prima prova eurovinil E4

Prove in acqua ed opinioni personali di gommoni e motori fuoribordo
Regole del forum
In questo Forum si aprono solo Topic che riguardano i test o le impressioni sul nostro gommone o su un gommone da noi provato.
Non aprite topic per porre domande.
memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 09/07/2018, 15:12

salve a tutti
visto il trend e tipologia delle prove, quello che scrivero' e' sicuramente riduttivo rispetto alle vostre esperienze e capacita'
ma questo gommone ho
e non ho mai provato altro gommone in vita mia

comunque:
gommone assemblato eurovinil E4, 4x2mt circa, peso 75 kg, motore tohatsu 18 cv ( 40 kg circa), 4 kili di ancora,25 lt di benza, serbatoio a prua
peso totale a vuoto, 140-150 kg circa
peso in prova, 230-240 kg circa in singolo, 300-310 in doppio con mia signora

non ho potuto fare prove strumentali in quanto non volevo bagnare il cell,non ho il contagiri e quindi riporto solo le " sensazioni".


assemblato e alato sabato pomeriggio, nel fiume Argentina, a Taggia ( IM)
prima prova di 10 minuti uscendo dal fiume, tanto per vedere se affondavo o meno
mare " morto" ,onda lunga, avevo ancora 3 tacche per abbassare il motore, ovvero renderlo piu' perpendicolare
timone a " manetta" ,quindi tutto il peso spostato sulla poppa, alla prima " verta" sembravo Valentino in giornata di penne, pur con 30 kg tutti a prua....
il gommone ci mette un attimo ad andare in planata, il che mi fa pensare di essere un po " corto" di rapporti
ho ruotato il motore piu' verso la poppa di un buco e mi sono riservato le prove per il giorno dopo;

quindi : mattino di domenica, ondine da 20/25 cm, vento da assente a 5 nodi, poi a salire verso mezzogiorno
io seduto il piu' avanti possibile, circa 70/80 cm dalla poppa, la mia signora sul tubolare opposto a prua
la prima cosa che ho notato e' che il gommone sbatte tantissimo su queste ondine, la seconda e' che, appena cavo gas ,l'onda che si crea a poppa, mi raggiunge e riempie il gommone;
ribadisco il fatto di essere " corto " di rapporto, la prossima volta allungo il passo di 1/2 o di 1 giro intero poi vediamo.
bagnetto, nel quale ho goduto del fatto che il gommoncino non muove molto sulle onde, e rientro piu' o meno a palla ;
velocita' stimata, circa 15/16 nodi, con poca onda il gommoncino non spruzza molto;
nel pomeriggio ,altra uscita, con venticello alzatosi sui 10/15 nodi, onde da 30/50 cm da s/o
il gommone, sbatte di brutto, oltreche' scricchiolare da tutte le parti, scricchiolio dovuto sicuramente al fatto che e' un assemblato e non un carena rigida ;
la cosa assai fastidiosa, e' la sensazione che, invece di montare sull onda, tenda a "copiarla" torcendo in maniera notevole;
con queste onde, che ritenevo fossero una cosa minima, ho dovuto calare la manetta onde evitare di impattare e impiantarmi, con conseguente onda di poppa che mi lava ;
altra condizione e' che, quando monti sull onda, il vento ,pur leggero, mi ha dato la sensazione di volermi buttare giu' la prua, che , per chi va in barca a vela ,e' la sensazione che su sente prima di una probabile straorza ( se qualcuno capisce cosa intendo)

comunque ho girato un po finche' ho trovato un ridosso che ci ha permesso di non ballare troppo

nel pomeriggio il vento ha continuato a soffiare, e il mare si e' alzato ancora un pelo, giornata eccezionale per andare a vela, ma io sono a motore ;
nel ritorno ,ho provato la sgradevolissima sensazione di atterrare nel cavo dell onda, ovvero di planarci sulla cresta, passarla e poi cascarci dentro
la prua si infossa, ti impianti e gli schizzi vanno dappertutto
se prendevo le onde " al lasco", lo schizzo lavava anche la signora, di poppa piu' o meno piena ,lavava solo me ;
l'unica soluzione che ho trovato e' stata quella di camminare quanto l'onda, ovvero né piu' piano né più forte, evitando di arrivare sulla cresta, evitando soprattutto di oltrepassarla e lavarmi i piedi.


a mente fredda : il gommoncino mi pare funzioni comodamente finche' non ce' onda e non ce' vento, condizioni che in Liguria e' difficile trovare tutte assieme
a sensazione ,se domattina trovassi uno che lo vuole, lo venderei anche subito, ma siccome ci devo fare l'estate, chiedo consiglio a chi legge, sulle eventuali cappelle che ho fatto

grazie a tutti quelli che mi vorranno rispondere

saluti
memo





Condividi




Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


zikiki
Abituale
Messaggi: 548
Iscritto il: 01/04/2012, 18:49
Gommone: Bat 660 Indian
Motore: Mercury optimax 150
Località: roma

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda zikiki » 09/07/2018, 16:23

Ciao

Per guidare uno smontabile ci vuole esperienza e tu non ne hai.,......parli di mezzo metro di onda come se niente fosse e invece può far sbattere parecchie carene rigide in commercio.

Se sarai fortunato arriveranno a sostenerti dei professionisti dei sib.... Quindi sin da subito ti consiglio di mettere Delle foto del gommone e di rapportare le pretese al mezzo che conduci.

Vedrai che farai dei miglioramenti notevoli così da godere in pieno il tuo gommone.

Ciao

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 09/07/2018, 16:33

zikiki ha scritto:Ciao

Per guidare uno smontabile ci vuole esperienza e tu non ne hai.,......parli di mezzo metro di onda come se niente fosse e invece può far sbattere parecchie carene rigide in commercio.

Se sarai fortunato arriveranno a sostenerti dei professionisti dei sib.... Quindi sin da subito ti consiglio di mettere Delle foto del gommone e di rapportare le pretese al mezzo che conduci.

Vedrai che farai dei miglioramenti notevoli così da godere in pieno il tuo gommone.

Ciao



infatti ,l'esperienza e' pari a zero
il mezzo metro di onda , e' la condizione normale del mar ligure con la brezza leggera ( onda un po' corta ,a dire il vero )
le foto ,se possono servire, le posto
le pretese sono quelle di navigare comodo e non rompendo la schiena né tantomeno lavare ne me né i miei ospiti, nulla di più...

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2115
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda Uauaton V » 09/07/2018, 21:28

se propio c'è chi mi fa incavolare è chi non è soddisfatto del E4 :wall:
provabile che tu non sappia molte cose sull'E4 ( fu uno dei primi gommoni che un certo Fulvi e figlio fecero girare per dimostrare le capacità di un gommone seppur di dimensioni e tecnologia dell'epoca, stiamo parlando attorno al 1980 ) io prima avevo un E1 con un Evinrude 20 ovviamente 2 tempi e non sono mai riuscito a spalancare completamente il gas per più di 500 metri e mi sembrava una formula 1.
Qui ti riporto velocemente un post sull'E4 che non è mio ma certamente ne troverai molti altri

viewtopic.php?t=4966

Fulvi era un giornalista che scrisse molto sui gommoni per il campeggio nautico ( con tenda a terra ) e puoi trovare i suoi itinerari compresi quelli di suo figlio

leggiti tutto l'articolo https://www.lanazione.it/livorno/cronac ... emio.shtml

http://www.lagazzettamarittima.it/2013/ ... di-dolore/

non avere un libro di Fulvi è come non sapere nulla dei gommoni o non sapere i nomi dei grandi pionieri Pennati Coruzzi poi i vari Donno ecc. ecc. che a quei tempi mi facevano sognare, ( compreso Mauro Mancini )
In conclusione sei molto fortunato ad avere un E4 ancora in forma e tocca a te lasciargli le briglie sciolte vedrai che nella sua misura poi lo troverai un eccezzionale gommone, forse il motore un po datato e non ha tutti i cavalli che merita quel gommone, il suo motore con un po di carico è di 30/40 Hp sempre 2 tempi che forse si trovano ancora in buono stato.
Approfittane per fare esperienza su un ottimo attrezzo da palestra e vedrai che passando a gommoni importanti rivaluterai l'E4 , che ripeto è un buon metro per far pratica e se deciderai di venderlo avverti che troverai facilmente amatori pronti a ritirartelo, buona navigazione ( ora non so ma una volta erano garantiti a vita e mandandoli alla sede li riparavano nel giro di 15 giorni e tornavano a navigare, la riparazione comunque non è difficile usando il prodotto adatto, l'ho fatto pure io il che è tutto un dire :ah: ) io ne portai li uno e me lo ripararono all'istante senza sborsare una lira, poi passai ai Bat perchè più vicini a casa e sopratutto più facili le riparazioni e di dimensioni maggiori ( mentre gli amici giravano con Asso, Joker ecc. ecc. ) :ok: :clap: dai forza capitano datti da fare e sta minga a piangere :cost: :clap: :clap: :clap:
Allegati
download.jpg
download.jpg (7.06 KiB) Visto 510 volte
md13119154074.jpg
md13119154074.jpg (18.71 KiB) Visto 510 volte

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.


Avatar utente
Gommoclassic
Moderatore sez.Gommoni smontabili e Gommoni e Motori d'epoca
Moderatore sez.Gommoni smontabili e Gommoni e Motori d'epoca
Messaggi: 4713
Iscritto il: 30/04/2005, 15:51
Gommone: BWA 550 California, Domar 460, Callegari Orion 310
Motore: Yamaha 40,envirude 521 xp, Mercury 6 cv;Evinrude 15 cv Xp
Località: Salerno

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda Gommoclassic » 10/07/2018, 0:08

il gommone smontabile è un mezzo semplice, leggero, tutto sommato piccolo, la reattività della guida a barra è praticamente impareggiabile, assolutamente divertente...
quando c'è mare però serve tanta esperienza, il primo consiglio è mettere il trim tutto negativo al primo foro, cercare di distribuire il carico mettendo verso prua gli oggetti più pesanti compreso serbatoio..
persone verso centro poppa, diciamo che seduti a poppa gli impatti sono meno duri, altro consiglio non prendere mai le onde di prua, sempre al mascone quelle più alte meglio ancora quasi parallelamente al gommone, con la guida a barra hai una manovrabilità da primato, anche il gas lo devi continuamente dosare a seconda delle circostanze..
con lo smontabile non puoi correre come su un rib impieghi più tempo ma puoi fare quasi le stesse cose a conti fatti..
sul piano del divertimento poi non c'è confronto meglio ma molto meglio il sib

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 10/07/2018, 6:51

grazie Gommoclassic

per il foro, lo abbasso e quindi lo trimmo negativo

per i pesi, ho gia' spostato tutto cio' che e' statico, all estrema prua ( serbatoio + ancora)

settimana prossima esco ancora e provo ,se ci fosse un po di mare, a " bolinare" come mi hai detto tu

una domanda : mezzo metro di onda, sono gia' " mare"?

Avatar utente
trimax
Abituale
Messaggi: 3979
Iscritto il: 21/11/2006, 18:35
Gommone: Selva 6.80
Motore: Selva 150
Località: Salerno

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda trimax » 10/07/2018, 6:56

sei sicuro di averlo gonfiato bene ?
Immagine 2007:Lodestar TrimaxAlu430+Selva Moray 25Immagine2008-11:Rio 550 Onda+Mercury 40

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 10/07/2018, 8:37

trimax ha scritto:sei sicuro di averlo gonfiato bene ?


no, ovvero non ne sono sicuro...
Eurovinil ha una specie di valvola, con alcune indicazioni di colore, io sono arrivato al giallo e non sono nemmeno convinto al 100% che la valvola funzioni al meglio;
il gommo l'ho gonfiato" a sentimento" ovvero tastando gli altri gommoni li vicino per provarne la consistenza
in pratica, ci affondo le dita ma non il pugno
gli omini dell alaggio l'hanno tastato pure loro, mi hanno detto di non gonfiarlo troppo perché con il sole poi aumenta ancora la pressione
non ho un manometro per gonfiarlo e quindi cosi' ho fatto

grazie

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2115
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda Uauaton V » 10/07/2018, 9:43

memobon ha scritto:
trimax ha scritto:sei sicuro di averlo gonfiato bene ?


no, ovvero non ne sono sicuro...
Eurovinil ha una specie di valvola, con alcune indicazioni di colore, io sono arrivato al giallo e non sono nemmeno convinto al 100% che la valvola funzioni al meglio;
il gommo l'ho gonfiato" a sentimento" ovvero tastando gli altri gommoni li vicino per provarne la consistenza
in pratica, ci affondo le dita ma non il pugno
gli omini dell alaggio l'hanno tastato pure loro, mi hanno detto di non gonfiarlo troppo perché con il sole poi aumenta ancora la pressione
non ho un manometro per gonfiarlo e quindi cosi' ho fatto

grazie

in parte è vero che con il sole aumenta di pressione ma considera che la zona bagnata lo raffredda ( quindi se staziona all'asciutto lo sgonfi un po ) e il materiale dell'E4 ne risente maggiormente, io ti consiglio di guardare il suo manometro incorporato e i tubolari debbono diventare dei tamburi, semmai stringi bene le viti che tengono il paramezzale e mettici una corda che ne impedisca che si svitino gli anelli ( quando è gonfiato per bene anche la chiglia fa il suo dovere ) poi per il mezzo metro di onda non è niente per l'E4 il problema dell'altezza dell'onda è imparare come prenderle, non sono tutte uguali seppur di mezzo metro quindi a occhio stimale e accompagnale tanto nel cavo sei sul liscio ( si dice fatti il manico che l'è minga un mur ) cioè impara come sono le onde che non sono dei muri tutti uguali e duri , oggi giorno si dice fatti il :a: che impari alla svelta, buona navigata ciao :pro:

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 10/07/2018, 10:28

Uauaton V ha scritto:
memobon ha scritto:
trimax ha scritto:sei sicuro di averlo gonfiato bene ?


no, ovvero non ne sono sicuro...
Eurovinil ha una specie di valvola, con alcune indicazioni di colore, io sono arrivato al giallo e non sono nemmeno convinto al 100% che la valvola funzioni al meglio;
il gommo l'ho gonfiato" a sentimento" ovvero tastando gli altri gommoni li vicino per provarne la consistenza
in pratica, ci affondo le dita ma non il pugno
gli omini dell alaggio l'hanno tastato pure loro, mi hanno detto di non gonfiarlo troppo perché con il sole poi aumenta ancora la pressione
non ho un manometro per gonfiarlo e quindi cosi' ho fatto

grazie

in parte è vero che con il sole aumenta di pressione ma considera che la zona bagnata lo raffredda ( quindi se staziona all'asciutto lo sgonfi un po ) e il materiale dell'E4 ne risente maggiormente, io ti consiglio di guardare il suo manometro incorporato e i tubolari debbono diventare dei tamburi, semmai stringi bene le viti che tengono il paramezzale e mettici una corda che ne impedisca che si svitino gli anelli ( quando è gonfiato per bene anche la chiglia fa il suo dovere ) poi per il mezzo metro di onda non è niente per l'E4 il problema dell'altezza dell'onda è imparare come prenderle, non sono tutte uguali seppur di mezzo metro quindi a occhio stimale e accompagnale tanto nel cavo sei sul liscio ( si dice fatti il manico che l'è minga un mur ) cioè impara come sono le onde che non sono dei muri tutti uguali e duri , oggi giorno si dice fatti il :a: che impari alla svelta, buona navigata ciao :pro:



grazie per il consiglio

le onde, mi arrangio anche a valutarle, sia in passo che in altezza
e' che su queste onde, non riesco a planare e ci spiattello sopra !!

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2115
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda Uauaton V » 11/07/2018, 11:39

18 sono pochi meglio avvicinarsi ai 35/40 sempre due tempi cosi hanno più scatto e pesano meno :pro:

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 11/07/2018, 12:14

Uauaton V ha scritto:18 sono pochi meglio avvicinarsi ai 35/40 sempre due tempi cosi hanno più scatto e pesano meno :pro:


probabile
ma questo motore ho ,questo motore mi tengo

il gommo e' pensato come " passaggio"
ovvero, ho venduto 3 mesi fa una barca a vela , sulla quale il tohatsu era montato nella versione estiva " crociera" ( in regata usavo un 8 cv ,molto piu' leggero da togliere e mettere)
quindi
venduta la barca,mi e' rimasto il motore
rimastomi il motore, mi e' venuta voglia di montarlo su un gommo
e quindi ho preso il primo che mi e' capitato

a fine agosto, smonto tutto e o lo metto in vendita o lo tengo da usare sul Garda

poi e' facile che mi cerchi qualcosa di piu' comodo, tipo un open / walk around di 6 / 7mt o gommone equipollente, anche se a dire il vero, "a pelle" preferirei una barca

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 16/07/2018, 8:46

salve a tutti
nel week end, ho potuto fare un paio di prove strumentali con il mio eurovinil
nello specifico, ho testato la velocita' e il n° di giri

quindi :
domenica mattino, mare piatto ( vedi foto), serbatoio pieno
ho recuperato un contagiri ad impulsi, che ritengo sia preciso

non ho toccato nulla sul setup, ma ho provato solo un paio di tirate per vedere se il motore prende tutti i giri e a che velocita' arriviamo

il motore arriva a 5300 scarsi, velocita' 32 kmh ( 17 nodi e qualcosa), in teoria la potenza max la potrebbe avere a 5500 e ha altri 1000 giri di buono ( in folle passa i 6500 rpm)
allego un paio di foto delle scie del gommo, queste fatte non in velocita' massima , mi mancavano 2/300 giri, ma il cell mi volava via di mano e sembravo una biscia a timonare
miscela con olio motul al 2% , prodotto gia' sperimentato da mo' nei kart che girano a 15000 rpm
il motore e' grasso nel " passaggio" e agli alti, ma prima di smontare tutto e provare carburazioni un po piu' impiccate, vorrei capire come lavora il gommone/motore;
la pinna anti cavitazione e', in modo statico, sotto circa 30/35 mm dalla parte inferiore della carena ,il che significa che e' annegata ,circa 60/70 mm ,sempre quando e' statica

cosa dite, provo ad alzare un po il motore? o mi devo mettere piu' a prua?( devo recupare un manettino per l'accellaratore in quanto non ci arrivo piu' con le braccia..)


allego un paio di foto

grazie a chi mi vorra' dare qualche consiglio

saluti
Memo
Allegati
scia 1.jpg
scia 2.jpg

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2115
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda Uauaton V » 16/07/2018, 10:30

le foto sono da fare inquadrando anche più in basso e vicino cosi da capire cosa alza la pinna del motore :wink: ( ma per la foto c'è da considerare come in prova è disposto il carico e le persone a bordo per fare un quadro generale :ask: ) che il motore gli manchino un po di giri non è importante in quanto tutti i giri si prendono solo nelle migliori condizioni ma essendo il trim solo manuale non si può avere la posizione del motore ottimizzata per tutte le andature :ok: ( nel tuo caso è meglio far lavorare l'elica per la ripresa della planata immediata e non tanto la velocità :b: ) poi per la navigazione regola la velocità di sostentamento in maniera di non scendere a bomba e incocciare sul muro da risalire ( la barra è la soluzione più rapida che esiste e chi gioca con la barra poi la rimpiange quando il mare si incavola, certo che gli occupanti debbono anche loro saper cavalcare il gommone, se sono pesi morti meglio non rischiare di sbalzarli fuori ! )212(

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 16/07/2018, 12:51

Uauaton V ha scritto:le foto sono da fare inquadrando anche più in basso e vicino cosi da capire cosa alza la pinna del motore :wink: ( ma per la foto c'è da considerare come in prova è disposto il carico e le persone a bordo per fare un quadro generale :ask: ) che il motore gli manchino un po di giri non è importante in quanto tutti i giri si prendono solo nelle migliori condizioni ma essendo il trim solo manuale non si può avere la posizione del motore ottimizzata per tutte le andature :ok: ( nel tuo caso è meglio far lavorare l'elica per la ripresa della planata immediata e non tanto la velocità :b: ) poi per la navigazione regola la velocità di sostentamento in maniera di non scendere a bomba e incocciare sul muro da risalire ( la barra è la soluzione più rapida che esiste e chi gioca con la barra poi la rimpiange quando il mare si incavola, certo che gli occupanti debbono anche loro saper cavalcare il gommone, se sono pesi morti meglio non rischiare di sbalzarli fuori ! )212(



ok per la foto, provvedero' la prossima volta a fare la foto
il carico delle persone e' cosi' disposto :
a prua circa 35 kg nel punto piu' avanti( serbatoio / ancora / giubbetti)
a 70/ 80 cm dallo specchio di poppa, io, che sono 90 kg ,seduto sul tubolare di dritta
il contagiri pesa 50 grammi ,il telefono 2 etti, altro non ce'

in planata ci va in un attimo sia in 1 che in 2 persone ( 4/ 5 secondi a far tanto, forse anche meno)

la scia e' a posto?,di motori non me ne intendo , ma a me non sembra tanto pulita.. sono andato piu' veloce in barca a vela, ma la scia era sicuramente meglio

Avatar utente
Uauaton V
Abituale
Messaggi: 2115
Iscritto il: 30/09/2013, 17:28
Gommone: CAB Silverado 9
Motore: Yamaha 350 e Yamaha 6 come ausiliario
Contatta:

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda Uauaton V » 16/07/2018, 15:03

per quello che si vede la scia è piatta senza spruzzi ma non si vede abbastanza, si deve guardare in questo caso i primi 5 metri dietro lo specchio di poppa ( fai una foto che si veda l'intero specchio di poppa con i tubolari, se la fai fare al passeggero ad altezza della sua faccia è meglio se vuoi fai subito anche una foto dei primi 2 metri dietro lo specchio di poppa ) e nella foto non capisco il gambale quanto spruzza data la bassa velocità che ha il gommone ( ma stiamo cercando il pelo nell'uovo ) se guardi i coni non ne fanno ( su quello di sinistra sulla foto, provabilmente risente del tuo carico, e li si vede un po di trascinamento ma guarda d'avanti che è meglio ) )212(

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 16/07/2018, 15:45

ok provo

grazie mille

memobon
Attivo
Messaggi: 30
Iscritto il: 05/06/2018, 14:29

Re: prima prova eurovinil E4

Messaggioda memobon » 26/08/2018, 12:40

bon, per le ferie ho potuto fare un po di prove e godermi un po il gommoncino
ho provato varie inclinazioni del motore e ho provato anche ad alzarlo con spessori da 7 mm a salire
la migliore configurazione l'ho trovata con il motore tutto basso e " trimmato" nel penultimo buco e, sono arrivato, in singolo a "vedere" i 38 km/h a circa 5600 giri, quindi tecnicamente ho passato le 20 miglia orarie!!
in 2 arriva a 17/18 miglia , ma la cosa più importante e' che, nei 20 litri che ci ho consumato, un minimo di esperienza ( partivo da zero) me la sono fatta ,passando sulle onde( ne abbiamo trovate fino a 50/60 cm circa) e capendo un pochino come funziona ; sono stato piacevolmente colpito dai consumi irrisori ,ovvero, in planata ( 10/12 nodi) si va sui 4/5 litri ora a fare tanto, il motore , abbinato a questo mezzo leggero, consuma pochissimo

ho pero' anche capito i limiti di questo gommone, ovvero i limiti famigliari, in quanto quando si parte, ce' da prendere su 2 quintali di roba ( manca solo l'ombrellone e la sdraio e poi ho caricato tutto...) quindi, per quello che ci devo fare, il gommoncino risulta un po piccolo
ho avuto occasione di provare un paio di open e semi-cabinati sui 6 mt e risultano ,ovviamente piu' comodi e piu' fruibili, quindi il gommo l'ho smontato e portato a casa
adesso lo metto in vendita e poi vedo cosa comprare

grazie a tutti

Disable adblock

This site is supported by ads and donations.
If you see this text you are blocking our ads.
Please consider a Donation to support the site.



Torna a “GommoMotorTest”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti