eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Parliamo di eliche e motori fuoribordo. Tuning e manutenzione meccanica del fuoribordo
zikiki
Abituale
Messaggi: 1007
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda zikiki » 16/05/2020, 19:52

Ciao sergetto

Certo che puoi permetterti di dire qualsiasi cosa vuoi.
Ringrazio te e gli altri per i consigli ,utili, che date.

Ora .... L' altezza del motore te la.do per certa e siccome ho posseduto più di qualche battello in cui ho privilegiato un montaggio basso , vederlo così in alto non mi piace.
Anche perché già in due casi andando sotto il filo di carena ,seppur di poco, ho tratto benefici.
Ogni gommone è storia a sé..... Da quest'ultimo, di cui tutto sommato sono soddisfatto , solo il parametro in oggetto mi dà noia.
Appena posso tappo i fori e vediamo cosa succede in quanto ormai mi avete convinto ahahahahahaha.

:d:

P.s.temo che le conclusioni di akes siano esatte





Condividi




Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10161
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda Blackfin » 16/05/2020, 21:34

Zikiki ha scritto:L' altezza del motore te la.do per certa e siccome ho posseduto più di qualche battello in cui ho privilegiato un montaggio basso , vederlo così in alto non mi piace.
Anche perché già in due casi andando sotto il filo di carena ,seppur di poco, ho tratto benefici.

Corretto il consiglio di Sergetto di provare una variabile alla volta. Quindi: 1a da fare è chiudere i PVS.
Alla spiegazione (corretta) di Sergetto della mia affermazione che abbassando il motore avresti avuto più problemi aggiungo altre 2 considerazioni:
- si abbassa il motore solo in caso di ventilazione anche in caso di un minimo trim positivo (ti faccio notare che per andare in planata il trim va negativo) oppure nel caso di eliche di grande diametro (es. quelle dei Suzuki che hanno rapporti di riduzione molto elevati) perchè più soggette a prelevare aria dalla superficie con la pala che, nella rotazione, si trova in prossimità della superficie;
- un 2 tempi leggermente sovralimentato come l'Optimax ha una tale coppia di spunto ai bassi regimi da far impennare il gommone anche se il motore è montato alto, figuriamoci se lo abbassi. Questa stessa coppia è quella che su un'elica con poca superficie di pala come la Laser genera elevato regresso e, quindi, poca spinta. Non per colpa del motore ma dell'elica. E' come montare su un'auto molto potente delle gomme più strette e (con i PVS aperti) persino a pressione maggiore di quella prevista: una "sgommata" pazzesca, coreografica ma poco redditizia.
- ultimo punto: montare il motore più basso genera un angolo di corsa maggiore (a parità di trim) cioè un assetto con la prua più alta e, in caso di mare mosso diminuisce sensibilmente il comfort a causa degli impatti delle onde con le sezioni meno taglienti dello scafo.
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

sergetto
Abituale
Messaggi: 1328
Iscritto il: 22/07/2014, 10:45
Gommone: Novamarine RH540
Motore: Mariner 90 ELPTO

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda sergetto » 16/05/2020, 22:07

Akeswins ha scritto:Sergio hai ragione ho ricontrollato era 14x19 anche la Laser.
Qui il report prestazionale di entrambe
laser2.JPG

enertia 19.JPG


Sebbene il passo e il diametro siano equivalenti, la Enertia ha un rake molto maggiore e anche un maggiore skew. In definitiva una superficie di pala maggiore.
La laser ha la tendenza a sollevare molto la prua quindi su uno scafo leggero e con baricentro arretrato dovrebbe essere superiore ma solo a WOT


Akes,
Non capisco,
Nella tabella della Laser, che è probabilmente precedente, riporti serbatoio: 300 litri
Significa 300 litri imbarcati?
Nella tabella della enertia riporti 100 litri di benzina
Con la Laser avevi il Power Lift?

Comunque guardando con attenzione i dati che hai riportato, come hai già sottolineato tu la laser è proprio sballata per i pesi e le velocità di cui si parla
Quindi devo correggere la mia affermazione precedente: sicuramente il battello di Zikiki andrà meglio, ma che ne possa essere soddisfatto.... mah.. non so
Thanks
S

Avatar utente
Akeswins
Doppio rhum e una lattina...
Doppio rhum e una lattina...
Messaggi: 16197
Iscritto il: 30/04/2005, 19:49
Gommone: Vento 500
Barca: Akes 23
Motore: F60 EFI - 200 Optimax
Località: S. John of Sinis
Contatta:

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda Akeswins » 16/05/2020, 22:26

Condizioni equivalenti, circa 100l in entrambe le condizioni e PL .
Nelle stesse condizioni devo dire che l’elica piu veloce in assoluto è stata la enertia da 21 mentre quella che dava le migliori performances in termini di assetto/velocità/consumi era la Rev4 da 19 peró lunga.
Alessandro - Vento 500 con F60 EFI + Akes 23 con 200 Optimax + Colombo 27 con 2 x 260 mercruiser
Immagine

http://www.akesdesign.it

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10161
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda Blackfin » 17/05/2020, 7:59

Era Ora (6,58 mt) è, come battello (conformazione di carena, dislocamento e potenza installata) abbastanza vicino al Bat 660 di Zichichi per essere preso come riferimento utile. Ho provato anch'io la LaserII (nel 2011) e, pur non disponendo di dati analitici come Akes, posso affermare che il passaggio da Laser 19 a Enertia 19 ha dato dei vantaggi tangibili in tutte le andature e condizioni di carico. Anch'io ho sempre avuto il piano anticavitazione 3 cm. più in alto del calcagnolo di poppa con i 2 Optimax 150 montati prima dell'attuale 150 EFI (che è 7,5 cm più alto per avere il gambo 5 cm. più corto). Anche in questa situazione (non voluta all'origine perchè non conosciuta neanche dal dealer) problemi di navigazione e morbidezza negli impatti non ne ho mai incontrati. Solo nel cercare prestazioni velocistiche di punta sono stato penalizzato nel non poter alzare molto il trim allo scopo di sollevare la prua e diminuire la superficie bagnata. Diportisti più che esperti che hanno navigato "di conserva" col mio in condizioni di mare mosso e l'hanno osservato in azione si sono complimentati per l'assetto e la morbidezza negli impatti. E' in queste condizioni, che impongono velocità compatibili con le condimeteo, quindi non elevatissime e, spesso al limite di planata, che, in particolare, si apprezza la spinta superiore disponibile con un'elica con pale di buona superficie come l'Enertia per superare senza problemi i marosi con provenienze sia di prua (con trim negativo per tenere bene la prua in acqua) che di poppa (con trim positivo per sollevare la prua e, quindi, evitare rischi di ingavonate).
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

zikiki
Abituale
Messaggi: 1007
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda zikiki » 17/05/2020, 10:55

Grazie per le spiegazioni.

Dissento però sull altezza del motore.... Magari sbaglio sia chiaro.
Va valutata anche la superficie bagnata della carena in determinate condizioni.
Col g65 l ho dovuto portare poco sotto il filo di carena ad esempio.... E andava meglio e consumava uguale.
Non lo so mi piacerebbe partire dal filo chiglia per vedere le differenze e cosa succede sul mio battello.
Magari è un disastro o forse no.

Intanto comincio con i fori.

sergetto
Abituale
Messaggi: 1328
Iscritto il: 22/07/2014, 10:45
Gommone: Novamarine RH540
Motore: Mariner 90 ELPTO

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda sergetto » 17/05/2020, 11:17

zikiki ha scritto:Grazie per le spiegazioni.

Dissento però sull altezza del motore.... Magari sbaglio sia chiaro.
Va valutata anche la superficie bagnata della carena in determinate condizioni.
Col g65 l ho dovuto portare poco sotto il filo di carena ad esempio.... E andava meglio e consumava uguale.
Non lo so mi piacerebbe partire dal filo chiglia per vedere le differenze e cosa succede sul mio battello.
Magari è un disastro o forse no.

Intanto comincio con i fori.


Il G65 ha due peculiarità (ma anche altre) che mi vengono in mente avendolo usato un paio di volte.
La prima, un deadrise variabile più di quanto abbia mai visto da poppa a prua. A poppa tende al piatto andante, a prua un bisturi.
Ergo molto portante a poppa, pochissimo portante più ci si sposta verso prua. A questo va sommato che i gavoni prodieri sono enormi e in genere si tende a utilizzare quelli, così come si tende a sedersi su quella bella seduta fronte consolle la quale non è certo arretrata; risultato: va bene se si va piano, altrimenti per non usare il mezzo a mo di aratro, affondare il piede per ottenere un po' di effetto cabrante e sensibilità a trim positivo può fare, imho, solo bene.
Seconda peculiarità, se non ricordo male lo specchio poppiero è quasi verticale, questo avvicina il bordo d'uscita (calcagnolo? Akes corregimi please) al piede.
In genere tanto più distanti sono questi due elementi, tanto maggiore sarà il recupero di quota del pelo libero e quindi l'affondamento relativo al pelo libero e non alla linea di chiglia
Il bat indian è un battello molto molto differente.

zikiki
Abituale
Messaggi: 1007
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda zikiki » 17/05/2020, 12:14

sergetto ha scritto:[

Il bat indian è un battello molto molto differente.


Come sono totalmente differenti le carene del flyer e del Bat.
Apposta dico che molto probabilmente ogni gommone avrà il suo assetto ideale o meglio,....quello che si avvicina di più.
Detto questo concordo con ogni analisi fatta ed ogni suggerimento dato e vi ringrazio.
Ma sull altezza non mi avete convinto .... Tra troppo basso o troppo alto ci deve stare una via di mezzo .
Ormai ho anche imparato che gli specchi di poppa in parecchie circostanze hanno misure a caso.

Tappare i fori è intervento di poco conto .... Abbassare il motore partendo dal filo a salire è un po' più complesso..

Se dovessi provare e sbagliare clamorosamente.... Avete tutti un caffè pagato :d:

sergetto
Abituale
Messaggi: 1328
Iscritto il: 22/07/2014, 10:45
Gommone: Novamarine RH540
Motore: Mariner 90 ELPTO

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda sergetto » 17/05/2020, 13:38

Non volevo convincerti di niente e me ne guardo bene dal farlo.
Ho cercato di interpretare le differenze di comportamento che possono manifestarsi tra i 2 gommoni e che tu hai, forse, riscontrato.
Tra flyer e bat ci saranno come ovvio differenze, ma il g65 è un mondo a parte, come carena, come progetto in generale e aimè, visto che se ne parla, come qualità costruttiva. Per inciso, il flyer 646 è un progetto riuscito del Sig. Donno realizzato da un cantiere con la C maiuscola.
Non si può affermare altrettanto per gommonautica.
See you

zikiki
Abituale
Messaggi: 1007
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda zikiki » 23/05/2020, 19:37

@sergetto

Ho ordinato i tappi chiusi quindi vediamo cosa succede quando arriveranno.
Sono uscito oggi ho fatto un po' di prove ma non dettagliate.... O meglio ,mi sono soffermato sull ingresso in planata e al navigare al limite della stessa.
Allora ...... La cosa assurda è che sto gommone è talmente sensibile al trim che è difficilissimo,a meno che non si pilota per molte ore ,capire le sue reazioni.
Ha una scorrevolezza mai provata prima quindi rimanere ,con trim positivo sulla cresta delle onde , paradossalmente è più proficuo che non abbassare il trim ed attraversarle.
Akes ,come è ovvio, aveva ragione quando disse che all' asciugarsi della carena (monoedrica) il gommone reagirà in maniera diversa ....il problema è trovare quel punto..... Insomma il gommone di suo non ti perdona.
Mi sono divertito proprio oggi ma ancora non mi soddisfano i 13/14 nodi minimi di planata.
Confido di abbassarla con i tappi chiusi .... Anche poco mi basterebbe.

Condizione della prova 100 LT io solo a bordo e serbatoio da 60 LT di acqua pieno.

sergetto
Abituale
Messaggi: 1328
Iscritto il: 22/07/2014, 10:45
Gommone: Novamarine RH540
Motore: Mariner 90 ELPTO

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda sergetto » 23/05/2020, 21:57

Zikiki,
Non volermene, ma se il tuo riferimento di scorrevolezza era il g65, il bat vince facile :rofl:
A parte l'ironia, imho bat ha scritto con pochi altri la storia del gommone da diporto/turismo con carene marine, qualcosa vorrà pur significare :wink:
Attendo curioso la sentenza post tappi
:d:

Avatar utente
Blackfin
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 10161
Iscritto il: 01/05/2005, 18:59
Gommone: Flyer 646 + Mercury 150 EFI
Motore: Mercury 150 EFI
Località: Castenaso (BO)

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda Blackfin » 24/05/2020, 9:25

Solo per dire che la prima Laser che ho avuto aveva i fori di forma rettangolare che non so se prevedessero dei tappi amovibili (perlomeno all'epoca, 1999, non li ho trovati) perciò temo che dall'inizio l'idea alla base del profilo della Laser era quella di montare eliche tendenzialmente "lunghe" che a bassa velocità "sfrizionassero" per consentire ai motori (che all'epoca prevalentemente erano 2 tempi a carburazione, notoriamente poco efficienti a farfalla parzializzata) di raggiungere rapidamente un numero di giri tale da disporre della coppia necessaria per l'ingresso in planata.
Novurania360+Envirude25/Yamaha25-NovamarineRH400+Mercury25-Stilnautica480+Suzuki 40 4T- Marshall M90 RT+Suzuki70 4T/YAMAHA 40/60
Flyer 646+Mercury Optimax 150/Mercury 150 EFI
__________________________________
Di fronte al mare cogliamo la nostra vera dimensione

zikiki
Abituale
Messaggi: 1007
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda zikiki » 24/05/2020, 18:19

Ragazzi

Il topic è aperto ... Spero che mi arrivino in settimana per poter fare un paragone.
L' elica in questione rispetto all enertia è più scadente e su questo non ci piove..
Ora.... per un uso diportistico posso affermare che si può sorvolare sulle differenze, in quanto la verve dell' optimax copre svariate magagne relative all erogazione e al minimo di planata oltre a regimi intermedi che non l' enertia sembra essere più efficiente.

Vediamo cosa succede con questi benedetti tappi..... Anche in questi giorni ho avuto opinioni ed esperienze discordanti su fori aperti o chiusi. .... Non resta che provare e vedere l'insieme battello elica,altezza ,peso ecc...cosa ci propina.

Avatar utente
butanI
Attivo
Messaggi: 247
Iscritto il: 10/04/2008, 7:49
Barca: San Remo 930 fisher
Motore: Honda BF150 x2
Località: roma

Re: eliche Mercury con PVS (Performance Vent System)

Messaggioda butanI » 24/05/2020, 18:40

:clap: :rofl: :rofl: :rofl:

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “Eliche & Motori”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti