più quelli soliti (5400) ma circa 250 in meno.
L' optimax non è "sbrodolone" come i carburati ma credo comunque che avendo una % di mix d' olio richiesta variabile tra 1.5 e 2%, questa possa essere la causa.
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 200 Optimax + Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Avatar utente
MAS51
Attivo
Messaggi: 52
Iscritto il: 31/01/2012, 12:10
Gommone: Focchi 680
Motore: Mercury 200 XS SS

Re: pulizia scarico Mercury 225 EFI 3.o litri

Messaggioda MAS51 » 09/09/2015, 13:26

L'optimax meno dell'EFI sicuramente, ma di morchia ne fa parecchia anche lui :ok:

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Le Guide "fai dai te" Su fuoribordo , eliche , accessori e parti meccaniche in genere”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti